Domenica, 09 Agosto 2020

 

ATTUALITA' NEWS

pertini santoni studenti2Non è più autogestione. Sono attività formative gestite insieme da studenti e professori quelle che, da ieri, si svolgono presso l'istituto di istruzione superiore "Pertini-Santoni" di Crotone e andranno avanti per altri tre giorni. «Il termine tecnico dell'iniziativa - spiega una nota dell'istituto - è "cogestione" e si tratta di cinque giorni programmati e coordinati da ragazzi e insegnanti in cui l'offerta formativa si amplia. Perché la scuola, naturalmente, è per loro, la scuola è dei ragazzi. Fucina - commenta la nota - in cui esprimere le proprie passioni e la propria personalità. Con un disegno, con una canzone oppure con il prototipo di un oggetto d'arte. Sono tante le cose che stanno imparando gli studenti in questa scuola. Il senso di appartenenza e di identità è molto forte. E i ragazzi ci sono tutti. Fuori dalle aule, certo, tutti insieme. Tanto divertimento, musica, allegria. Stanno dimostrando che è possibile creare momenti ludici e didattici diversi dal solito. E non appare ma, dietro un'apparente semplicità, c'è tanto lavoro e grande impegno. La scuola - precisa il comunicato - ha fornito ai ragazzi strumenti, competenze e tutto quello che può essere necessario allo svolgimento delle 5 giornate che si concluderanno martedì 22 dicembre con una grande festa. Un evento culturale che inizia a dare frutti concreti. Escono fuori dai laboratori di musica, arte, fotografia, logica, sport, cinema. E sono i prodotti, gli elaborati che verranno esposti nella giornata finale di martedì. Ognuna delle 5 giornate si è svolta seguendo un filo conduttore, un tema dominante. All'istituto tecnico Cat e al Liceo artistico, della sede Santoni, la giornata odierna, denominata "Eco-logica-mente", è stata dedicata ad una ecologia attiva mediante varie attività volte alla sensibilizzazione della comunità studentesca, tra cui la pulizia delle aiuole della scuola. I ragazzi, armati di guantoni e sacchi della spazzatura stanno dando esempio di grande serietà e maturità. Divertimento, dunque, ma anche passione, lavoro e grande partecipazione da parte di tutti, corpo docente, collaboratori scolastici, alunni di tutte le classi. Anche Il nuovo dirigente scolastico Vito Sanzo - conclude il comunicato - è soddisfatto della riuscita delle attività che si allineano perfettamente alla mission dell'Istituto, caratterizzata per la creatività, dando insieme anche una ventata di novità».

 

 

Pubblicato in Attualita'

simone borrelliNei campi siriani, piccoli pappagalli verdi scoppiano nelle mani di bambini ignari. Che li raccolgono scambiandoli per giocattoli. Un tranello crudele, disumano, che procura loro la morte o, al meglio, la completa cecità. Un pugno allo stomaco. "Eddy" è questo, è molto di più che una storia. Ispirato al medico Gino Strada, fondatore di Emergency, il film è un grido disperato ed è una invocazione di pace. E' stato proiettato sabato mattina all'Apollo davanti a una platea di 300 studenti del Pertini-Santoni, dove era anche presente il regista e protagonista del corto, il crotonese Simone Borrelli, autore anche dei testi e delle musiche. Il film racconta di Rodrigo, giovane medico volontario in Siria dove, in un ospedale da campo, opera continuamente bambini colpiti da mine disseminate nel terreno, dalla forma di piccoli pappagalli verdi. Nell'ospedale ne arrivano tanti di bimbi ridotti in fin di vita o ciechi e Rodrigo fa tutto quello che può. Una storia triste, tragica, disumana, dal finale tenero e commovente. La macchina da presa si sofferma sulla purezza di due occhi di colore verde. Un colore che simboleggia. in questo caso, la vita. Gli occhi verdi sono infatti di quella stessa bimba che Rodrigo salverà, immolandosi al suo posto e buttandosi su un ordigno, una mina a forma di giocattolo, che la ragazzina stava per raccogliere nel campo. Molti gli applausi e tante le lacrime in sala. Piangevano tutti, piangevano i ragazzi e anche i professori e le professoresse che li accompagnavano. La fotografia, le scene, il racconto è andato dritto al cuore. Al termine della proiezione, gli alunni del Pertini-Santoni hanno posto numerose domande al regista che era in teatro e che ha risposto con calore a tutti loro. Sul palco gli organizzatori dell'evento hanno ringraziato il preside della scuola Vito Sanzo che ha consentito la partecipazione della scuola e i professori Maria Teresa Carvelli e Anna Lucia Perrupato. Si è appreso dal regista, incalzato dalle domande degli alunni, che le scene dei campi sono state girate tutte in Calabria, alcune anche nelle campagne crotonesi che somigliano nei colori e nelle asperità a quelle immaginate dal regista. Eddy è all'undicesimo sold out nel suo tour mondiale e ha vinto numerosi premi. E' sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana ed è stato proiettato in anteprima mondiale a Strasburgo il 15 ottobre 2014. Ha ottenuto il riconoscimento di "Film ufficiale dei Diritti umani" 2015 per il Consiglio d'Europa.

 

*Scritto con la collaborazione dell'alunna Maria Teresa Brescia (2^AL - Santoni Pertini)

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli
Pagina 2 di 2