Sei qui: HomeCRONACAPetilia Policastro, trovati dai carabinieri 16 lavoratori in nero impiegati presso due aziende affidatarie del servizio di mensa scolastica

Petilia Policastro, trovati dai carabinieri 16 lavoratori in nero impiegati presso due aziende affidatarie del servizio di mensa scolastica In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Venerdì, 22 Febbraio 2019 08:37

ispettore lavoroPETILIA POLICASTRO – Trovati dai Carabinieri 16 lavoratori in nero presso le mense scolastiche. I militari di Petilia Policastro, del Comando carabinieri tutela lavoro – Gruppo Napoli e nuclei Ispettorato del lavoro Crotone, Cosenza e Catanzaro, hanno controllato le due aziende di Petilia Policastro (KR) che sono affidatarie del servizio di mensa scolastica in quel comune. Nel corso dell’attività ispettiva, che ha riguardato sette strutture scolastiche di Petilia, oltre alle sedi principali delle due aziende, è stata accertata la presenza di 16 lavoratori in nero.
Pesanti le sanzioni amministrative contestate alle ditte, per un valore di 177.200 euro dovute alla maxisanzione per il lavoro nero che prevede sanzioni per scaglioni a seconda del numero di giornate lavorative prestate. Sono inoltre stati recuperati contributi previdenziali per 10.000 euro.

 

 

 

Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".