Sei qui: HomeCRONACAAggredito con spranghe e catene l'uomo che aveva gettato l'acido sul volto del rivale in amore

Aggredito con spranghe e catene l'uomo che aveva gettato l'acido sul volto del rivale in amore

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Mercoledì, 15 Aprile 2015 15:39

carabinieri acido2E' stato aggredito in casa a Crotone dove si trova agli arresti domiciliari, Antonio Rizza, di 60 anni, detenuto per aver gettato dell'acido muriatico contro il volto di un cittadino polacco per rivalità in amore [LEGGI ARTICOLO]. Rizza, che ospitava in casa la vittima e la compagna, si era invaghito della donna. Tre uomini con il volto coperto e armati di spranghe e catene sono entrati nell'abitazione di Rizza e lo hanno aggredito procurandogli lesioni su tutto il corpo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno avviato le indagini sull'accaduto. Rizza è stato portato nell'ospedale di Crotone dove i sanitari lo hanno giudicato guaribile con una prognosi di 30 giorni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 15 Aprile 2015 15:57
Giuliano Carella

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Sito web: www.laprovinciadicrotone.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".