Sei qui: HomeATTUALITA'Tiene testa la corrispondenza tradizionale nell'era del digitale: nascono appassionati, festival e soluzioni creative

Tiene testa la corrispondenza tradizionale nell'era del digitale: nascono appassionati, festival e soluzioni creative

Scritto da  Pubblicato in Attualita' Venerdì, 21 Giugno 2019 11:08

letteraLe prime tracce di un lontano “antenato” del moderno servizio postale vengono fatte risalire al 2000 a.C. e sono identificate con il ritrovamento di alcune tavolette d’argilla che gli archeologi rinvennero nel 1925 durante una campagna di scavi effettuata nel 1925 a Kutelpe (città che fu tra le più importanti fondante dagli Ittiti in Asia minore). A distanza di oltre 4 millenni il tradizionale scambio epistolare – foriero di appassionanti contatti diplomatici, famigliari, amorosi e amicali – trova la sua principale competizione oggi nella messaggistica digitale, resistendo comunque ad essa e confermandosi strumento privilegiato per un certo tipo di corrispondenze. Tanto da trovare anche un mercato e una produzione di buste e imballaggi che trovano soluzioni assai variegate e sempre più vicine agli utenti del servizio (come https://www.paesedellebuste.it/). Addirittura gli appassionati e le imprese specializzate nel settore si daranno appuntamento a Magione (Perugia) per il “Festival delle Corrispondenze” che è giunto nel 2018 alla sua VIII edizione. Oltre 24.000 sono le lettere scritte rigorosamente a mano negli ultimi 14 anni per il “Festival delle lettere”, la prima e unica manifestazione italiana dedicata alla scrittura in carta, penna e francobollo organizzata dall’Associazione 365GRADI (organizzazione non profit) in collaborazione con la Provincia di Milano e il Comune di Milano, con il Patrocinio della Regione Lombardia e il sostegno del ministero per i Beni e le attività culturali e del ministero della Giustizia. Questo per comprendere come ancora il servizio postale, pubblico o privato che sia, tiene ancora testa al sistema digitale che trasmette contenuti in tempo reale, ma che non può per sua natura rispondere alle esigenze di trasferimento materiale di merci e parole. Basti pensare alle tradizionali cartoline che percorrono migliaia di chilometri in tutto il Globo per giungere a destinazione in ragione di un ricordo tangibile da conservare e apprezzare nel prosieguo delle nostre esistenze. In Italia, verso la fine del ‘700 gli uffici postali del Regno di Sardegna introdussero l’annullo del francobollo con il timbro recante la data su due diversi tipi di “bollo” utilizzabili per la posta ordinaria e la franchigia (utilizzata per gli uffici pubblici esenti dal pagamento del servizio). Sicuramente il servizio postale fu il più importante strumento che legò anche molte esistenze di italiani in guerra e all’estero: grazie ai loro scambi epistolari è stato possibile ricostruire pezzi importanti della recente storia del Paese. Una curiosità in tal senso: nel 1964 e il 1979 furono oltre 150mila gli italiani all’estero che inviarono lettere a Gigliola Cinquetti vincitrice del Festival di Sanremo. Ben altri numeri rispetto ai dati dei traffici del web. Secondo l’Agcom, nel dicembre2018, 42,5milioni di utenti unici si sono collegati a Internet per oltre74 ore di navigazione per persona. A ciò, però si contrappone, l’andamento positivo dei ricavi per i servizi postali e corrieri espressi che, sempre a dicembre2018, nel complesso sono cresciuti su base annua del 2,9%. In crescita del 2,9% la componente dei ricavi ascrivibile agli altri servizi, in gran parte rappresentati dai servizi di «notifica a mezzo posta». Al di là dei numeri impressionanti di Internet, la corrispondenza tradizionale mantiene un ruolo centrale nell’intrattenimento dei rapporti a distanza fra individui che, la tecnologia e il buon gusto nei formati di buste e imballaggi, dovranno continuare ad assistere per molto tempo ancora.

 

 

Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".