Domenica, 07 Giugno 2020

pallone serie a 2019 2020Sono bastate due giornate per creare un distacco tra Juventus, Inter e Torino e il resto delle squadre di serie A. E’ stata una partenza bruciante, visto che già alla seconda di campionato abbiamo assistito a gare di assoluto livello quali Juventus-Napoli, terminata 4-3 per i bianconeri, e il derby capitolino, tra Lazio e Roma, conclusa con un pareggio per 1-1. L’unica squadra che non ha ancora realizzato una rete in campionato è il Lecce di Fabio Liverani, che è partita con due sconfitte rispettivamente contro Inter e Verona. Delle altre due neo-promosse, sia il Verona che il Brescia, hanno già vinto una partita, a differenza di Fiorentina, Spal, Cagliari e Sampdoria. Inizio non esaltante in particolare per la squadra di Eusebio Di Francesco, non solo in termini di classifica, ma anche di gioco.


Top e flop? Quali sono le squadre che devono migliorare lo score
La Sampdoria ha già incassato sette reti, così come il Napoli di Carlo Ancelotti, che però ne ha realizzate altrettante, mentre la Samp è riuscita ad andare in rete solo con il solito Fabio Quagliarella su rigore. Anche la nuova Roma di Paulo Fonseca non è partita al meglio, non tanto per il pari durante il derby contro una Lazio disposta meglio in campo e che può contare su schemi di gioco più collaudati, ma per via della prima uscita in casa contro il Genoa, terminata col risultato rotondo di 3-3. In generale sono stati realizzati molti gol, visto che il Napoli in due gare ne ha realizzati già sette, stessa cifra dei gol subiti; per quanto riguarda i pronostici scommesse calcio sarà piuttosto interessante stabilire le gerarchie per la parte alta e bassa della classifica, visto che il calendario per il momento ha favorito squadre come Verona, Bologna e Genoa, così come il Torino di Walter Mazzarri. Torino che, nonostante l’eliminazione durante i turni preliminari di Europa League, può comunque contare su una condizione atletica migliore, essendo appunta partita prima rispetto alle altre squadre di serie A. Un buon inizio di stagione anche per l’Inter di Antonio Conte, non solo per il punteggio pieno, ma anche per quanto visto sul terreno di gioco durante questi 180 minuti di campionato.


Le italiane impegnate in Champions League: esordio per l’Atalanta di Gasperini
L’Inter, così come Atalanta, Napoli e Juventus, dovrà iniziare subito dopo la sosta con il primo incontro di Champions League. Inizio importante per il Napoli, che giocherà la prima gara in casa contro i campioni d’Europa del Liverpool di Klopp, che i partenopei ritrovano, come era già successo durante la passata edizione. Anche l’Inter incontrerà nuovamente il Barcellona, anche se durante il primo turno l’avversario sarà lo Slavia Praga. La Juventus di Maurizio Sarri ritrova invece l’Atletico Madrid, avversario battuto durante gli ottavi di finale dello scorso anno, mentre l’Atalanta al suo esordio assoluto troverà in trasferta il Dinamo Zagabria. Il livello come per la passata stagione sarà naturalmente molto alto, con Roma e Lazio impegnate in Europa League, con la Lazio impegnata in trasferta contro il CFR Cluj e la Roma in casa contro il Başakşehir. Le competizioni europee saranno propedeutiche per farci entrare nel vivo della stagione calcistica 2019-2020, che è già partita in tutta Europa, con Premier e Bundesliga già avviate verso il sesto turno di campionato.

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

candigliota arbitroIndignazione nel mondo del calcio quanto accaduto all’arbitro donna, Annalisa Moccia, aggredita verbalmente da un giornalista nel corso dell’incontro Agropoli-Sant’Angelo, gara valevole per il campionato d’Eccellenza in Campania. Il telecronista ha definito «inguardabile» ed uno «schifo» l’assistente donna e l'Ordine dei Giornalisti della Campania lo ha sospeso. Protagonista in negativo della vicenda è il telecronista di una emittente locale salernitana Sergio Vessicchio. La reazione unanime di condanna per le offese subìte dall’arbitro non si è fatta attendere. L’Associazione italiana arbitri, tramite il suo presidente Marcello Nicchi, ha annunciato di aver avviato delle azioni volte a tutelare la sua associata .Brutto episodio a parte, Crotone vanta una grossa tradizione di arbitri donne. È giusto che queste cose non accadano più ed è per questo che vogliamo rendere omaggio a un nostro orgoglio, tutto di marca crotonese, distintasi nella categoria arbitrale. Crotone ha rappresentato e rappresenta nell’ambito degli arbitri, sia al maschile, che al femminile, una fucina importante per i fischietti italiani. La redazione sportiva della ProvinciaKr, ai tempi dell’edizione cartacea settimanale, ha fatto conoscere il percorso dell’arbitro crotonese Mafalda Candigliota ogni qualvolta ella ha diretto un incontro, anche di serie A femminile. Candigliota è stata un vero fiore all’occhiello della massima serie italiana con 30 incontri diretti. Era ritenuta direttore di gara indulgente, assai temuta dalle giocatrici, ma prodiga in quanto a imparzialità e durezza osservata in campo. A lei la Federazione nazionale degli arbitri si rivolgeva quando c’era da dirigere un incontro difficile, quale avrebbe potuto essere un derby. Tra gli incontri difficili da lei arbitrati figura Catania – Palermo. Questi sono gli arbitri femminili che s'incontrano sui campi di calcio a dirigere anche incontri maschili. A Crotone in serie B, in tanti incontri, il primo assistente di linea è stato una donna. Oggi esiste ancora chi pensa che la donna possa svolgere soltanto certe mansioni. La verità è che si predica bene su tutto, ma poi si vorrebbe mettere in atto la distinzione delle mansioni tra uomini e donne.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

pallanuoto allenamento pertiniDebutto storico in serie A2 della Metal Carpenteria Crotone in trasferta contro Acquachiara Napoli sabato 24 novembre. Perché tutto avvenisse nel modo migliore è stata fatta un’adeguata preparazione, per come la categoria impone, sotto la guida tecnica di Francesco Arcuri. Tutto stava filando per il meglio, ma con l’avvicinarsi del giorno del debutto è arrivata la doccia fredda che ha gelato l’entusiasmo della squadra e della società. Per motivi amministrativi, a conoscenza di tutta la Regione, è stato inibito alla Metal Carpenteria l’utilizzo della piscina olimpionica. Una vera mazzata che ha “stordito” la squadra di pallanuoto per quanto riguarda gli allenamenti. Crotone non ha un'altra vasca, oltre a quella della piscina olimpionica, non idonea nelle dimensioni come si conviene a campionati di serie B e A. La chiusura della piscina olimpionica ha significato fare girovagare la Metal Carpenteria R.N. Crotone per altre strutture fuori provincia, sottoponendo i ragazzi a un vero tour de force. Dopo la prima trasferta in Campania, la R.N. Auditore dovrà debuttare in casa contro la Telimar Palermo. In questa occasione i crotonesi avranno la possibilità di vedere la propria squadra di pallanuoto giocare in serie A2 a Crotone? Già in passato, anno 1975, l’allora R.N. “L. Auditore” ha dovuto rinunciare a giocare il campionato di serie B a Crotone per l’inadeguatezza dell’allora piscina coni di via Molo Sanità (la vasca era lunga 25metri e non 33 metri come deve essere in serie B e A). In queste condizioni, quello del 1975 è stato un campionato fantasma per i crotonesi. Quarantuno anni dopo (2016) la R.N. Auditore torna in serie B e dopo appena due campionati (2018) la promozione storica in serie A2. Il problema amministrativo non può privare la città di Pitagora di un evento storico. La piscina olimpionica deve essere riaperta per consentire alla Metal Carpenteria R.N. Crotone di disputare il campionato di A2 nella sua vasca, ed ai crotonesi di assistere alle partite. Il tema delle infrastrutture sportive, diciamolo, non sta rappresentando il “fiore” all’occhiello dell’attuale amministrazione. Il Palakrò è inidoneo quando piove e quindi inutilizzabile dalla pallamano e pallavolo; lo stadio Ezio Scida è provvisorio per quanto riguarda l’attuale struttura. A proposito dello stadio, fra sei mesi termina il campionato e la domanda nasce spontanea: riuscirà l’Amministrazione comunale a risolvere il problema dello Scida prima che inizi il campionato 2019/2020 o si devono fare altre manifestazioni per evitare che venga chiuso? Al momento esiste il problema più immediato della piscina che in mancanza di una soluzione positiva è da considerare anche la rinuncia al campionato di serie A2 da parte della società. In mezzo a tanti problemi che riguardano le infrastrutture sportive, un grosso in bocca al lupo alla Metal Carpenteria Crotone e che viva il lupo!

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

prefettura2Il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Cosima Di Stani, si è riunito stamane in Prefettura con l’intervento, oltre che dei vertici provinciali delle Forze di Polizia, anche del sindaco di Crotone, di un delegato della società “Crotone calcio”, del comandante della Polizia municipale di Crotone e di un dirigente dei lavori pubblici. Nel corso della riunione sono state discusse le misure necessarie in vista dell’incontro di calcio “Crotone-Juventus” di mercoledì 18 aprile affinché l'evento sportivo, con il richiamo atteso di pubblico, possa svolgersi in una cornice di sicurezza. In particolare è stata esaminata la situazione della viabilità urbana e dei parcheggi affinché l’afflusso dei tifosi possa avvenire in modo tranquillo nell’area prospiciente lo stadio. I dettagli organizzativi sono rimessi ad una successiva riunione tecnica del Questore per elevare gli standard di sicurezza nell’afflusso e deflusso dallo stadio, con il coinvolgimento della polizia municipale che interverrà lungo gli snodi di traffico principali della città. Il sindaco di Crotone ha assicurato, a tal fine, l’adozione di dispositivi di regolamentazione del traffico e della sosta degli autoveicoli sulla base di quanto sarà definito nel corso della riunione tecnica nonché dell’ordinanza di chiusura degli esercizi commerciali (bar) prossimi all’impianto.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

petardo beneventoLa Questura di Benevento ha individuato il tifoso del Crotone che ieri ha lanciato un petardo all'interno del terreno di gioco mentre era in corso il secondo tempo del match Benevento-Crotone, mentre e' in via di identificazione l'autore del lancio di un secondo petardo, verificatosi subito dopo l'inizio dell'incontro. Il tifoso calabrese e' stato denunciato per la sua condotta illecita e sottoposto a provvedimento di Daspo dal questore di Benevento. Il lancio del petardo ha provocato una breve interruzione della gara, poi vinta dai sanniti per 3-2. Il petardo ha stordito parzialmente, a causa del botto, il portiere della squadra di casa Puggioni. L'arbitro Rocchi ha sospeso il match per permettere i soccorsi al giocatore. Dopo il controllo dei medici, il gioco e' ripreso, e poco dopo Puggioni ha subito la rete del 2-2.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

presentazione metal carpenteria rari nantesAl via la nuova stagione della Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone. Migliorare il piazzamento dello scorso anno e tentare l’accesso ai play-off per la promozione in serie A. Questo l’ambizioso obiettivo con il quale è iniziato sabato scorso il campionato di serie B della Pallanuoto Crotone, la storica squadra della Rari Nantes, guidata anche quest’anno da Francesco Arcuri e che ha già dominato alla grande nella prima partita di campionato, vinta a Palermo contro il forte Cus.
Tantissime le novità di quest’anno, a cominciare dal main sponsor: la Metal Carpenteria che da proprio il nome alla squadra. Ma la lista di coloro che hanno deciso di sostenere le gesta degli atleti di mister Arcuri è più lunga: FORD Vumbaca Group S.p.A. e Tecnimp (Sponsor ufficiale), ZEUS SPORT (fornitore materiale ed attrezzature tecniche), Ninerallo srl, dott. Elia Diaco angiologia e medicina vascolare. Ma un ringraziamento speciale va anche a Easy Social job Factory, SFG srlu servizi fiduciari, Trony Crotone, Piservice, La drummeria, B&B il Nido, Eurobiochimica S.r.l. Tornando alla squadra, la rosa ufficiale è stata presentata questo pomeriggio nel corso di una apposita cerimonia che si è svolta presso la sede della Lega Navale di Crotone. Una rosa competitiva, costruita per tentare di vincere in ogni vasca, e che conta qualche nuovo importante innesto come il centrovasca Renè Bezic, 29 anni croato o l’italiano Gabriel Namar, attaccante di 24 anni. Ma che mantiene giocatori noti agli amanti della pallanuoto crotonese che in serie B possono fare la differenza quali Vincenzo Arcuri attaccante e capitano della squadra, il centroboa Francesco Graziani, il portiere Mattia Conti ed il difensore Riccardo Spadafora. A commentare la qualità della rosa è stato proprio l’allenatore Arcuri che ha detto: «Abbiamo costruito una rosa con delle ambizioni, ma preferiamo rimanere con i piedi per terra e pensare partita dopo partita. La gara di domani sarà da sudare fino all’ultimo secondo, come del resto tutte quelle che ci aspettano. Affronteremo il Catania che è una squadra allestita per vincere il campionato. Abbiamo bisogno di tutto l’affetto del nostro pubblico». Alla presentazione della squadra ha partecipato l’assessore allo sport Giuseppe Frisenda, ex atleta e appassionato di pallanuoto: «Per me è veramente importante stasera essere qui – ha ammesso – perché lo sport sta regalando tanto alla città di Crotone e ne vado fiero, soprattutto per il ruolo che ricopro». Il sindaco della città Ugo Pugliese ha voluto dare un incoraggiamento personale a: «Ragazzi portate in alto il nome di Crotone, perché nelle cose brutte il nome di Crotone vola, ed invece dobbiamo impegnarci molto affinché la parte più bella della nostra città venga fuori». Il presidente della società Emilio Ape ha voluto aggiungere: «Non potevo avere compagnia migliore quest’anno, e ringrazio tutti gli sponsor che hanno voluto sostenerci, una cosa per noi fondamentale. Quest’anno abbiamo un obiettivo non facile; l’anno scorso il nostro obiettivo è la salvezza. Ma quest’anno vogliamo fare qualcosa di più. Puntiamo in alto anche se sappiamo bene che le altre società si sono bene attrezzate anche in base al nuovo regolamento che prevede l’accesso ai play-off delle prime quattro squadre». Per gli sponsor Sergio Torromino di Metal Carpenteria ha voluto sottolineare che la vicinanza alla squadra è un omaggio alla città di Crotone e allo sport, e che è un modo per premiare gli atleti del loro impegno e dei loro sacrifici. Sono intervenuti poi Alessandro Marino di Ubi Banca, Salvatore Ranieri di Tecnimp, Matteo Ambrosio di Easy social Job Factory. Il sindaco Ugo Pugliese ha annunciato anche di aver presentato al Coni un progetto da due milioni di euro per la copertura della piscina olimpionica e per la creazione di spalti da mille posti. Daniele Paonessa, delegato Coni ha commentato: «Il progetto c’è, adesso bisogna fare di tutto per ottenere questo importante finanziamento».

 

LA ROSA AL COMPLETO:
Mattia Conti (portiere) 30 anni.
Pasquale Palermo (portiere) 25 anni.
Simone Sibilla (portiere) 18 anni.
Giuseppe Candigliota (difensore) 18 anni.
Bruno Ciligot (difensore) 18 anni
Mattia Cavallaro (difensore) 18 anni
Riccardo Spadafora (centrovasca) 29 anni
Renè Bezic (centrovasca) 29 anni
Daniele Fusto (centrovasca) 24 anni
Paolo Morrone (attaccante Mancino) 24 anni
Matteo Chiodo (attaccante mancino) 18 anni
Cesare Labonia (attaccante) 18 anni
Aldo Amatruda (attaccante) 18 anni
Federico Latanza (attaccante) 18 anni
Vincenzo Arcuri (attaccante) 38 anni
Gabriel Namar (attaccante/Centroboa) 24 anni
Francesco Graziano (Centroboa) 34 anni
Gianmarco Manna (Centroboa) 26 anni
Mario Lucanto (Centroboa) 18 anni
Gianmarco Fusto (Centroboa) 18 anni

 

 

 

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 6