Giovedì, 06 Agosto 2020

 

ATTUALITA' NEWS

convegno diabeteParte questo pomeriggio a Crotone, con inizio alle ore 14.15, presso la sala convegni “Alcmeon dental school” (Calabro dental, via Enrico Fermi – Località Passovecchio), prima giornata del convegno medico sul tema "Nuovi approcci terapeutici nella gestione complessa del diabete di tipo 2". «Si tratta di un evento scientifico di alto livello – riferisce una nota – con la presenza di relatori di valenza nazionale che contribuiranno ad arricchire un confronto utile per la prevenzione e la cura di una malattia sempre più diffusa nel nostro territorio. Si riconosce altresì il buon lavoro del servizio di Diabetologia della nostra Asp coordinata dal dottor Salvatore Pacenza che è anche il responsabile scientifico dell'evento».

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

advg convegno“Le esecuzioni Immobiliari alla ricerca dell’efficienza: riforme e buone prassi” è il titolo del convegno che si svolto l’11 e il 12 maggio a Crotone presso l’Hotel lido degli scogli. L’evento è stato organizzato da Advg Crotone (Associazione delegati alle vendite giudiziarie del Tribunale di Crotone) in collaborazione con i giudici dell’esecuzione Emmanuele Agostini e Davide Rizzuti. Tra i relatori intervenuti il consigliere di Stato Luciana Barreca, il consigliere di Cassazione Franco De Stefano, il presidente di sezione del Tribunale di Roma Giuseppe Di Salvo. Con l’introduzione del custode giudiziario, prima, e del professionista delegato, poi, in questi ultimi anni il legislatore è intervenuto a più riprese sulla disciplina delle procedure esecutive, mutando radicalmente lo scenario del processo esecutivo. A partire dal 2015 le riforme hanno mirato all’obiettivo di trasparenza, snellimento ed economicità delle procedure. Inoltre con la recente introduzione della vendita telematica il legislatore si è posto l’ultimo ambizioso obiettivo di rendere maggiormente accessibile la partecipazione alle aste esaltando il ruolo delle nuove tecnologie nella gestione delle vendite pubbliche. Ogni intervento del legislatore nell’ambito del processo esecutivo, ha posto una serie di dubbi interpretativi da parte degli operatori del settore: giudici, ausiliari ed avvocati che si sono trovati di volta in volta a fronteggiare le casistiche più disparate nell’applicazione dei nuovi impianti normativi. In tale ottica Advg Crotone è divenuta un punto di riferimento per i custodi e i professionisti delegati. L’associazione è stata costituita come centro di aggregazione, conoscenza, incontro e confronto tra i professionisti che si occupano di procedure delegate con la prospettiva di creare sinergie tra le varie professionalità interessate, e quindi uniformare la prassi operativa onde renderla il più certa e virtuosa. L’obiettivo del convegno è stato quello di fornire gli strumenti idonei ai professionisti interessati alla materia - anche alla luce delle prassi adottate nei diversi tribunali - mediante un confronto diretto tra gli addetti ai lavori che vada ad incidere sui modelli organizzativi del processo esecutivo. Il convegno è stato un successo, chiosa il presidente di Advg Crotone. Enrico Proto, per lo spessore degli interventi e le numerose adesioni dei professionisti. Un segnale positivo per il Tribunale di Crotone e l’ufficio esecuzioni immobiliari coordinato dal dott. Emmanuele Agostini il quale ha espresso la sua viva soddisfazione per l’organizzazione e la riuscita dell’evento.

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

lions crotone«Giovedì 19 aprile, alle ore 17.30 – informa una nota – si terrà nell’aula consiliare del Comune di Crotone un’iniziativa a cura del Lions - Zona 23 (composta dai Lions Clubs Crotone Host, Cirò Krimisa, Cropani-Botricello-Sellia M. Medio Jonio e Crotone Marchesato) col convegno dal titolo: “Lo sviluppo del Crotonese e della costa Jonica passa dalle infrastrutture”. L’evento ha ottenuto il patrocinio del Comune di Crotone e il sindaco Ugo Pugliese parteciperà all’iniziativa che vede direttamente interessata la città di Crotone. I lavori saranno aperti da Giancarlo Sitra, presidente del Lions club Crotone host, coordinatore e moderatore del convegno. Dopo i saluti dei presidenti dei Club, Leopoldo De Martino – Cirò Krimisa, Santino Caccia – Crotone Marchesato e Pietro Funaro – Cropani-Botricello-Sellia Marina M.J., seguiranno i relatori: Antonio Bevilacqua che disserterà sulla “involuzione delle Infrastrutture crotonesi”; Fabio Bruno Pisciuneri che illustrerà il progetto della nuova Variante della Statale 106 (Megalotto 9) “Crotone-Cantanzaro in 25 minuti”; Procolo Guida che ci parlerà di come far decollare l’aeroporto di Crotone; il segretario generale della Cgil di Crotone, Raffaele Falbo, discuterà de “Il Porto di Crotone, da cattedrale nel deserto a via di Pace, Cultura e Turismo”, infine Domenico Gattuso, ordinario dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, che illustrerà le “Prospettive di sviluppo per i servizi di trasporto ferroviario crotonesi”. Chiuderà i lavori Giuseppe Barbuto, presidente Lions Zona 23. Dalla chiusura delle fabbriche, circa 25 anni fa, Crotone e provincia sono passate da realtà ridente ed avanzata della Calabria ad ultimo o quasi lembo d’Italia. In questi 25 anni le varie classi dirigenti che si sono succedute non sono state all’altezza del compito, non solo nel non sapere individuare una nuova via di sviluppo alternativo all’industria dismessa, ma non hanno avuto nemmeno la capacità di consolidare ed utilizzare produttivamente le vie di comunicazioni che la caratterizzavano collegandola in modo efficiente al resto del Paese. La Ferrovia che faceva capolinea a Crotone e la collegava quotidianamente con Roma, Torino, Milano e Bari e la Sicilia è divenuta un lontano ricordo. La stazione è divenuta il ricovero degli immigrati. Il Porto che movimentava nel Mezzogiorno, solo dopo Napoli, la più alta quantità di merci è divenuto una cattedrale nel deserto. L’Aeroporto è stato chiuso, alla Statale 106 non viene data nemmeno l’attenzione per la necessaria messa in sicurezza. In queste condizioni il Crotonese si è involuto avvicinandosi più all’Africa che al resto del Paese. Questa situazione, se non si inverte la rotta, costringerà i nostri giovani a continuare nei viaggi della speranza in Europa. Non tocca certo al Lions sostituirsi alle Istituzioni deputate a trovare le cure per sanare le malattie del proprio territorio, ma da associazione di volontariato più grande del mondo a noi tocca servire i bisognosi ed i nostri territori: in questo quadro la nostra iniziativa vale a suonare la sveglia nel tentativo di sensibilizzare le Istituzioni ed a mettere a loro disposizioni, come facciamo con questa iniziativa, le competenze eccellenti che il nostro territorio esprime e trovare insieme la via del nuovo sviluppo e non c’è dubbio che senza vie di comunicazioni non può esserci sviluppo. Quindi le infrastrutture rappresentano la prima condizione strategica dello sviluppo. Ammodernate e rese funzionanti le infrastrutture tutto è più facile, perché per fortuna il nostro territorio ha tutti gli ingredienti per essere rilanciato senza aiuti esterni: il mare e la costa, la montagna, l’agricoltura ed i suoi prodotti tipici, la sua storia dalla Magna Grecia ad oggi, i beni culturali, gli itinerari religiosi, la ricca presenza giovanile, etc., tutto ciò si traducono in una sola parola di sviluppo: Turismo».

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

lions crotoneDomani 8 febbraio, alle ore 17, presso l’Aula Magna dell’Istituto di Istruzione Superiore “M. Ciliberto – A. Lucifero”, si terrà un importante convegno medico dal titolo “il Diabete Mellito”, a cura del Lions Club VII Circoscrizione, Zona 23 che comprende i Lions Clubs di Crotone Host, Cirò Krimisa, Crotone Marchesato, Cropani-Botricello-Sellia Marina Medio Jionio. Parteciperà inoltre il Lions Club di Catanzaro Temesa della Zona 22. All’iniziativa, sponsorizzata dalla SpA Farmac – Zabban, hanno dato la loro Adesione l’Associazione nazionale marinai d’Italia- Sezione di Crotone, l’Associazione Nazionale Cavalieri della Repubblica Italiana-Sezione di Crotone, La Fondazione “Una casa per Rino” ed il Villaggio Santa Cristina. Perché i Lions si occupano del Diabete? «Perché il diabete – spiega un comunicato – insieme ai giovani, all’ambiente, alla vista ed alla fame sono i temi che il Lions Club Internazional ha lanciato ai propri soci nell’anniversario dei cento anni dalla sua nascita. Il diabete è una patologia cronica ad alta diffusione. Attualmente colpisce 422 milioni di persone di tutte le razze, di ogni ceto sociale ed età. Il diabete viene considerato come l’epidemia del secolo: 642 milioni di persone avranno il diabete entro il 2040. E’ la quarta causa di morte e si ritiene sia destinato ad aumentare la propria diffusione in rapporto al progressivo invecchiamento della popolazione. Nei diabetici i tassi di mortalità da cardiopatia ischemica sono almeno tre volte superiori a quelli rilevati nella popolazione generale. Il diabete ha un costo sociale molto elevato. Ai costi sociali si aggiungono: • riduzione della qualità della vita • perdita in termini di anni di vita (mediamente 5-10 anni rispetto ai non diabetici). Si stima che circa il 50% dei diabetici non sia a conoscenza del proprio stato. La diagnosi di diabete tipo 2 è preceduta, mediamente, da una fase di circa 7 anni in cui la malattia è silente ma il rischio cardiovascolare è già comparabile a quello del diabete noto. Modera il convegno il Dr. Francesco Palermo, mentre introduce i Lavori l’On. Giancarlo Sitra Presidente del Lions Club Crotone Host. Seguiranno gli interventi del Prof. Girolamo Arcuri Dirigente dell’Istituto di Istruzione Superiore “M. Ciliberto – A. Lucifero” del Dr. Santino Caccia Presidente Lions Club Crotone Marchesato e dell’Avv. Pietro Funaro Presidente Lions Club Cropani-Botricello Sellia Marina M.J. Seguirà la “lectio magistralis” sul “la clinica del diabete mellito” del Prof. Francesco Perticone, Ordinario dell’Università Magna Grecia di Catanzaro, ricercatore assiduo ed appassionato, conosciuto in ambito nazionale ed internazionale, alla guida della Società Italiana di Medicina Interna (Simi), , “ società medica italiana, che da sempre –per dirla con le stesse parole del Prof. Perticone- si contraddistingue per la costante attività di ricerca e per l’elevato profilo scientifico e culturale”. “La retinopatia del diabete mellito” sarà illustrata dall’oculista e Presidente del Lions Club Cirò Krimisa, Dr. Leopoldo De Martino, mentre “il diabete mellito nella realtà crotonese” presentato dal Salvatore Pacenza, Responsabile del Servizio Diabetologia Ospedale “San Giovanni di Dio” di Crotone. Il Dr. Roberto Iuliano, Presidente del Lions Club Catanzaro Temesa, Responsabile Lions VII Circoscrizione “Malattie Rare”, Dirigente Medico U.O.C. Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese Ciaccio” Catanzaro ci parlerà della “Prevenzione e degli Stili di Vita del Diabete. Concluderà i lavori l’Avv. Giuseppe Barbuto – Presidente Lions Zona 23».

 

 

Pubblicato in Attualita'

coldiretti calabria convegnoNon è usuale che si tiene un convegno e il sindaco della città che lo ospita non viene invitato. Magari può succedere il contrario e cioè che il sindaco viene invitato e decida di non partecipare. In ogni caso il nome del sindaco viene collocato tra gli invitati. Forse siamo di fronte ad una distrazione, ma il sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, non compare nel manifesto del convegno “Aprire i cantieri dell’acqua e… ripartire dalla Calabria” organizzato da Coldiretti Calabria e dall’Anbi Calabria. Tra gli invitati spiccano i nomi di Giuseppe Blasi, capo dipartimento del Mipaaf-politiche europee ed internazionali e sviluppo rurale e del governatore della Calabria, Mario Oliverio. Si parla di futuro ed investimento nel settore dell’agricoltura e manca il sindaco della città che ospita il convegno. Non risulta invitata nemmeno l’unica consigliera regionale espressione del territorio (Flora Sculco), che appartiene alla stessa area politica del sindaco Pugliese. Siamo di fronte ad una scelta precisa o ad una distrazione? Conoscendo la sensibilità degli organizzatori si opterebbe per una scelta.

 

 

 

Pubblicato in Politica

convegno autismo«Oggi non sottoscriviamo solo un semplice protocollo, ma fondiamo una impresa sociale destinata a sostenere le famiglie che vivono la realtà dell'autismo nella nostra comunità» lo ha detto il sindaco Ugo Pugliese in apertura del convengo promosso in occasione della Giornata mondiale per la sensibilizzazione sull'Autismo che si è tenuto nella sala consiliare del Comune di Crotone. Giornata che si celebra il 2 aprile. Proprio il due aprile il Palazzo comunale si è illuminato di blu, il colore scelto dall'Onu per coinvolgere le popolazioni sul tema. Ma la tenacia delle famiglie dell'associazione Autismo KR, presieduta da Giuseppe Vrenna, non si è fermata solo all'atto, pur fortemente simbolico, dell'accensione delle luci blu sulla facciata del palazzo di città. Si è voluta creare una rete che ha coinvolto i tre attori principali: le famiglie, la parte medica rappresentata dall'Azienda sanitaria provinciale e l'istituzione comunale. Insieme hanno sottoscritto un protocollo di intesa che coinvolge anche lo sportello provinciale sull'autismo ubicato presso l'Istituto Pertini-Santoni. Con la firma del protocollo di intesa, le parti assumono degli impegni precisi e specifici rispetto al tema. «L'Amministrazione comunale – riferisce una nota – sostiene e promuove sul territorio le iniziative promosse dall'associazione Autismo KR, verificando l'eventuale possibilità di accesso a fonti di finanziamento regionali, nazionali e comunitari ed attraverso i competenti Servizi sociali comunali raccoglie, elabora e fornisce i dati sull'incidenza della sindrome dell'autismo disponibili a livello del distretto socio-assistenziale di Crotone. L'associazione Autismo Kr si impegna a collaborare, nelle forme e con le modalità consentite dalle norme vigenti, con il gli Enti sottoscrittori del presente protocollo, per la "concretizzazione" di un supporto educativo e formativo efficace per le persone affette da disturbi dello spettro autistico. L'Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone, attraverso l'unità operativa di Neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza garantisce le procedure di diagnosi multidisciplinare, monitoraggio e interventi sinergici secondo procedure già operative e collaudate; individua i bambini e le scuole destinatarie del progetto; verifica le effettive competenze professionali e l' esperienza dei tutor; promuove, di concerto con l'Associazione Autismo KR, l'aggiornamento continuo ed ulteriori attività di formazione e tirocinio; incontra periodicamente il tutor e ne supporta l'operato con la consulenza di un neuropsichiatra infantile esperto e valuta i risultati del progetto verificando le acquisizioni individuali nelle aree di sviluppo e nelle aree funzionali e l'andamento dei problemi di comportamento, confrontando l'evoluzione della traiettoria dei risultati delle valutazioni iniziali a quelli finali di ogni bambino. Lo sportello provinciale autismo infine promuove la cultura della presa in carico, educativa e abilitativa, delle persone con disturbi dello spettro autistico nel personale della scuola e negli operatori che a vario titolo lavorano nelle istituzioni scolastiche, offre alle scuole della provincia formazione e consulenza didattica relativa ai problemi dell'inclusione degli studenti con disturbi dello spettro autistico,raccoglie, documenta e diffonde esperienze e buone pratiche, materiali, strumenti e informazioni, collabora con Asp, associazioni ed Enti che si occupano di persone con disturbi dello spettro autistico, favorendo il dialogo, la partecipazione, la sperimentazione e la condivisione delle proposte formative, educative ed informative e fornisce servizio di sportello d'ascolto per i genitori per supportarli nel rapporto scuola/famiglia, scuola/servizi socio-sanitari, scuola/servizi territoriali». Al convegno hanno partecipato, fra gli altri, Alessia Romano - assessore alle Politiche sociali del Comune di Crotone, Sergio Arena - commissario straordinario Azienda sanitaria provinciale di Crotone, Salvatore Bagalà - dirigente del dipartimento di Neuropsichiatria infantile dell'ospedale San Giovanni di Dio, Angelina Giaquinta - coordinatrice clinica dell'associazione Autismo KR.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'
Pagina 2 di 4