Sei qui: HomeCRONACASbarco migranti a Gabella, fermati due uomini di nazionalita' ucraina con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Sbarco migranti a Gabella, fermati due uomini di nazionalita' ucraina con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Martedì, 16 Ottobre 2018 16:41

questura volanteDue uomini di nazionalita' ucraina, rispettivamente di 47 e 45 anni, sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Secondo quanto accertato dagli investigatori della squadra Mobile di Crotone e dai militari della Sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Crotone si tratta degli scafisti che nella notte di domenica scorsa hanno condotto sulla costa crotonese un'imbarcazione a vela con a bordo 80 migranti di nazionalita' afgana, irachena, pakistana e dello Sri Lanka. La barca si e' arenata sulla spiaggia di localita' Gabella. Nello stesso gruppo di migranti, inoltre, sono stati denunciati a piede libero due cittadini iracheni per ingresso illegale nel territorio dello Stato italiano.

 

 

 

Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

balestrieri gif

------------

effemme box 300x250------------

archivio storico crotone

------------

gabbiano box 300x250

 

bonus pubblicità 2018 laprovinciakr verticale 1

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXV Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".