Sei qui: HomeCRONACASimula rapina e lesioni al Pronto soccorso per ritardare pagamenti a finanziarie: denunciato un cittadino crotonese di 29 anni

Simula rapina e lesioni al Pronto soccorso per ritardare pagamenti a finanziarie: denunciato un cittadino crotonese di 29 anni In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Mercoledì, 07 Novembre 2018 13:17

polizia pronto soccorsoUn uomo e' stato denunciato da personale della Squadra mobile e della squadra volante della Questura di Crotone per procurato allarme. L'uomo, un cittadino crotonese di 29 anni si e' recato al pronto soccorso dell'ospedale cittadino con dei vistosi graffi al volto, raccontando di essere stato avvicinato sulla ss 107 Silana-Crotonese, poco prima, da un'autovettura, il cui conducente lo aveva costretto a fermarsi per poi picchiarlo fino a fargli perdere conoscenza, rapinandolo della somma di 1.400 euro. La presunta vittima dell'aggressione, nelle ore successive, messa alle strette dagli inquirenti per niente convinti del suo racconto, ha confessato di essersi provocato lui stesso le lesioni al volto e di aver inventato il tutto nel disperato tentativo di rinviare dei pagamenti relativi a delle finanziarie in scadenza.

 

 

 

Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".