Italian Dutch English Russian Spanish
Sei qui: HomeCRONACAPresunto terrorista iracheno guardava video Isis, inneggiava a stragi e si vantava. Era stato controllato a Roma piu' volte

Presunto terrorista iracheno guardava video Isis, inneggiava a stragi e si vantava. Era stato controllato a Roma piu' volte In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Lunedì, 19 Giugno 2017 10:12

polizia piazzale catanzaro procuraGuardava video dell'Isis, anche i piu' cruenti, e inneggiava alle stragi il cittadino iracheno, ospite del centro d'accoglienza di Isola Capo Rizzuto (Kr) arrestato oggi dagli agenti della Digos di Crotone. L'uomo, in piu' occasioni, avrebbe apertamente manifestato la sua appartenenza al sedicente stato islamico, come risulterebbe dalle indagini degli agenti. Un soggetto, dicono gli inquirenti, "particolarmente violento e pericoloso, dedito alla quotidiana visione di video oltremodo cruenti riconducibili all'estremismo islamico". Sul suo profilo Facebook postava filmati riconducibili al califfato islamico, volti all'esaltazione degli attentati terroristici eseguiti da affiliati dal Daesh in tutto il mondo, compreso quello compiuto a Manchester il 22 maggio scorso, costato la morte di 23 persone e 122 feriti gravi. L' iracheno, davanti alle immagini sugli effetti della strage, esultava inneggiando alla "Jihad" con le usuali frasi pronunciate in occasione di atti terroristici e di martirio. Le convinzioni religiose riconducibili all'Islam piu' radicale condivise dall'uomo emergono anche dall'azione di proselitismo svolta in merito all'attivita' dello stato islamico, alla natura e alle "giuste" finalita' del califfato. Nel corso di una conversazione captata dagli inquirenti, l'uomo disse alla sorella che, nonostante qualcuno gli avesse chiesto di rientrare nel suo paese d'origine per prendere parte attivamente alla "guerra santa", la sua condivisione ai principi sottesi alla Jihad, lo avrebbe spinto a rimanere in Italia in quanto la sua missione sarebbe stata quella di "redimere gli infedeli", dicendo espressamente, che "a queste persone dovrebbe essere tagliata la gola". Andava in giro con la barba lunga ed il tipico abbigliamento jihadista per creare allarme, al punto che in occasione di un viaggio a Roma la Polizia lo avrebbe fermato piu' volte per controllarlo. E' quanto emerge ancora dalle indagini svolte dalla Digos crotonese e coordinate dalla Dda di Catanzaro. L'uomo si vantava del suo viaggio effettuato nella capitale il 22 marzo scorso come emerge da una conversazione ambientale. In particolare raccontava al suo interlocutore che, mentre passeggiava tra le vie della citta', la barba lunga e con una busta in plastica, aveva determinato allarme, tanto che la polizia lo avrebbe controllato piu' volte. Quello, diceva, era il suo obiettivo: creare allarme e tensione in questo particolare periodo di ripetuti attacchi terroristici anche individuali. Sul suo smartphone l'uomo aveva numerosi video riconducibili all'ideologo Mullah Krekar, considerato uno dei principali ideatori dello stato islamico in Kurdistan.

 

 

 

 

Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

ROMANO 600x300 rid

bioimis 29062016

------------

balestrieri gif

------------

effemme box 300x250------------

archivio storico crotone

------------

gabbiano box 300x250

------------

cantiere crotone 300x250

  • GIULIANO CARELLA

    seguimi

  • ANTONIO CARELLA

    seguimi

  • MARINA VINCELLI

    seguimi

  • GIUSEPPE LIVADOTI

    seguimi

  • ROMANO PESAVENTO

    seguimi

  • REDAZIONE

    seguimi

  • RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

    seguimi

  • gaetano megna avatar

    GAETANO MEGNA

    seguimi

  • paolo pulvirenti avatar

    PAOLO PULVIRENTI

    seguimi

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • DA 23 ANNI SUL TERRITORIO CROTONESE

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".