Italian Dutch English Russian Spanish
Sei qui: HomeCRONACAProcesso "Insula": dopo l'assoluzione in primo grado per l'ex sindaco Girasole, ammesse nuove prove in Appello su richiesta del pg Curcio

Processo "Insula": dopo l'assoluzione in primo grado per l'ex sindaco Girasole, ammesse nuove prove in Appello su richiesta del pg Curcio In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Lunedì, 13 Novembre 2017 17:09

carolina girasole2La corte d'Appello di Catanzaro, riguardo al processo di secondo grado "Insula" – che vede imputati tra gli altri l'ex sindaco di Isola Capo Rizzuto, Carolina Girasole, suo marito Franco Pugliese e diversi esponenti del clan Arena, tra i quali il boss Nicola Arena e i figli Pasquale e Massimo Arena – ha accolto la richiesta del procuratore capo di Lamezia Terme, Salvatore Curcio, applicato come procuratore generale, di rinnovare l'istruttoria dibattimentale, ammettendo le prove richieste dall'accusa e anche quelle della difesa (testi e intercettazioni). Il prossimo 22 gennaio verranno ascoltati in aula i collaboratori di giustizia Giuseppe Giglio, imprenditore crotonese arrestato nell'ambito dell'operazione Aemilia condotta dalla Dda di Bologna, e Giuseppe Liperoti, genero di Antonio Grande Aracri che è, a sua volta, fratello del boss di Cutro Nicolino Grande Aracri. Non sono state ammesse a dibattimento le intercettazioni avvenute nell'auto di Maurizio Greco e l'interrogatorio di Pasquale Arena. In primo grado Carolina Girasole e suo marito sono stati assolti, rispettivamente per non aver commesso il fatto e perché il fatto non sussiste, dal Tribunale di Crotone dalle accuse di corruzione elettorale, turbativa d'asta e abuso d'ufficio. In primo grado andò il boss Nicola Arena e i figli Pasquale e Massimo Arena e Antonio Demeco (accusati di associazione mafiosa) furono condannati, invece, per la sola turbativa d'asta a 3 anni e 6 mesi di carcere. L'ex sindaco Girasole, che è stata per anni un simbolo dell'antimafia, venne posta agli arresti domiciliari nel dicembre del 2013 nell'ambito dell'operazione "Insula", coordinata dalla Dda di Catanzaro. Secondo l'accusa sarebbe stata eletta con i voti del clan Arena e in cambio avrebbe assicurato "il mantenimento di fatto del possesso dei terreni confiscati a Nicola Arena, la loro coltivazione a finocchio e la relativa raccolta dei prodotti inerenti all'annata agraria 2010".

 

 

 

 

Ultima modifica il Lunedì, 13 Novembre 2017 17:35
Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

ROMANO 600x300 rid

bioimis 29062016

balestrieri gif

effemme box 300x250

CISL GIF

archivio storico crotone

banner box cgil

gabbiano box 300x250

  • GIULIANO CARELLA

    seguimi

  • ANTONIO CARELLA

    seguimi

  • MARINA VINCELLI

    seguimi

  • GIUSEPPE LIVADOTI

    seguimi

  • ROMANO PESAVENTO

    seguimi

  • REDAZIONE

    seguimi

  • RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

    seguimi

  • gaetano megna avatar

    GAETANO MEGNA

    seguimi

  • paolo pulvirenti avatar

    PAOLO PULVIRENTI

    seguimi

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • DA 23 ANNI SUL TERRITORIO CROTONESE

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".