Lunedì, 18 Gennaio 2021

CRONACA NEWS

Settantenne di Scandale trovato in possesso di tre pistole clandestine: arrestato dai Carabinieri, patteggia due anni nel processo per direttissima

Posted On Giovedì, 21 Settembre 2017 17:36 Scritto da

carabinieri armi scandaleTrovato in possesso di tre pistole clandestine, arrestato dai Carabinieri. I Carabinieri della Stazione di Scandale in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo hanno tratto in arresto ieri mattina Francesco Bomparola, di 70 anni, gravato da precedenti di polizia, per detenzione illegale di armi. Nella mattinata di ieri, infatti, la Compagnia carabinieri di Crotone aveva disposto un servizio di verifica sulle condizioni di detenzione autorizzata di armi da parte di soggetti dimoranti nel Comune di Scandale. All’arrivo dei militari, Bomparola ha subito mostrato un nervosismo ingiustificato che ha spinto i Carabinieri, guidati dal comandante di Stazione Pasquale Castellana, a svolgere controlli più approfonditi. Una volta controllate le armi legalmente detenute (4 fucili da caccia, una carabina, una pistola e 300 cartucce), si è dato luogo a una vera e propria perquisizione volta alla ricerca di ulteriori armi. L’attività ha dato immediatamente esito positivo poiché, dopo alcuni tentennamenti, Bomparola ha consegnato su richiesta di militari una pistola semiautomatica calibro 7.65, illegalmente detenuta, nascosta in un cassetto presso la propria abitazione. La perquisizione è stata quindi estesa anche presso l’azienda agricola dell'anziano, dove sono state rinvenute altre due pistole, modello revolver, nascoste in un armadio metallico contenente documentazioni fiscali. Le tre armi riportavano la matricola impressa, ma non il segno del banco di prova, ne’ della casa produttrice, per cui, probabilmente risultando delle armi assemblate con pezzi di diversi modelli, di fatto sono state considerate clandestine. Ciò ha portato all’arresto di Bomparola per detenzione illecita di armi clandestine, ricettazione delle stesse e per possesso di una settantina di munizioni. Le armi legalmente detenute sono state anche sequestrate per il venir meno dei requisiti di legge. L’uomo, su disposizione del pubblico ministero di turno, Alfredo Manca, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo tenutosi questa mattina a seguito del quale, Bomparola, ha patteggiato, con pena sospesa, due anni di reclusione.