Sei qui: HomeATTUALITA'Lettera in redazione sul Dl Sicurezza: «Questo decreto scaturisce dal trionfo della paura: ecco chi la genera!»

Lettera in redazione sul Dl Sicurezza: «Questo decreto scaturisce dal trionfo della paura: ecco chi la genera!»

Scritto da  Pubblicato in Attualita' Venerdì, 07 Dicembre 2018 18:26

migranti coppia bambinaQuesta composizione poetica trova la sua origine in una profonda e sensibile analisi dell’autore derivante dall’osservazione di fenomeni sociali presenti nel tempo e nella comunità in cui vive. In quanto pensatore attivo e partecipe della società, all’interno della quale ha posto come reazione alla sua alienazione da essa un impegno concreto per raggiungere un mutamento e quindi un progresso delle sue convenzioni, ritiene che la sua produzione artistica debba essere funzionale al sovvertimento delle logiche distorte dell’attuale società borghese, ipocrita, perbenista ed egoista. Questa poesia trae quindi origine dai fenomeni legati al “Decreto Sicurezza”, ponendo l’attenzione in particolare sulla radice emotiva da cui esso è scaturito, sarebbe a dire la paura, il terrore. Un sentimento ancestrale, che accompagna l’uomo dalla notte dei tempi e che ancora oggi condiziona la sua vita, il terrore nei confronti del cosiddetto diverso, il terrore di vedere peggiorare la già precaria situazione economica in cui si trova a causa di queste persone, il terrore di vedere compromessa la propria sicurezza, come se prima della venuta di queste poveri diseredati le strade della sua città fossero immacolate. Un terrore sapientemente coltivato dai padroni, attraverso la politica e la stampa, pronti a nascondere le vere cause dei nostri mali dietro la facce disperate dei migranti. Questo terrore c’impedisce di vedere la realtà, ma soprattutto ci prosciuga l’anima, rendendoci senza umanità, avidi, vendicativi e maligni, fino a diventare anche noi, un’immagine inquietante di questo terrore.

IL TRIONFO DELLA PAURA

Il terrore domina i nostri tempi,

Instillato sapientemente da chi comanda

Per ridurci servi nel pensiero unico,

Il terrore, quest'acquavite emotiva,

Che ci allontana dagli altri,

Che genere sospetto e rabbia

Che fa puntare il dito sui più deboli,

Che rende gli oppressori rassicuranti,

Il terrore, che unito alla fame genera odio,

Che consuma i sentimenti e annebbia le idee,

Ci spinge sempre più nell'abisso,

Il terrore, che ci ha portato 

a scacciare i bisognosi,

Ridurli in strada, senza una meta, senza scopo,

Perché diversi, perché bramosi di riscatto,

Ricercatori di una pace a loro negata,

Il terrore, la cui immagine si può

Drammaticamente scorgere nel volto

Che ci si presenta davanti allo specchio.

Marco Pirillo

 

 

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 07 Dicembre 2018 19:54
Riceviamo e pubblichiamo

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio Rosso Blu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".