Sei qui: HomeATTUALITA'Riot village, la soddisfazione degli studenti: «Per la prima volta ci troviamo in una struttura che possiamo sentire casa nostra»

Riot village, la soddisfazione degli studenti: «Per la prima volta ci troviamo in una struttura che possiamo sentire casa nostra» In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Attualita' Venerdì, 27 Luglio 2018 17:58

riot village«Siamo giunti alla XII edizione di Riot Village – Campeggio Studentesco (23 luglio – 6 agosto), organizzato dalla Rete della Conoscenza. Quest’anno si tiene ad Another beach project, dell’Arci Crotone, a Isola di Capo Rizzuto». Lo scrive Giacomo Cossu, coordinatore nazionale Rete della Conoscenza. «Abbiamo deciso di cambiare località – prosegue Cossu – dopo tanti anni di edizioni svolte in Salento, meta popolare tra i giovani, per scommettere sulla partecipazione giovanile e sulla valorizzazione di un paradiso poco conosciuto. Another beach project, infatti, è un campeggio costruito e gestito dai giovani dell’Arci Crotone, una comunità straordinaria che protegge il terreno dalla speculazione edilizia diffusa nella costa. Insieme a loro vogliamo dimostrare che è possibile realizzare un modello di turismo sostenibile a partire dal basso, in un territorio segnato dalla povertà e dall’emarginazione. Tra i gigli di mare attentamente custoditi dai campeggiatori, si incontrano ragazze e ragazzi di tutta Italia, per scambiare idee, condividere strategie politiche, rilanciare l’impegno a superare questa fase politica dominata dalla paura e dalla solitudine. Portare in un Comune sciolto per mafia il nostro campeggio studentesco, gestito da uomini e donne che da anni combattono in questo territorio in prima linea contro la criminalità organizzata, è per noi un onore. Inoltre la sinergia e il clima costruttivo che si è instaurato nel campeggio tra Arci e Rete della Conoscenza è per noi motivo di grande entusiasmo: il campeggio é attraversato da discussioni sui diritti degli studenti, il contrasto al razzismo, la mobilitazione autunnale, insieme a musica, divertimento e cultura. Per la prima volta ci troviamo in una struttura che possiamo sentire casa nostra, a differenza delle strutture turistiche commerciali che abbiamo incontrato in passato. Questa edizione è segnata anche da due importanti eventi, ovvero i congressi delle organizzazioni Unione degli Studenti e Link Coordinamento Universitario, che rinnoveranno i gruppi dirigenti per i prossimi due anni, interrogandosi profondamente su quale sia il ruolo di studenti e studentesse nelle scuole e nelle università, nella prospettiva di contribuire ad un cambio di direzione della fase politica che viviamo. Il 3 agosto si terrà uno dei momenti più importanti: il laboratorio sul mutualismo con la partecipazione della presidente Arci Francesca Chiavacci e tanti militanti del territorio. Vogliamo condividere l’importanza della piattaforma MuSA come strumento per avviare percorsi mutualistici sui territori, confrontando idee e mettendo a sistema le esperienze provenienti da tutto il Paese per l’accesso all’Istruzione, alla cultura e per il contrasto al razzismo dilagante. Tra i gigli di mare sta nascendo una grande collaborazione tra le nostre organizzazioni, una scommessa sul nostro futuro».

 

 

 

Riceviamo e pubblichiamo

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio Rosso Blu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

balestrieri gif

------------

effemme box 300x250------------

archivio storico crotone

------------

gabbiano box 300x250

 

bonus pubblicità 2018 laprovinciakr verticale 1

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXV Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".