Sei qui: HomeCRONACANiente scherzi indesiderati a Ciro' per Carnevale: ordinanza del sindaco vieta la vendita a minori di bombolette e materiali considerati molesti

Niente scherzi indesiderati a Ciro' per Carnevale: ordinanza del sindaco vieta la vendita a minori di bombolette e materiali considerati molesti In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Martedì, 06 Febbraio 2018 18:54

carnevale bomboletteStretta sugli scherzi indesiderati a Cirò per il Carnevale 2018. È quanto stabilito nell'ordinanza emanata questa mattina dal Francesco Paletta. Il provvedimento ha durata fino a mercoledì 14. «Per garantire l'incolumità pubblica – spiega il sindaco – è vietata la vendita ai minori di 18 anni di bombolette, uova, farina, agrumi e spray contenenti schiumogeni o altri oggetti idonei ad offendere o molestare. È vietato a chiunque fare uso improprio, in luogo pubblico, dei suddetti oggetti. Il divieto mira ad emarginare episodi di vandalismo che, negli anni scorsi, si sono verificati durante le manifestazioni verso la collettività e il patrimonio pubblico. Tutti i trasgressori saranno puniti secondo la legge».

 

 

 

Ultima modifica il Martedì, 06 Febbraio 2018 19:01
Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".