Giovedì, 06 Agosto 2020

 

ATTUALITA' NEWS

libera studentiNella giornata di martedì 28 febbraio, alle ore 17.30, presso l’auditorium dell’Istituto Pertini si svolgerà un incontro pubblico organizzato dal coordinamento provinciale di Libera Crotone in collaborazione con Cgil Crotone, la Consulta studentesca e l’Unione degli Studenti (Uds), dal titolo “100 passi verso il 21 marzo”. Nel corso della giornata, oltre alla presentazione della XXII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, saranno affrontate le problematiche delle politiche giovanili in Calabria e in Italia, focalizzando l’attenzione sul mondo della scuola e del lavoro; contesti che sembrano non riuscire più a dare risposte ai tanti giovani che nel migliore dei casi emigrano e nei peggiori accettano lavori al limite dello sfruttamento o si lasciano affascinare dalle organizzazioni criminali. Proprio per questo sarà dato spazio agli interventi di Cosimo Mollica, presidente della Consulta degli studenti di Crotone e Andrea Nicolini, rappresentante dell’Unione degli Studenti, giovani impegnati per il diritto allo studio e per una vera buona scuola. Sul fronte delle politiche del lavoro interverrà Angelo Sposato, segretario generale della Cgil Calabria. Concluderà l’incontro don Luigi Ciotti, presidente dell’associazione Libera, in questi giorni impegnato in una serie di incontri in tutta la Calabria in preparazione della giornata della memoria che quest’anno si svolgerà a Locri il prossimo 21 marzo.

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

fibromalgiaAnche a Petilia Policastro in provincia di Crotone si è svolta la giornata internazionale di sensibilizzazione sulla fibromalgia, malattia rara e poco studiata che in Italia colpisce circa tre milioni di cittadini. Si tratta di una malattia degenerativa i cui pazienti lamentano dolori muscolo scheletrico diffusi, disturbi del sonno, astenia, colon irritabile ed una pluralità di problemi neuro psicologici. Ad organizzare nella cittadina dell'alto Marchesto crotonese il momento di riflessione l'onlus "Io Esisto" che, con la delegata per Petilia Rossella Valenti, da alcuni mesi opera nel settore dell'assistenza socio sanitaria e della tutela dei diritti degli invalidi civili "per il perseguimento in via esclusiva di finalità di solidarietà sociale". L' attenzione a Petilia Policastro per la fibromalgia e le altre malattie rare è iniziata negli ultimi mesi con un'intervista rilasciata ad un giornale locale da Rossella Valenti in cui la stessa ha coraggiosamente denunciato il proprio caso specifico, ma anche le problematiche di chi convive con le malattie rare e le mille problematiche e con i mille lacci e lacciuoli della burocrazia. Presenti all' iniziativa le rappresentanze istituzionali dei comuni come Mesoraca, Isola Capo Rizzuto, Cirò Superiore, dopo i saluti del sindaco Amedeo Nicolazzi, l'iniziativa coordinata da Nuccia Lazzaro è continuata con le testimonianze di Rossella Valenti e Martina Rotundo e con le relazioni di Carmine Scandale, Vincenzo Pace e Gianluca Sapotito che hanno descritto la problematica dal punto di vista ambientale, nutrizionale e psicologico. Le conclusioni sono state tratte da Pina Scigliano presidente dell'associazione "Io Esisto" che, fra le altre cose, ha presentato un ordine del giorno che dopo essere appricato da alcuni, si spera molti, consigli comunali sarà presentato al consiglio regionale. Nello specifico, poiché la fibromialgia è riconosciuta come malattia invaludante solo da cinque Regioni italiane, con la stessa mozione si impegneranno i presidenti della giunta e del consiglio regionale «ad attivarsi per promuovere e sostenere a livello nazionale le iniziative necessarie, nell'ambito della Conferenza Stato Regioni e presso i competenti organi dello Stato all'avvio di un percorso di riconoscimento della fibromalgia, sia dal punto di vista delle della normative vigenti in materia di malattie croniche ed invalidanti e sia di quelle relative all'ambito lavorativo e di invalidità civile».

 

Francesco Rizza

Pubblicato in Attualita'

salone margherita«L'urbanistica - è scritto in una nota del comune - non è solo cifre, misure, calcoli tecnici ma anche tutela e ascolto del territorio con risvolti anche di carattere sociale. Lo ha evidenziato il convegno che si è svolto questa sera presso la ex chiesa sconsacrata di Santa Margherita dal titolo "la nuova Legge urbanistica" al quale ha partecipato, tra gli altri, l'assessore al ramo della Regione Calabria Francesco Rossi. In una sala gremita, i lavori sono stati aperti dall'assessore all'Urbanistica Sergio Contarino e poi coordinati dall'architetto Elisabetta Dominijanni, dirigente del Settore Urbanistica del Comune di Crotone che, tra l'altro, ha coordinato anche i tavoli di lavoro con gli ordini professionali propedeutici all'incontro odierno». «Questo di oggi - ha detto l'assessore Sergio Contarino - è un incontro che si inserisce nel dialogo consolidato tra l'amministrazione Vallone, gli ordini professionali e la Regione Calabria. Un dialogo che nasce con l'istituzione dell'Urban Center che, nell'ambito delle politiche di sviluppo urbano, rappresenta uno strumento in grado di garantire la qualità dell'azione di governo, la sua trasparenza e la sua efficacia». «L'assessore all'Urbanistica Contarino - prosegue la nota - si è soffermato su altri strumenti di programmazione sui quali si sta incentrando il lavoro dell'amministrazione come il piano spiagge o il piano strutturale comunale che si inseriscono nella più ampia programmazione della nuova legge regionale che ha come cardine principale "zero consumo suolo". Sul lavoro compiuto dall'amministrazione comunale nel settore si è soffermato il dirigente del dipartimento Urbanistica della Regione Francesco Tarsia. Nel suo intervento il presidente della Quarta commissione consiliare regionale Domenico Bevacqua ha evidenziato il lavoro che la giunta Oliverio e il consiglio regionale stanno compiendo su materie importanti tra cui l'Urbanistica e si è detto lieto di cominciare l'ascolto del territorio proprio dalla città di Crotone. Nel suo intervento l'assessore all'Urbanistica Francesco Rossi nel sottolineare come il Comune di Crotone abbia rendicontato più di quanto assegnato di risorse finanziare europee si candida come esempio a livello regionale ha evidenziato gli elementi fondamentali della nuova legge che coniuga semplificazione, sostenibilità, messa in sicurezza e qualità della vita, ribadendo il concetto del consumo zero di suolo. Una legge che guarda ai cambiamenti intervenuti del territorio sviluppando attenzione alla qualità dell'ambiente. Contributi importanti sono arrivati dagli ordini professionali. Nel corso della serata sono intervenuti il presidente dell'Ordine degli Ingegneri Vincenzo Mano, il presidente dell'Ordine degli Architetti Antonio Francesco Amodeo, il presidente del Collegio dei Geometri Anna Maria Oppido. Ha partecipato, inoltre, il consigliere regionale Flora Sculco».

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

locandina massoneria pitagora"Pitagora riparte da Crotone: attualità del pensiero pitagorico e sua proiezione nel futuro" è il titolo del convegno organizzato dalla loggia "I Pitagorici n. 387" di Crotone (aderente alla Massoneria universale del Grande Oriente d'Italia-Palazzo Giustiniani) che si terrà in città il prossimo sabato 10 ottobre, alle ore 17.30, presso il cinema teatro Apollo. L’evento, patrocinato dal Comune di Crotone, dalla Provincia di Crotone e dalla Regione Calabria, sarà moderato dal noto giornalista e conduttore televisivo Alessandro Cecchi Paone. Il convegno vedrà inoltre la partecipazione di illustri personaggi, scrittori, accademici, studiosi del pensiero pitagorico quali Piergiorgio Odifreddi, Giuseppe Lombardo, Carlo Petrone, Salvatore Mongiardo, Margherita Corrado, Vittorio Emanuele Esposito. All'avvocato Ernesto d'Ippolito, gran maestro onorario del Grande Oriente d'Italia, saranno quindi affidate le conclusioni. Le relazioni saranno intervallate da brevi intermezzi musicali curati da artisti crotonesi. «Piace immaginare - è scritto in una nota - che Pitagora ritorni a Crotone, carico di esperienze, e dopo aver fatto il pieno di nuove energie, possa ripartire, carico di ulteriori indicazioni e di proposte di nuovi modelli e stili di vita, suggeriti da tutti i cultori del pensiero pitagorico, massoni e non, i cui progetti Pitagora sono sempre stati ispirati e dettati dalla voglia di recuperare e valorizzare il patrimonio culturale più importante che ha prodotto il territorio crotonese…».

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

Il consigliere regionale Flora Sculco di Calabria in rete (Cir) lancia l'appello per sostenere lo sviluppo socio-economico delle province di Catanzaro, Vibo e Crotone. "C'era una volta Insieme per tornare a contare! Area Centro-Calabria": è questo il tema su cui il gruppo consiliare alla Regione di "Calabria in Rete" invita a discutere e a confrontarsi nella citta' di Catanzaro, capoluogo della Calabria, puntando sulle istanze politiche, sociali, economiche e culturali di questo pezzo importante di regione. L'appuntamento è previsto per venerdì 9 ottobre con inizio alle 18 nella sala dell'hotel Guglielmo. La relazione di base e' a cura della consigliera regionale Flora Sculco. «Mi auguro che possa aversi - spiega la capogruppo di "Calabria in Rete" - un dibattito a più voci, privo di pregiudiziali e ricco di proposte. Sono in corso importanti processi economici e sociali, incluso l'accorpamento di enti e presidi dello Stato, senza dimenticare l'introduzione del collegio elettorale regionale che vede assieme Crotone, Catanzaro e Vibo, che esigono una sintesi politica, per ridare una forte progettualita' all'area baricentrica della Calabria uscita a pezzi dopo 45 anni di regionalismo deludente. Occorre pensare a come dare contenuti e slancio alle dinamiche di coesione economica e sociale ed a come fare esercitare un protagonismo politico ed istituzionale a Catanzaro capoluogo. È giunto il tempo, se si vuole che l'area baricentrica della Calabria esca dal cono d'ombra, di riflettere, come esige l'Europa, in una logica di rete che ci dia l'opportunità di realizzare proposte interessanti sul piano nazionale ed europeo».

 

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

romeo spano internaIl Polo di innovazione energia e ambiente della Regione Calabria, gestito dalla Net scarl, ha partecipato a Genova al convegno nazionale "La ricerca che crea innovazione per un futuro sostenibile". Per la Net era presente il suo presidente Mario Spanò, Maria Bruni, segretario generale del Parco scientifico e Michela Bastone responsabile marketing. Il convegno è stato organizzato dal Ticass che è il gestore del Polo di innovazione e energia e ambiente della Liguria. «Sono passati circa tre anni - scive una nota del Net - dall'istituzione dei Poli di innovazione in tutta Italia e questo convegno è stata l'occasione per un confronto con imprese, università, istituzioni coinvolte. Sono stati analizzati i risultati, progettate alcune azioni future congiunte tra Poli delle diverse Regioni per la ricerca nel contesto del quadro, sia nazionale, che della nuova programmazione europea. Si è inoltre concordato che i Poli devono far parte dei tavoli di programmazione, su tutti i livelli. L'idea comune a tutti - informa la nota - è stata quella di costruire una politica di sistema sull'innovazione che veda protagoniste le aziende e le università; è stata ribadita la necessità di potenziare la collaborazione tra piccola impresa e grandi imprese in quanto quest'ultime potrebbero veicolare le prime. Il Miur ha già anticipato che ben tre milioni di euro saranno destinati al potenziamento e completamento dei Cluster tecnologici che sono aggregazioni di imprese, università ed istituzioni della ricerca che si uniscono in un unico soggetto per candidare una proposta che sviluppa conoscenze e tecnologie altamente innovative. La novità - spiega la nota in conclusione - è che ci saranno quattro nuovi settori in cui presentare una candidatura e finalmente, uno di questi, sarà l'energia e dunque anche il Net potrà coinvolgere le proprie aziende a far parte di cordate nazionali; a breve, comunque, uscirà un bando con il quale il Miur selezionerà i soggetti attuatori».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'
Pagina 3 di 4