Sei qui: HomeCRONACAFurti d'energia elettrica ancora nel mirino dei carabinieri: una denuncia e un arresto a Scandale e Isola Capo Rizzuto

Furti d'energia elettrica ancora nel mirino dei carabinieri: una denuncia e un arresto a Scandale e Isola Capo Rizzuto In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Mercoledì, 13 Marzo 2019 17:45

carabinieri 112I carabinieri della locale Stazione di Scandale hanno denunciato all’Autorità giudiziaria un 56enne di Crotone, ritenuto responsabile di furto aggravato di energia elettrica. I militari, unitamente ai tecnici verificatori della società Enel Spa, in seguito all’ispezione eseguita presso l’abitazione di residenza, hanno accertato che l’uomo sottraeva fraudolentemente energia elettrica ai danni della società distributrice, mediante l’utilizzo di un by-pass.

Anche Isola di Capo Rizzuto episodio analogo dove i militari hanno arrestato un altro uomo per furto aggravato di energia elettrica. In stato arresto è finito un 54enne del luogo. I militari, sempre unitamente ai tecnici verificatori della società Enel Spa, in seguito all’ispezione eseguita presso l’attività lavorativa, hanno accertato che l’uomo sottraeva fraudolentemente energia elettrica ai danni della società distributrice mediante l’utilizzo di un by-pass.

 

 

 

 

Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Michele Affidato, orafo Crotone

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".