Sei qui: HomeCRONACAOperazione ''Tisifone'', colpiti clan storici del Crotonese: sono una ventina i fermi disposti dalla Dda con decreto d'urgenza

Operazione ''Tisifone'', colpiti clan storici del Crotonese: sono una ventina i fermi disposti dalla Dda con decreto d'urgenza In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Giovedì, 20 Dicembre 2018 07:50

dda catanzaroSono una ventina i fermi disposti con decreto d'urgenza dalla Dda di Catanzaro nei confronti di esponenti dei piu' noti casati di 'ndrangheta del Crotonese nell'ambito dell'operazione chiamata in codice "Tisifone". Gli uomini della squadra mobile hanno bloccato alcuni omicidi che avrebbero potuto scatenare una guerra fra i clan. Si tratta di fatti di sangue, sostengono gli inquirenti, "in avanzata fase di pianificazione" che hanno indotto la procura catanzarese ad agire tempestivamente. I fermi hanno riguardato esponenti della 'ndrangheta di Isola Capo Rizzuto ed i loro alleati nei diversi centri della provincia. Nel territorio crotonese sarebbe maturati nuovi equilibri intorno alle attivita' illecite che avrebbero determinato contrasti fra le cosche.

 

 

 

 

Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".