Lunedì, 01 Marzo 2021

 

 

CRONACA NEWS

Piazza di spaccio, armi e collegamenti con la 'ndrangheta: sgominata la gang di Fondo Gesu'

Posted On Martedì, 23 Febbraio 2021 11:41 Scritto da Redazione

Tutto ha avuto inizio nel dicembre 2016 col rinvenimento di un “copiata” nella casa di uno tra i principali indagati dell’operazione odierna (denominata Orso in memoria di uno dei carabinieri che hanno preso parte alle indagini e oggi purtroppo scomparso a causa di un malore improvviso) che ha fatto luce sulla piazza di spaccio del quartiere Fondo Gesu’ a Crotone.

Dalle prime luci dell’alba di oggi è stata così data esecuzione dai carabinieri della Compagnia di Crotone, con il supporto di personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria” e del 14° Btg. CC “Calabria”, all’ordinanza del gip di Catanzaro che ha disposto la misura cautelare custodiale nei confronti di 12 persone (di cui 9 in carcere e 3 agli arresti domiciliari) e la misura dell’obbligo di dimora nei confronti di una persona.

Per l'attività di spaccio, la gang si sarebbe servita purtroppo anche di due minori, parenti stretti degli indagati.

Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione armata finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, ricettazione, detenzione di armi da guerra e, due di loro, di partecipazione ad associazione mafiosa. Il provvedimento cautelare si fonda sulle investigazioni svolte, da dicembre 2016 a dicembre 2018, dalla Sezione Operativa del Norm della Compagnia di Crotone, dirette e coordinate dal procuratore della Repubblica Nicola Gratteri e dai sostituti procuratori Domenico Guarascio e Veronica Calcagno. L’attività investigativa ha avuto inizio sulla base degli esiti di una perquisizione domiciliare eseguita dai Carabinieri della Compagnia di Crotone nel quartiere “Fondo Gesù” nei confronti di Andrea La Forgia. In quella circostanza i militari sequestrarono tre pistole illegalmente detenute, complete di munizionamento, sostanze stupefacenti di diverso tipo, nonché un foglio manoscritto recante una cosiddetta “copiata”, ovvero un vero e proprio organigramma della consorteria di ‘Ndrangheta egemone nella città di Crotone, completo di nomi, cognomi e gradi rivestiti in seno all’associazione criminale.Le indagini condotte, consistenti tanto in attività intercettive dei colloqui in carcere, quanto in un’attività di videosorveglianza remotizzata svolta nel quartiere Fondo Gesù, hanno permesso di accertare l’esistenza di una associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare eroina, cocaina e marijuana, facente capo ai fratelli Andrea, Gianluca e Massimiliano La Forgia. Associazione, questa, che gestirebbe secondo gli inquirenti una piazza di spaccio, localizzata tra via Achille Grandi e la VI^ Traversa Bruno Buozzi (nel quartiere popolare alle porte di Crotone) avente orari quotidiani di apertura (alle 7) e di chiusura (alle 20). Le attività di videosorveglianza hanno così immortalato l’acquisto da parte degli associati di una mitraglietta “VZ61 Skorpion” calibro 7,65 Browning (arma da guerra clandestina), già sequestrata.Inoltre, le intercettazioni condotte in carcere, corroborate dalle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Francesco Oliverio, hanno portato ad appurare lo stabile inserimento di Gianluca e Massimiliano La Forgia nell’associazione di tipo ‘ndranghetista operante a Crotone, localmente denominata rispettivamente cosca Vrenna-Corigliano-Bonaventura – Ciampa’ e Megna.

Custodia cautelare in carcere:

  • Antonio Crugliano, 25 anni, di Crotone;
  • Andrea La Forgia, 52 anni, di Crotone;
  • Ferdinando La Forgia, 33 anni, di Crotone;
  • Gianluca La Forgia, 37 anni, di Crotone;
  • Massimiliano La Forgia, 45 anni, di Crotone;
  • Francesco Taverna, 24 anni, di Crotone;
  • Luciano Vaccaro, 38 anni, di Crotone;
  • Maurizio Valente, 38 anni, di Crotone;
  • Umberto Vona, 33 anni, di Crotone.

Arresti domiciliarii:

  • Salvatore Carrozza, 48 anni, di Crotone;
  • Palmina Laudari, 44 anni, di Crotone;
  • Felice Perna, 31 anni, di Crotone;

Obbligo di dimora:

  • Marco Medaglia, 29 anni, di Crotone.