Stampa questa pagina

Va avanti la corsa contro il tempo di "Radio Barrio" l'emittente web che si autosostiene

Scritto da  Pubblicato in Attualita' Lunedì, 22 Dicembre 2014 15:16

Cinquemila euro da raccogliere in 40 giorni per continuare ad ascoltare l'emittente radiofonica crotonese che trasmette da e per la rete.

barrio3Il direttivo del circolo Arci "Il Barrio" ha deciso di lanciare il progetto di crowdfunding Stay Tuned. Il crowdfunding, realizzato sulla piattaforma italiana eppela.com (http://www.eppela.com/ita/projects/1655/radio-barrio-stay-tuned), servirà per assicurare il necessario sostentamento alla programmazione annuale della radio. A spiegare il perché di questa iniziativa è Alfredo Lucente, presidente dell'associazione Il Barrio. «È l'unica via – spiega Lucente –. Allo stato attuale abbiamo grosse difficoltà, viviamo di sostegno da parte dei soci e di sostenitori esterni. Non siamo una radio commerciale aggiunge – il nostro obiettivo era quello di dare vita a un progetto che si occupasse di sociale. Siamo tutti volontari di un'associazione che ha spese annuali molto alte. Se non dovessimo raggiungere l'obiettivo e pagare dunque parte delle spese, rischiamo di chiudere". La web radio in poco meno di 20 mesi è riuscita a "ispirare" 30 programmi radiofonici e a raggiungere 100.000 contatti su Spreaker, la piattaforma che permette la trasmissione web. La programmazione è stata avviata nell'aprile 2013, e va in onda 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Non solo musica per radiobarrio.it, ma anche dirette esterne e speciali dedicati al mondo del sociale e workshop sul ruolo del mezzo radiofonico. La web radio made in Crotone, che conta 30 speaker, 20 programmi e decine di dirette radiofoniche, si auto sostiene. La sostenibilità del progetto si scontra con i costi di gestione, come il costo annuale dello streaming e dei tributi dovuti alle società di "tutela" dei diritti d'autore. Tuttavia allo stato attuale i finanziamenti sono esigui e le attività portate avanti dai soci del Barrio con enorme fatica rischino di chiudere. Per questa motivazione Un obiettivo di 5000 euro da raccogliere in 40 giorni. Da qui la decisione di avviare la campagna di raccolta fondi curata da Leonardo Torchia e Vincenzo Sorrentino. «Il crowdfunding è una sorta di condivisione – affermano i due speaker – dal momento che permette ai sostenitori di essere parte di un progetto. Radiobarrio.it è la radio di tutti, è un progetto che vuole continuare a crescere e rimanere connesso ai suoi sostenitori 24 ore su 24 e 7 giorni su 7». I sostenitori, in base alla quota versata, riceveranno inoltre una ricompensa: "Si parte dai ringraziamenti e si passa all'invio del calendario, di una guida viaggio, ma anche la spilletta e la maglietta del Barrio", hanno detto i due speaker. «La raccolta fondi – concludono Raffaele Drago, vicepresidente dell'associazione, e Gianfelice Gianquinta, componente del direttivo – servirà per pagare lo streaming annuale, il rinnovo delle licenze Siae ed Scf e l'abbonamento annuale ai servizi internet. Insomma i servizi che ci permettono di trasmettere e di entrare nelle case di tutti».

Ultima modifica il Lunedì, 22 Dicembre 2014 15:31
Giuliano Carella

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Sito web: www.laprovinciadicrotone.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultimi da Giuliano Carella

Articoli correlati (da tag)