fbpx
Martedì, 16 Luglio 2024

CRONACA NEWS

Altro colpo al clan Grande-Aracri: 16 arresti, tra loro anche presunto boss Nicolino e fratello

Posted On Lunedì, 04 Gennaio 2016 08:58 Scritto da

grande aracri nicolinoScattata nella notte una vasta operazione dei Carabinieri del Comando provinciale di Crotone, con il concorso di quelli di Catanzaro, per la cattura di 16 persone tra presunti capi e gregari della cosca facente capo alla famiglia di 'ndrangheta 'Grande Aracri', attiva in provincia e con ramificazioni nel Nord Italia. Al blitz partecipano circa un centinaio di carabinieri, che stanno setacciando l'intera fascia dell'Alto Ionio calabrese. Gli arresti sono stati ordinati dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Catanzaro per i reati di associazione mafiosa, estorsione, usura e omicidio. L'indagine dei militari ha consentito di far luce sulle attività intimidatorie e predatorie del clan, compreso l'omicidio di un vecchio boss del Crotonese ritenuto esponente di spicco della vecchia guardia 'ndranghetista. I dettagli dell'operazione, denominata 'Kiterion II' saranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà alle ore 11 nella Procura della Repubblica di Catanzaro. Il boss Nicolino Grande Aracri e un fratello figurano tra le persone arrestate stamani. Un altro fratello del boss è invece indagato in stato di libertà. Nicolino Grande Aracri era già detenuto dovendo scontare alcune condanne per associazione mafiosa e perché coinvolto in altre inchieste, due delle quali coordinate dalla Dda di Bologna e Brescia sulle ramificazioni del clan in Emilia Romagna e Lombardia. Dall'inchiesta coordinata dalla Dda di Catanzaro è emerso il ruolo dominante che la cosca Grande Aracri aveva assunto non solo sulla provincia di Crotone, ma anche su quelle di Catanzaro, Vibo Valentia e Cosenza, oltre che nel nord Italia.