Sei qui: HomeCRONACARoccabernarda, aveva estirpato tutta la macchia mediterranea per trasformare un bosco in area coltivabile: denunciato

Roccabernarda, aveva estirpato tutta la macchia mediterranea per trasformare un bosco in area coltivabile: denunciato

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Giovedì, 19 Luglio 2018 16:39

macchia mediterranea bosco roccabernarda carabinieriCon l'obiettivo di trasformare un bosco in un'area coltivabile, aveva estirpato tutta la macchia mediterranea presente. E' accaduto a Roccabernarda (Kr), in localita' Foresta. Il mutamento di destinazione e' stato scoperto dai militari della stazione carabinieri forestale di Santa Severina durante un servizio di controllo del territorio. Dagli accertamenti e' emerso che l'attivita' era stata autorizzata, ma la documentazione presentata non sarebbe stata regolare. La consistenza reale della vegetazione, costituita da specie arboree e arbustive della macchia mediterranea, infatti, non era stata qualificata correttamente. Le norme vigenti assimilano a bosco, a tutti gli effetti, la macchia mediterranea. Il proprietario dell'area, un imprenditore agricolo residente a Roccabernarda, e' stato denunciato per violazione della normativa ambientale-paesaggistica.

 

 

 

Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".