Sei qui: HomeCRONACASequestrato fabbricato abusivo in fase di completamento in localita' Sovereto: denunciato 51enne imprenditore agricolo

Sequestrato fabbricato abusivo in fase di completamento in localita' Sovereto: denunciato 51enne imprenditore agricolo In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Martedì, 29 Gennaio 2019 18:08

manufatto abusivo soveretoISOLA CAPO RIZZUTO - Un fabbricato abusivo in fase di completamento è stato sequestrato dai carabinieri forestale in un'area rurale di località Sovereto a Isola Capo Rizzuto. Il presunto committente dei lavori, un imprenditore agricolo di 51 anni, è stato denunciato per costruzione abusiva. I militari, nell'ambito delle attività di controllo mirate a prevenire e reprimere gli abusi edilizi hanno individuato il manufatto che è risultato privo delle previste autorizzazioni. Il fabbricato, destinato presumibilmente ad ospitare un allevamento zootecnico per la produzione di latte, è stato realizzato con blocchetti di calcestruzzo su una superficie di sei metri per venti, presenta i muri intonacati all'interno e all'esterno e una copertura a una falda realizzata con pezzi in lamiera.

 

 

 

Ultima modifica il Martedì, 29 Gennaio 2019 18:16
Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Michele Affidato, orafo Crotone

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".