Sei qui: HomeCRONACAPetilia frana ancora: altri 5 "squarci" nel terreno, evacuate 80 persone per danni ad abitazioni

Petilia frana ancora: altri 5 "squarci" nel terreno, evacuate 80 persone per danni ad abitazioni

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Lunedì, 16 Marzo 2015 16:37

Cinque frane si sono verificate nella zona centrale di Petilia Policastro dove sono state evacuate ottanta persone a causa di crolli e danni alle abitazioni. Ancora per degli smottamenti sono stati chiusi due stabilimenti produttivi. Sempre a Petilia Policastro, il 31 gennaio scorso, si era verificata una frana in località Foresta dove era crollata una abitazione. I tecnici del Comune hanno effettuato numerosi sopralluoghi e stanno valutando la situazione di altre strutture a rischio. Le persone che sono state evacuate hanno trovato ospitalità presso alcuni familiari, oppure in strutture messe a disposizione dal Comune di Petilia Policastro. «La situazione è molto grave - ha detto il sindaco di Petilia, Amedeo Nicolazzi - e non riesco a fronteggiarla con le sole risorse del Comune. Mi erano stati assicurati aiuto e fondi per fronteggiare il dissesto, ma ad oggi, nonostante i nostri progetti, sono stato lasciato completamente solo». Sono oltre una trentina le abitazioni che a Petilia, nelle ultime ore, hanno subito danni a causa di frane e di smottamenti improvvisi. I tecnici ed il personale del Comune hanno intensificato i controlli, anche se si susseguono le richieste di intervento per nuove frane e smottamenti. «In queste ultime ore - ha detto all'Ansa il sindaco - si sono aperte delle vere e proprie voragini che minacciano abitazioni e creano crolli continui. La situazione che mi trovo a fronteggiare - ha aggiunto il sindaco - è davvero molto difficile. Stamane c'e' stata una frana - ha reso noto Nicolazzi - ed i pilastri di un frantoio si sono piegati. Ci sono danni per milioni di euro. Oltre alla gravità della situazione delle famiglie, mi trovo a dover fronteggiare anche quella di strutture industriali i cui capannoni stanno subendo ingenti danni. Solo oggi ho dovuto emettere una ordinanza per la chiusura di due stabilimenti produttivi. In questo modo non riusciremo a salvare niente. Da noi è a rischio tutto il territorio comunale». Nicolazzi ha poi rivolto un appello anche alla Regione Calabria ed alla Protezione civile perchè «bisogna intervenire tempestivamente. Il mio timore - ha concluso - è per l'incolumità delle persone e per il futuro delle attività produttive della zona». 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica il Lunedì, 16 Marzo 2015 16:59
Giuliano Carella

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Sito web: www.laprovinciadicrotone.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".