Domenica, 07 Giugno 2020

affidato madonna czestocowaUna icona della Madonna di Czestochowa verrà apposta nella Basilica cattedrale di Crotone in segno del gemellaggio stretto tra i due santuari. «La Madonna – spiega una nota – come simbolo di unione tra il sud ed il nord dell’Europa, un ponte per il turismo religioso».

«A due anni esatti – informa una nota – dal gemellaggio tra i santuari della Madonna di Czestochowa e quello di Capocolonna la Chiesa crotonese e quella di Jasna Gora (Santuario dove viene venerata la Madonna di Czestochowa in Polonia) saranno di nuovo insieme per scoprire una copia del Quadro della Madonna Polacca che sarà collocato nella navata desta della Basilica Cattedrale di Crotone.
Come si ricorda la consegna della preziosa Icona è avvenuta un anno fa per mano dell’arcivescovo metropolita di Czestochowa Depo Waclaw nel santuario di Jasna Gòra al maestro orafo Michele Affidato.
Si tratta di una copia fedele dell’icona della Madonna Polacca donata alla Chiesa crotonese “come segno di amicizia tra i Popoli” e gratitudine per il gemellaggio e per quanto realizzato da Affidato per la Madonna di Czestochowa. Insieme al Quadro, il priore del santuario polacco Mariam Waligòra ha consegnato una lettera con la quale dichiarava: “Offriamo con gioia la copia dell’Icona della Madre di Dio di Czestochowa come il dono per sottolineare l’amicizia tra i popoli e figli di Maria come ci insegnava Giovanni Paolo II”.
Il gemellaggio tra i Santuari di Capocolonna e Czestochowa nasce e si consolida in occasione del prestigioso incarico conferito dai Paolini di Czestochowa al maestro orafo Michele Affidato, di realizzare i nuovi diademi per la Vergine di Czestochowa in occasione dello storico evento per tutta la nazione polacca del 300° anniversario della sua prima incoronazione avvenuta con diademi donati da Papa Clemente XI e trafugati nel 1909. I nuovi diademi sono stati benedetti prima del gemellaggio da papa Francesco.
Un incarico che per Michele Affidato non è stato un semplice lavoro, ma un vero e proprio cammino, prima spirituale e poi professionale. Infatti quando ha ricevuto l’incarico, consapevole di firmare una pagina di storia, si è fatto promotore con la Chiesa crotonese e quella di Jasna Gòra di un gemellaggio tra i Santuari della Madonna di Capocolonna e quella di Czestochowa, la Madonna tanto amata da Giovanni Poalo II. Un cammino questo supportato dell’arcivescovo di Crotone Domenico Graziani, don Serafino Parisi, rettore della Basilica Cattedrale di Crotone, don Bernardino Mongelluzzi, rettore del santuario di Capocolonna e monsignor Pancrazio Limina, presidente del Capitolo cattedrale.
Domenica 12 maggio, alle 18, in piazza Duomo, durante la liturgia pontificale l’icona della Madonna nera verrà benedetta dal cardinale Edoardo Menichelli e venerdì 17 maggio, subito dopo la santa messa delle ore 18.30, officiata dall’arcivescovo di Reggio Calabria Giuseppe Fiorini Morosini, verrà scoperta ai fedeli l’icona della Vergine di Czestochowa posizionata nella navata destra della Basilica cattedrale adiacente alla cappella della Madonna di Capocolonna. Saranno presenti le autorità civili e militari e i padri Paolini di Czestochowa. “Il mio impegno - commenta Michele Affidato - vuole essere un segno di amore verso la Madonna ed il mio territorio, ma è anche un’occasione di crescita e confronto tra questi due popoli che potrebbero presto aprire le porte del turismo religioso tra Crotone e Czestochowa, Santuario già gemellato con Lourdes, Fatima e Loreto, che oggi riceve circa sei milioni di fedeli all’anno provenienti da tutto il mondo”, conclude l’orafo».

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

affidato ronE' stato un finale di Festival grandioso per Michele Affidato che ha chiuso gli impegni che lo hanno visto protagonista alla kermesse come meglio non poteva. Tra gli incarichi che il maestro ha ricevuto quest'anno per il Festival di Sanremo quello per la realizzazione dei “Premi alla Critica Mia Martini” per le sezioni “Nuove Proposte” e “Campioni”, rappresenta il coronamento di un grandissimo lavoro, ripagato con la fiducia di chi sa come l'orafo lavora. Proprio per questo quel riconoscimento dedicato alla cara “Mimì” e che vale come una vittoria al Festival quest'anno è nato nel laboratorio di Affidato, creati dalle mani del maestro artigiano, un’opera che consiste in un bassorilievo in argento e foglia oro raffigurante il simbolo di Sanremo con sopra impressi il Leone e la Palma dipinto con smalti a fuoco. Il Premio della Critica viene assegnato ogni anno da quella che viene definita la “Sala Stampa”, ovvero i giornalisti specializzati chiamati a giudicare i bravi in gara alla kermesse canora più importante dell'anno. Quello che è stato assegnato per la sezione “Campioni” a Ron ha emozionato anche lo stesso Affidato, legato all'artista da un'amicizia ventennale. “E' un premio speciale per due motivi - ha detto il cantautore nel corso della consegna - Il primo è perchè volevo ricordare il grandissimo Lucio Dalla nel modo migliore e questo premio della Critica rende onore all’uomo e all’artista come nessun altro, Lucio sarebbe stato contento. Il secondo perché è stato realizzato da te Michele, ci tenevo tantissimo ad avere un’opera realizzata dalle tue mani dopo tutti questi anni di amicizia”. Ron ha convinto la Critica con “Almeno Pensami”, brano scritto nel 2012 proprio da Lucio Dalla. Nella sezione “Nuove Proposte” invece è stato vinto da Mirkoeilcane con il brano “Stiamo tutti bene”. É stata una settimana molto intensa per il maestro Affidato, si è aperta domenica con il taglio del nastro di Casasanremo insieme ad Elisa Isoardi e le autorità sanremesi per poi proseguire con la consegna di diversi premi commissionati per i tanti eventi che ruotano intorno alla kermesse. Tra questi il “Premio Numeri Uno - Città di Sanremo” consegnato quest’anno a Toto Cutugno, opera che raffigura una Palma affiancata dal numero “1” nel quale sono stati incastonati un fiore in argento ed un topazio azzurro che simboleggiano i fiori ed il mare della città di Sanremo. I premi “Dietro le Quinte” riconoscimento consegnato a coloro i quali lavorano attorno al Festival della Canzone e alla musica italiana, tra i premiati Giampiero Artegiani (Perdere l’Amore); Laura Cervellione (TG 24); Danilo Ciotti (Uffici Stampa); Nicoletta Mantovani (Fondazione Pavarotti) e Cristiano Minellono (L’Italiano). Per Casasanremo Affidato ha realizzato i premi “Soundies Awards” miglior videoclip per le categorie Giovani e Big. Per la sezione Big il premio è stato assegnato al gruppo “Lo Stato Sociale” mentre per le nuove proposte è andato a Mudimbi. Nel corso della settimana sono stati assegnati anche i premi Afi (Ass. Fonografici Italiani), con cui l’orafo collabora ormai da diversi anni, e che quest’anno ha visto tra i premiati Alice Caloi, Roby Facchinetti, Riccardo Fogli e Red Canzian. Altro premio è stato realizzato per il concorso “Musica contro le Mafie Words and Awards” andati a Picciotto con “Amarcord 2.0” ed a Chiara Effe con “Non son buono”. Non solo musica per il maestro Michele Affidato che ha fortemente voluto promuovere, in qualità di Ambasciatore Unicef, il convegno “Per una Integrazione che riguardi i diritti di tutti” al quale ha partecipato anche il Presidente nazionale Unicef Giacomo Guerrera. “Avere avuto l'onore di realizzare questi premi - commenta Michele Affidato - è una soddisfazione enorme. Quando ho saputo che sarebbe stato Ron con il brano di Lucio Dalla a riceverlo non ho trattenuto l'emozione, Ron è un caro amico e merita questo riconoscimento. Inoltre aver potuto rappresentare la grande Mimì, calabrese come me, è una sensazione indescrivibile e spero che i premi realizzati abbiano rappresentato al meglio la sua anima di artista. Per quanto mi riguarda – continua Affidato - è stato un Festival straordinario, abbiamo realizzato tanti premi, mantenuto l’impegno non solo artistico ma anche nel sociale. Sono contento anche perchè ho avuto modo di riabbracciare tanti amici che hanno fatto la storia del Festival come Gianni Morandi, con cui ho condiviso due Festival e che accoglierò il prossimo 15 marzo a Reggio Calabria in occasione del suo concerto, il grande Sergio Cammariere, Pippo Baudo che in passato ho avuto l’onore di premiare sempre a Sanremo e, infine ho avuto il piacere di conoscere chi ha reso indimenticabile questa edizione, ovvero Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Il Festival di Sanremo ti regala sempre emozioni uniche ed è una forma di ispirazione per ogni tipo di arte. Dopo un piccolo periodo di sosta inizierò a lavorare già alla prossima edizione, nella speranza che sia fortunata come questa”.

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

showroom affidato festa forze armate polizia sanfilippo nicolettiE' stato proprio lo showroom di Michele Affidato il luogo scelto dalla Polizia di Stato per mettere in bella mostra due divise storiche del Corpo, in occasione della giornata nazionale per la ricorrenza della festa delle Forze Armate. L'idea è stata promossa dal questore della Provincia di Crotone, Claudio Sanfilippo e accolta immediatamente dal maestro orafo crotonese che si è attivato insieme al suo staff per cercare di rendere omaggio al meglio ad una componente essenziale delle Forze dell'Ordine come la Polizia di Stato. Due manichini con indosso le divise d'epoca “accoglieranno” fino all’8 di novembre chiunque entrerà nello showroom di Michele Affidato, nel cuore di Crotone. Dichiara il questore Claudio Sanfilippo: “In questa importante ricorrenza densa di significati che riconosce alle Forze Armate il ruolo di tenuta e salvaguardia dei principi fondamentali su cui si fonda la nostra Repubblica, mi è particolarmente gradito poter esporre nello showroom del Maestro Affidato due nostre divise storiche, a testimonianza del diuturno impegno delle donne e degli uomini della Polizia di Stato che garantiscono, quale Forza Armata civile del Paese, la costante presenza sul territorio garantendo l’ordine e la sicurezza pubblica. Ringrazio Michele Affidato per aver accolto con entusiasmo il mio invito”. L'arte e la legalità sono due componenti imprescindibili per il nostro territorio, questo è il pensiero del Maestro orafo che si è mostrato immediatamente disponibile. “Sono convinto – conferma Affidato – che non può esserci sviluppo e crescita senza legalità. In questo senso la Polizia di Stato è impegnata ogni giorno in una battaglia quotidiana che combatte con passione e abnegazione, allo stesso tempo non mancano le iniziative di sensibilizzazione ed educazione alla legalità, soprattutto nei confronti dei giovani, che in un territorio come il nostro sono fondamentali”. Grande orgoglio inoltre per la scelta ricaduta sul suo showroom. “Inutile dire che il fatto di essere stati scelti – aggiunge Affidato – ci riempie di orgoglio e anche di responsabilità. Ospitare le divise d'epoca della Polizia di Stato, intrise della storia di un Corpo così importante per il nostro Paese, è qualcosa di entusiasmante. Ci accomunano i sani principi di legalità, il lavoro quotidiano e la voglia di ottenere risultati senza scorciatoie ma attraverso l'impegno e il sacrificio. Quello stesso sacrificio offerto dai tanti servitori dello Stato caduti nell’esercizio del proprio dovere e che noi vogliamo ricordare con questo piccolo, ma significativo gesto”.

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

Il maestro orafo crotonese ed il runner uniti per promuovere l'immagine di Crotone

 

argiro affidato2Da "Kroton" a New York. Dalla storia della Magna Grecia al simbolo dell'era moderna. Dopo migliaia di chilometri percorsi, allenamenti durissimi e tanti sacrifici riparte con tanto entusiasmo l'avventura del maratoneta crotonese Alfredo Argiró, anche quest'anno presente alla 47esima edizione della “TCS New York City Marathon”. Lo farà con un partner d'eccezione, perché quando si parla di Crotone nel mondo viene spontaneo pensare a Michele Affidato, che accompagnerà il runner crotonese nella Grande Mela. Il maestro orafo crotonese, conosciuto ormai in tutto il mondo, ha sposato il progetto del runner rossoblù di portare i colori dell’Italia, della Calabria e della città di Milone negli States. Un progetto nato ormai diversi mesi fa e che ha incuriosito particolarmente Affidato il quale ha sentito quasi il dovere di stare vicino a questo giovane a acheo dell'era moderna. La gara prenderà il via il 5 novembre dalla stupenda cornice del ponte di Verrazzano alle 9.40 in punto dopo l’esecuzione dell’inno nazionale statunitense e il colpo di cannone che darà lo start alla gara. Ai nastri di partenza circa 60.000 partecipanti circa 3000 italiani, motivo di vanto e di forte motivazione per Argirò sarà quello di arrivare tra i primi per far risplendere ancora una volta quel sapore di mito sportivo miloniano. “Ho accettato con grande piacere la possibilità di stare al fianco ad Alfredo in questa sua terza avventura in cui calpesterà il suolo dei cinque quartieri di New York - commenta Affidato - per poter diffondere maggiormente la nostra grande cultura sportiva, una sfida che da subito mi ha entusiasmato e non nascondo che potrebbe portarmi fisicamente nella prima domenica di novembre a sostenere il nostro concittadino durante la gara”. “Sono veramente orgoglioso che la classe, lo stile e l’arte di un maestro come Michele Affidato – aggiunge Argirò - abbia scelto me. Darò il massimo per rappresentare la mia città al meglio, far vedere la grandezza.

 

 

 

Pubblicato in Sport

affidato madonna czstochowa cattedrale«Non si è trattato di una 'semplice' opera d'arte, ma di qualcosa in più. Un vero e proprio cammino, prima spirituale e poi professionale». Così l'orafo crotonese Michele Affidato parla della realizzazione dei diademi per l'effige della Madonna di Czestochowa in occasione del 300/mo anniversario dalla prima incoronazione di quelli originari, donati da Papa Clemente XI e trafugati nel 1909. «Ho affidato - afferma l'orafo crotonese - questo prezioso incarico, tra i più importanti della mia vita fino ad ora, proprio a Giovanni Paolo II. Insieme allo staff abbiamo lavorato giorno e notte alla ricerca della perfezione e il risultato è stato davvero straordinario. Inutile dire che è stata un'emozione che non è possibile descrivere, qualcosa che ti cambia la vita. Questo non è stato un lavoro, è stato un dono della Madonna». In occasione dell'incoronazione è stato inoltre celebrato ufficialmente il gemellaggio tra la Madonna di Czestochowa e quella di Capocolonna.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

AFFIDATO MAGNA GRAECIA FILM FESTIVALTutto pronto per la XIV edizione del Magna Graecia Film Festival, kermesse che ospiterà artisti internazionali di altissimo profilo che dal 29 luglio al 5 agosto saranno presenti a Catanzaro, nella suggestiva location del porto marinaro. Non poteva mancare, naturalmente, l’arte del maestro orafo crotonese Michele Affidato, creatore delle ormai famosissime “Colonne d'Oro” che saranno assegnate a personaggi del cinema italiano ed internazionale. Quest’anno Affidato consegnerà una delle sue creature a Tim Roth, attore di grande fama che ha ottenuto nel ’96 la nomination all’Oscar per “Rob Roy” di Michael Caton-Jones ed ha interpretato tanti film di successo, come "La leggenda del pianista sull'oceano" di Giuseppe Tornatore. Alla conferenza stampa per la presentazione dell'evento erano presenti il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo, il vicesindaco e assessore alla Cultura Ivan Cardamone, l’assessore al Turismo Alessandra Lobello, il presidente del consiglio comunale Marco Polimeni, i consiglieri regionali Wanda Ferro, Mimmo Tallini e Baldo Esposito e l’ex presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Paolo Abramo, sempre vicino alla manifestazione e, naturalmente, il maestro orafo crotonese. La kermesse cinematografica, ideata e diretta da Gianvito Casadonte, si conferma sempre più internazionale e non poteva che essere Michele Affidato l’artista in grado di realizzare un premio all’altezza della situazione. Ma oltre a Tim Roth prenderanno parte al Festival anche Michele Placido, Riccardo Scamarcio, Alessio Boni, Alessandro Haber e Bianca Nappi e ancora Marco Bonini, Greta Scarano, Andrea De Sica, Ernesto Mahieux, Herbert Ballerina, Francesco Paolantoni, Massimo Poggio, Paolo Ruffini. Il Patron Casadonte si è riservato alcuni nomi di altri importanti ospiti che saranno comunicati nei prossimi giorni. L'edizione 2017 sarà legata al ricordo di uno degli interpreti italiani più conosciuti e apprezzati: Marcello Mastroianni. La giuria di quest’anno, il cui presidente onorario è Ettore Scola, sarà composta da Alessandro Haber, Alessio Boni, Sebastiano Somma, Antonello Fassari, Gianfrancesco Lazotti e Tonino Zangardi. Prestigiosa, infine, sarà la presenza dell’archeologo di fama mondiale Zahi Hawass che presenterà il dramma “Il loto e il papiro” scritto da Francesco Santocono. Ma il Magna Graecia Film Festival è solo il primo di una serie di appuntamenti importantissimi nell’agenda del maestro orafo crotonese reduce dal "World of Fashion" svoltosi nei giorni scorsi a Roma. In molte occasioni saranno presentate le sue nuove collezioni, ma non mancheranno nemmeno gli appuntamenti religiosi che il maestro crotonese ritiene vitali non solo dal punto di vista professionale ma soprattutto spirituale. A breve infatti avverrà l’incoronazione della Madonna di Czestochowa, “la Madonna tanto amata da Giovanni Paolo II” di cui l’orafo crotonese ha ricevuto il prestigioso incarico per la realizzazione dei nuovi diademi che firmeranno lo storico evento del 300° anniversario della prima incoronazione della Madonna polacca avvenuta per mano Papa Clemente XI°. In agenda ci sono anche il Premio Cassiodoro di Squillace, il Premio Alda Merini di Catanzaro, il prestigioso Premio Letterario Caccuri diventato uno dei premi di saggistica più importanti d’Italia dove con la sua “Torre d’Argento” saranno premiati personaggi illustri della letteratura italiana. In particolare quest’anno i tre finalisti saranno Giampiero Mughini, Antonio Padellaro e Giulia Innocenzi . Il “Pitagora d’argento”, opera realizzata per rappresentare la cultura della sua terra, sarà invece consegnato a diversi artisti tra cui Il volo, Nek, Mannarino, Renga, Mannoia, Piero Pelù, Benji & Fede, il Lyd-Edm Festival, Marra Guè, Mario Biondi ed altri ancora. Tra i tanti impegni spicca sicuramente la creazione di una scultura realizzata per la rassegna cinematografica “Le Giornate del Cinema di Maratea” che sarà consegnata a personaggi del gota del cinema italiano come Cristian De Sica e Leonardo Pieraccioni. Il dolcissimo tour de force estivo del maestro Affidato terminerà a settembre all’Arena di Verona dove con una sua creazione verrà assegnato un premio alla carriera ad un grande artista italiano.

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli
Pagina 1 di 6