Sabato, 11 Luglio 2020

ATTUALITA' NEWS

premio cantafora crotoneCelebrata la quarta edizione del premio "Gino Cantafora" dedicato alla memoria del grande archeologo subacqueo crotonese. La cerimonia si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri all’interno della sala consiliare del Comune di Crotone.
Il premio "Gino Cantafora" 2019 è stato conferito a Giuseppe Ceraudo, professore associato presso la Facoltà di Beni Culturali dell'Università del Salento e a Paolo Palladino, archeosub, presidente del Centro Subacqueo di Soverato. E' stato attribuito il premio speciale "Nemo", altro prestigioso riconoscimento dedicato, quest'anno, alla tematica della difesa del territorio ed attribuito al capitano Michele Filomena, comandante del Gruppo della Guardia di Finanza di Crotone. I premiati sono stati omaggiati con opere del maestro orafo Michele Affidato. Ha partecipato all'iniziativa l'atleta crotonese Salvatore Arabia vincitore nel 2017 del primo trofeo nazionale "Gianluca Genoni" conquistato nel lago d'Orta con un record d'apnea in assetto costante.
Nel corso dell'iniziativa, moderata dall'avvocato Rosario Lopez, sono intervenuti il promotore storico dell'evento Paolo Nereo Morelli e l'assessore alla Pubblica Istruzione Francesco Pesce. Paolo Nereo Morelli nel corso del suo intervento ha definito il Memorial "Cantafora" e il premio Nemo un evento nell'evento ed ha anticipato che nella prossima edizione ci sarà ancor di più uno stretto legame tra l'aspetto archeologico subacqueo e quello agonistico sempre legato alla valorizzazione e tutela dell'ambiente.
"Questo è evento particolare ed altamente emotivo che invita alla riflessione su un concetto pitagorico: conoscenza meditazione e azione. Gino Cantafora era un ottimo marito, padre, lavoratore, comunicatore, amante del mare, della natura, della vita. Un uomo di grande modestia e di profonda sensibilità. Con la sua professionalità ha realizzato un perfetto binomio tra terra e mare che si inserisce nel sacro"
Ha fatto del mare la sua ragione di vita. Mare spesso ignorato, maltrattato, o f f e s o che viene anche considerato una pattumiera. Ma all'uomo a volte indolente e indifferente si oppone un altro uomo come Gino Cantafora" ha detto l'assessore Franco Pesce nel suo intervento.
Sono molti i reperti scoperti e segnalati da Gino Cantafora, fra i quali colonne, resti murari, frammenti di doli, ancore, litiche, elementi architettonici, lastroni in pietra, relitti risalenti al periodo magno greco, molti dei quali conservati in un'area specifica del Museo di Capo Colonna.
A tale riguardo sia l'assessore che i convenuti hanno invitato la Sovrintendenza ad intitolare l'area stessa alla memoria di Gino Cantafora.
I premiati hanno elogiato il ruolo e la figura di Gino Cantafora non solo per il grande contributo che ha dato all'archeologia subacquea ma anche per l'aspetto umano e la sensibilità e la particolare attenzione che ha avuto nei confronti dell'ambiente in generale e del mare in particolare.
"E' stato un navigatore del tempo, il suo insegnamento è un modello nelle scuole ad iniziare dai bambini e sarà mia cura proseguire nel prossimo anno scolastico le iniziative per l'ambiente, per la tutela educative di sensibilizzazione che stiamo già proponendo anche approfondendo la figura di Gino Cantafora" ha concluso l'assessore Pesce
Molto apprezzato l'omaggio che artisti crotonesi hanno dedicato a Gino Cantafora esponendo proprie opere all'esterno della Sala Consiliare.
Hanno partecipato Anna Conforti, Antonino D'Urso, Alessandra Errigo, Gabriella Frustaci, Tonino Giampa, Teresa Grotteria, Paolo Nereo Morelli, Lucia Paglia, Giuseppe Papaleo, Franca Vrenna e Pagos.
Era presente all'iniziativa la moglie di Gino Cantafora che ha ringraziato tutti per il ricordo dedicato al marito.

 

 

Pubblicato in Attualita'

centro storico fiore 2018 presentazioneTorna la bellezza in città con la quarta edizione dell’evento "Centro storico in fiore" promosso dal Comune di Crotone, dall'istituto Pertini-Santoni e dall'associazione "Crotone in fiore". La manifestazione è stata presentata questa mattina presso la Sala Margherita dalla vicesindaco Antonella Cosentino, dall'assessore ai Quartieri Caterina Caccavari, dai docenti dell'istituto Pertini-Santoni Caterina Cotroneo, Armando Arcidiacono e Celeste in rappresentanza degli alunni dell'istituto. Sono proprio i ragazzi, ancora una volta, i veri protagonisti di questo evento che è entrato nella tradizione del maggio crotonese, partendo da un concorso destinato ai residenti relativo all'abbellimento dei balconi fioriti e che, negli anni, si è arricchito di numerose iniziative per la valorizzazione del centro storico cittadino. Proprio da questo punto è partita l'assessore alla Pubblica istruzione e cultura Antonella Cosentino nella sua introduzione: «Il centro storico è un luogo sul quale l'amministrazione ha incentrato la propria azione amministrativa non solo sostenendo iniziative come quella che presentiamo oggi ma anche predisponendo una azione specifica che riguarderà la sicurezza, la vivibilità e la cultura, grazie ad uno studio condotto dal mio assessorato e che si è avvalso della collaborazione di professionisti come il dottor Francesco De Marco. Centro storico in fiore è un ulteriore e significativo momento di valorizzazione che vede coinvolti principalmente i ragazzi, quest'anno coinvolgeremo gli alunni di tutte le scuole, ma anche i residenti, gli operatori commerciali, tutti coloro che amano il nostro bellissimo centro storico». Quindi le parole dell'assessore ai Quartieri Caterina Caccavari: «Il lavoro che stiamo mettendo in campo è quello di restituire la bellezza alla nostra città. Abbiamo lanciato di recente l'iniziativa "Coloriamo la città" con una specifica azione sul verde pubblico, ma anche di posizionamento di arredo urbano. Nel centro storico nello specifico stiamo incrementando l'azione di sorveglianza specifica attraverso l'attività del comando dei Vigili urbani, ma anche effettuando una maggiore pulizia e sistemazione dei luoghi. Fondamentale è la collaborazione dei cittadini». La professoressa Caterina Cotroneo, ispiratrice del concorso e quest'anno insignita dal Comune di Crotone del premio "Nuova consapevolezza a scuola" destinato al docente che si è distinto per aver promosso iniziative che hanno coinvolto gli alunni in azioni di cittadinanza attiva, ha illustrato il regolamento del concorso e le novità dell'edizione 2018 a partire dalla nascita dell'associazione "Crotone in fiore", formata proprio dagli alunni dell'Istituto che vogliono così dare continuità alla loro voglia di contribuire attivamente alla valorizzazione del centro storico cittadino. Il concorso "Centro storico in fiore" parte da oggi e si concluderà il 22 maggio prossimo. I residenti del centro storico, iscrivendosi ai sensi del regolamento pubblicato sul sito del Comune di Crotone (www.comune.crotone.it) e dell'istituto Pertini-Santoni (www.pertinikr.gov.it) potranno partecipare abbellendo i propri balconi con decorazioni floreali. I primi tre balconi fioriti riceveranno un'opera realizzata dal maestro orafo Gerardo Sacco presentate questa mattina, in anteprima, nel corso della conferenza stampa. Inoltre è previsto per il primo classificato un buono spesa di 150 euro, per il secondo di 100 e per il terzo di 50 ed un premio social per il balcone che riceverà più like sulla pagina Facebook di Centro storico in fiore. Uno degli eventi innovativi è "Muri di...versi": far scendere la poesia nelle strade, creare ai piedi della strada coreografie poetiche per i passanti, decorare man mano negli anni i vicoli del centro storico di Crotone con passi poetici. Il centro storico ospiterà i versi sulle mura esterne delle case, in modo che chiunque entri all'interno della "vecchia Crotone" possa essere accolto dai versi. Un cammino in versi dunque e una raccolta poetica a cielo aperto: qui le poesie si leggeranno sui muri. I passanti si fermeranno a leggere le poesie, qualcuno si lascerà trasportare dall'ispirazione. Una manifestazione originale, dove Bellezza e Poesia, escono dai libri per fondersi sui muri di Crotone. Saranno apposte sulle pareti del centro storico poesie o pensieri di autori locali che hanno donare una poesia alla nostra terra e manifestazione. Hanno già aderito i poeti Susy Savarese, Davide Zizza, Paola Deplano, Raffaella Trusciglio, Pasquale D'Emanuele, Noemi Carcea, Tiziana Stasi. Altri poeti potranno aderire nel corso dell'iniziativa. Sono previsti eventi nel centro storico con la partecipazione degli stessi poeti durante il mese di aprile e maggio con letture di poesie e la partecipazione di tutte le scuole cittadine.
"Un pensiero per il Centro Storico". Il maestro orafo Gerardo Sacco ha realizzato un'opera che sarà esposta presso il suo show room in via Paternostro per tutta la durata del concorso. Attraverso una apposita cartolina realizzata dagli alunni del laboratorio della creatività dell'Istituto Pertini i cittadini potranno esprimere un loro pensiero dedicato al Centro Storico Cittadino, lasciando la propria cartolina o presso lo Show room Sacco o presso altri punti che saranno successivamente indicati. Il migliore pensiero sarà premiato con l'opera del maestro Gerardo Sacco.
"Infiorata di maggio". Per la prima volta le strade cittadine ospiteranno la caratteristica infiorata che sarà realizzata in occasione del passaggio dell'effige della Madonna di Capo Colonna, Patrona della città.
L'iniziativa si svolge in collaborazione con la Confraternita mariana della Vergine di Capo Colonna ed è coordinata dalla professoressa Tiziana Pintimalli con gli alunni della classe 3C. Il professor Armando Arcidiacono ha illustrato l'iniziativa "Scorci del centro storico", una mostra di lavori pittorici realizzati dagli studenti del liceo artistico "Santoni rappresentante scorci dei vicoli della Crotone antica. Gli alunni stanno realizzando "sul posto" i propri dipinti che saranno successivamente esposti in una mostra presso la Casa della Cultura e diventeranno, in seguito, oggetto di una mostra itinerante. Ed inoltre i ragazzi del laboratorio della Creatività dell'istituto "S.Pertini", coordinati dal prof. Alberto Curcio, realizzeranno alcune decorazioni, come la creazione di mattonelle decorate a mano numeri civici, utilizzando materiale povero e riciclabile, per abbellire le vie del centro storico. Tutta la grafica dell'evento è stata realizzata dagli alunni coordinati dal professor Santino Cuozzo.

 

 

 

Pubblicato in Attualita'