Lunedì, 18 Gennaio 2021

CRONACA NEWS

martella spogliatoiLa 32.esima giornata di Serie B andrà in scena allo stadio Ezio Scida domani, a partire dalle ore 17.30, col match tra Crotone e Pescara. Ex della partita saranno i difensori Mazzotta e Crescenzi. Tra i rossoblu' rientra l'attaccante Budimir, assenti perche' squalificati Capezzi, Salzano, Di Roberto.


Probabili formazioni:
Crotone (3-4-3): Cordaz, Tena, Claiton, Ferrari, Balasa, Paro, Barberis, Martella, Ricci, Budimir, Palladino (Stoian). All. Juric
Pescara (4-3-1-2): Fiorillo, Vittorini, Zuparic, Fornasier, Mazzotta, Torreira, Mitria, Memushaj, Benali, La Padula, Caprari. All. Oddo

 

Arbitro: Fabio Maresca di Napoli
Coll. Matteo Bottegoni (Terni)- Damiano Di Iorio (Verbania)
Quarto giudice: Daniele Martinelli di Roma 2

 

Il pre-partita.
All'andata fu un pesante 4-1 in favoe degli abruzzesi che costo' la leadership al Crotone e la seconda sconfitta stagionale per gli squali. Un passivo identico a quello scaturito all'Ezio Scida anche la passata stagione. Il Pescara si presenta all'Ezio Scida senza vittorie da sette giornate (4 sconfitte, 3 pareggi), col rischo di rimanere fuori dai play-off e panchina del tecnico traballante. Una crisi di risultati quella degli abruzzesi che di fronte alla capolista Crotone cercheranno di tradurla in un gioco rabbioso per tornare al successo e quindi quietare la contestazione dei propri tifosi. Tutto questo, pero', non impensierisce mister Juric ed i suoi uomini che, pur rispettando gli avversari, intendono mantenere la leadership della classifica. Sara' un Crotone con gli uomini contati a causa dei tre squalificati, Capezzi, Salzano, Di Roberto (per l'occasione si ringrazia l'arbitro Rosario Abisso di Palermo). Assenze importante che non impediranno a mister Juric di allestire una formazione competitiva.

 

Torna disponibile l'attaccante Budimir e fin dall'inizio potrebbero essere schierati i centrocampisti Barberis, Paro e Stoian. Ancora inutilizzabile per motivi fisici il centrocampista Fazzi (problemi al flessore sinistro). Da quando il giocatore e' a Crotone ha accumulato una sola presenza in panchina alla ventiquattesima giornata contro il Perugia. Tra gli ospiti manchera' per infortunio il difensore Coda e per motivi tattici non e' certa la presenza iniziale del centrocampista Bruno. I probabili sostituti Zuparic e Mitra. Ma per quanto riguarda difesa e centrocampo mister Oddo puo' contare sul recupero dell'ex rossoblu' Cescenzi, Zampano (ha scontato la squalifica) e Verre. Per il difensore pitagorico Bruno Martella e' una partita importante per entrambe. Il Pescara si gioca i play-off e questo e' fondamentale per la loro prestazione. Hanno un trio d'attacco che segna molto, in particolare La Padula bomber del campionato. Noi dice sempre Martella, continueremo a giocare senza fare calcoli fine al termine della stagione sapendo che sara' un finale denso di emozioni e non privo di sorprese. Buona la mia condizione fisica come il resto della squadra.


Mister Juric si aspetta il miglior Pescara. «E' una squadra - ha affermato - tra le migliori per i giocatori che ha. Fanno la differenza in ogni momento della partita. A Brescia ho visto un buon Crotone nei primi trenta minuti. Poi l'uomo in meno ci ha penalizzati, ma nell'insieme la squadra mi e' piaciuta. Palladino lo vedo bene sulla fascia, meglio che al centro della prima linea. Contro il Pescara di sicuro ci sara' Tena difensore destro. Per quanto riguarda il centrocampo dovrò scegliere tra Paro, Barberis e Sabbione. I primi due hanno piu' possibilita'». In merito all'incontro del torneo Primavera tra il Crotone e la Juventus, Juric ha risposto he gli e' piaciuta la prestazione dei ragazzi rossoblu' tant'e' che ha fatto i complimenti al tecnico Parise per come li prepara, ma per l'allenatore rossoblù devono ancora maturare per un probabile loro impiego in serie B.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

ricci capezziCrotone (63) e Cagliari (61) proseguono, seppur a corrente alternata, il duello per il primo posto con sorpassi e controsorpassi. Domenica i calabresi di Juric (ore 17.30) ricevono allo Scida la visita del Pescara. Gara che si preannuncia ricca di gol e con esito aperto ad ogni soluzione. Il match sarà arbitrato dal signor Fabio Maresca della sezione di Napoli. Il fischietto campano sarà coadiuvato da Matteo Bottegoni di Terni e Damiano Di Ioriodi Verbania. Quarto uomo sarà Daniele Martinelli di Roma2. Oggi seduta d'allenamento mattutina per gli squali con analisi video e lavoro tattico. A parte Yao; terapie per Fazzi. Intanto già ieri Budimir è rientrato in gruppo. Il Cagliari si prepara, nel frattempo, alla difficile trasferta del Menti. I rossoblu' sardi proveranno a tornare con l'intera posta in palio dal campo dei biancorossi veneti.

 

Federico Ricci e Leonardo Capezzi sono stati convocati rispettivamente dall’Under 21 e dall’Under 20 per i prossimi impegni in programma nella prossima settimana. Ricci è stato selezionato dal tecnico azzurro Di Biagio per le trasferte in Repubblica d’Irlanda e Andorra, gare valevoli per le qualificazioni al Campionato Europeo, in programma rispettivamente il 24 e il 29 marzo. Il numero 7 rossoblù salterà la gara di campionato contro l’Avellino.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

CAGLIARI - Impresa del Perugia che si impone 2-0 a Cagliari con i gol di Prcic e Milos nell'ultimo posticipo della 31/a giornata di serie B. E' la seconda sconfitta casalinga di fila per i rossoblu' di Rastelli, che restano ad un punto dal Crotone capolista. Due occasioni per Farias e una per Joao Pedro nelle prime battute, poi il Perugia: chance clamorosa con Aguirre tutto solo davanti a Storari. Poi al 34' gli umbri passano: incursione centrale di Prcic, tiro da fuori area e palla all'angolino. Oltre il 90' arriva il raddoppio con un tiro da dentro l'area di Milos. Nonostante lo "scivolone" subito dal Crotone a Brescia venerdì scorso (dove i pitagorici hanno incassato un secco tre a zero dalle rondinelle) la squadra di Juric rimane in testa con 63 punti nella classifica di Serie B a una sola distanza dai sardi.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport

bresciaQuarta sconfitta (terza esterna) del Crotone dall'inizio del Campionato. I Rossoblù incassano tre reti a Brescia in dieci dal 55° minuto. L'assenza di Budimir penalizzante per il Crotone in fase offensiva. Dal risultato di Cagliari–Perugia dipende adesso la leadership dei pitagorici.

 

Tabellino.

Brescia 3
Crotone 0

Marcatori: 35° Mazzitelli; 57° Embalo; 70° Morosini

 

Brescia (4-2-3-1): Minelli, Venuti, Caracciolo Ant., Calabresi, Coly, Martinelli (Salifu), Mazzitelli, Kupsz, Morosini (Caracciolo Andr.), Embalo (Rosso), Geijo. All. Boscaglia

Crotone (3-4-3): Cordaz, Cremonesi, Claiton, Ferrari (Tena), Balasa, Capezzi, Salzano, Martella, Di Roberto (Paro), Palladino (Torromino), Ricci. All. Juric

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo
Coll. Marco Zappatore (Taranto) – Lorenzo Gori (Arezzo)
Quarto giudice: Antonio Rapuano di Rimini
Ammoniti: Di Roberto, Martinelli, Morosini, Cremonesi, Salzano, Capezzi, Claiton, Torromino, Salifu
Espulsi: Capezzi (doppia ammonizione)
Angoli: 5 a 4 per il Crotone
Recupero: 1 e 4 minuti

 

Il commento.

Quarta sconfitta stagionale (terza in trasferta) del Crotone in quel di Brescia: fuori dalle mura amiche non avveniva dalla trasferta di Pescara (undicesima giornata). Nessuna dramma, per una squadra che dall'inizio del campionato raccoglie punti ed è in vetta alla classifica. Una giornata negativa ci può anche stare. Il Brescia ha dimostrato di meritare i play-off. Prima del Crotone, del resto, hanno dovuto ingoiare il boccone amaro della sconfitta anche Cagliari, Pescara, Cesena, Trapani. Con quest'ultimo successo, le rondinelle portano a dieci le vittorie casalinghe. Un successo dedicato all'ex presidente Gino Corioni deceduto in questi giorni e ricordato prima della partita. Questo è il Crotone che in ogni caso si sta avvicinando a passo spedito al traguardo della massima serie. Non era facile uscire imbattuto dal terreno del Rigamonti dopo aver affrontato un avversario che in casa aveva subito una sola sconfitta (1-2) contro il Livorno alla 24.esima giornata. Missione non andata in porto questa volta ma, ripetiamo, il Crotone non ha compromesso nulla e si farà sentire ancora fino al termine del campionato.


È stata una giornata terminata male, ma che era iniziata bene. Mister Juric ancora una volta ha presentato un undici iniziale diverso dalla precedente giornata. Fuori il bomber Budimir per infortunio, al suo posto il è rientrato Ricci per fine squalifica. Le altre novità hanno riguardato l'esclusione del difensore Tena e del centrocampista Paro sostituiti rispettivamente da Cremonesi e Capezzi. Modulo che non prevede nessuna punta effettiva con Palladino esterno sinistro a fare da rifinitore in area avversaria, di Roberto esterno destro con il compito di mantenere alta la squadra e di rafforzare il centrocampo in fase di ripiegamento, cosa che facevano anche Balasa e Martella che si aggiungevano al reparto difensivo quando il Brescia pressava.

 

Nessuna novità tra gli undici locali. Mister Boscaglia ha preferito schierare la stessa formazione sconfitta sabato scorso a Lanciano mantenendo il 4-2-3-1 con Mazzitelli e Martinelli davanti ai quattro difensori, Morosini trequartista, Kupisz e Embalo esterni alti, Geijo punta effettiva. È il Crotone che fin dall'inizio mette in difficoltà il Brescia ed al sesto minuto Ricci obbliga Minelli a compiere un miracolo per respingere il pallone oltre la traversa. L'azione offensiva dei pitagorici continua fino al trentesimo, collezionando quattro angoli. Non ci stanno le rondinelle a subire il gioco rossoblù e si fanno notare con buone giocate in fase offensive aiutati anche dalla tattica difensiva degli ospiti. Al minuto trentacinque il Brescia raccoglie i frutti del suo gioco con Mazzitelli che mette dentro dopo l'assist di Morosini.

 

Irriconoscibile il Crotone ad inizio ripresa e l'arbitro ci mette del suo tendendo il cartellino giallo sempre tra le mani per ammonire i rossoblù. Dopo tanti gialli, il signor Abisso decide di cambiare il colore del cartellino e tira fuori il rosso nei confronti di Capezzi (minuto cinquantacinque). Con l'uomo in più il Brescia trova il raddoppio con Embalo (55°) grazie anche alla complicità di Cremonesi alquanto distratto nel controllo dell'avversario. Mister Juric tenta di cambiare il volto alla sua squadra con l'ingresso di Paro e Torromino al posto di Di Roberto e Palladino ma nulla cambia. Si evidenziare un Crotone che non rientra in partita anche per colpa dell'arbitro che continua a sventolare il giallo nei confronti dei rossoblù. Dilaga il Brescia che porta a tre le reti con Morosini al minuto settantesimo. Migliore in campo per i locali Morosini e il difensore Caracciolo. Dal versante rossoblù nessuno oltre la sufficienza. A discolpa della non buona prestazione le continue provocazioni dell'arbitro.

 

 

 

Pubblicato in Sport

ricci esultanza novaraBrescia e Crotone si affronteranno questo venerdì (11 marzo), alle ore 20.30, nell'incontro valevole per la 31.esima giornata di Serie B. La capolista Crotone, inutile dirlo, tenterà di mantenere col coltello tra i denti il primato in classifica anche dopo la trasferta lombarda. Tra i rossoblù torna disponibile Ricci per fine squalifica. In forse la presenza di Budimir per infortunio. Il normale sostituto sembra essere Palladino.

 

Probabili formazioni:
Brescia (4-2-3-1): Minelli, Venuti, Caracciolo, Calabresi, Coly, Martinelli, Mazzitelli, Kupsz, Morosini, Embalo, Geijo. All. Boscaglia

Crotone (3-4-3): Cordaz, Balasa, Claiton, Ferrari, Di Roberto, Capezzi, Barberis, Martella, Ricci, Palladino, Stoian. All. Juric

 

Le dichiarazioni pre-partita.

Per mister Juric ancora c'è tanta strada da percorrere prima di tagliare il traguardo della serie A. «Le dodici partite rimaste - ha affermato oggi pomeriggio il tecnico - saranno tutte dure giacché ogni avversario avrà un obiettivo da centrare. Il Brescia è in lotta per i play-off e nelle ultime tre partite casalinghe due le ha vinto, una pareggiata. Mister Boscaglia fa praticare un gioco ai suoi i cui ritmi sono sempre elevati. Noi dobbiamo mantenere alta la concentrazione senza abbassare la guardia in difesa dovendo contrastare attaccanti di valore. Budimir - ha annunciato Juric - sicuramente non sarà della partita non essendosi allenato durante la settima per l'infortunio subito nell'incontro con l'Ascoli. Dopo la visita medica che effettuerà all'orecchio sarà più chiara la sua posizione per quanto riguarda la ripresa dell'attività. A parte quest'assenza tutti gli altri sono disponibili e pronti a scendere in campo, compreso Ricci che ha scontato la giornata di squalifica».


claiton spogliatoiAnche per il difensore centrale Claiton questo finale di campionato è abbastanza duro.«Da tifoso rossoblù- ha affermato Claiton – dichiaro che mancano ancora dodici partite e che quindi occorre vincere per dire che abbiamo centrato l'obiettivo». Alla domanda se, ad inizio stagione, si aspettasse un Crotone leader della classifica Claiton ha poi dichiarato: «Sapevamo già dall'inizio della preparazione che il Crotone avrebbe disputato un campionato senza patemi per la salvezza. Siamo andati oltre questa aspettativa, partita dopo partita, e ora dobbiamo solo mantenere la stessa concentrazione per rendere realtà questo bellissimo sogno. Siamo un gruppo bene amalgamato, chiunque gioca non fa rimpiangere mai l'assente e questo grazie all'ottimo lavoro di mister Juric. In occasione del prossimo incontro c'è da lottare dovendo affrontare attaccanti bravi come Geijo e Milanese».

 

Il punto sul march.

Quando il campionato ha iniziato il conto alla rovescia non è consentito a nessuna squadra in lotta per un obiettivo rallentare la marcia. Farlo significherebbe non centrare il traguardo da raggiungere. La capolista Crotone tale intende rimanere dopo aver affrontato il Brescia di Boscaglia. Ciò dovrà avvenire, stando alle affermazioni dei pitagorici e del tecnico, per proprio merito e non per i risultati negativi degli avversari. Tradotto in cifre il Crotone vuole i tre punti dalla prossima trasferta. Per ottenerli deve avere la meglio nei confronti di un avversario, Brescia, che scenderà in campo con l'intento di confermare la zona spareggio promozione. All'andata furono proprio le rondinelle ad imporre il primo pareggio (1-1) casalingo ai pitagorici, gol segnato da Abate a tre minuti dal termine. Anche allora Crotone capolista e Brescia nei play-off.


Per quanto riguarda la prossima probabile formazione rossoblù torna disponibile per fine squalifica l'esterno Ricci che all'andata mise a segno la rete del momentaneo vantaggio. Mancherà di sicuro l'attaccante Budimir per infortunio, il suo posto dovrebbe essere occupato da Palladino. Altro spostamento quello di Balasa difensore destro in sostituzione di Tena. Il sacrificio di Tena avvantaggerebbe la conferma di Di Roberto sulla fascia destra del reparto mediano. Altra novità riguarda i due centrocampisti esterni, non più Paro e Salzano ma Capezzi e Barberis.

 

 

 

Pubblicato in Sport

Juric: «Oggi è stata una partita splendida da parte di tutti i ragazzi. Una grande prestazione. Di Palladino so quanto vale. Paro e' un giocatore che sta entrando in clima campionato. Quando il Crotone gioca a ritmi elevati non c'è alcuna possibiltà per gli avversari di fare risultato. Voglio che i miei facciano sempre gol. Perché avvenga ciò, però, si deve giocare bene in difesa. Facciamo bene gli allenamenti con densità. Dobbiamo continuare ad essere umili e pensare che ancora la matematica non si è pronunciata».

 

Mangia: «Per affrontare il Crotone bisogna essere al massimo. Crotone e Cagliari saranno le due squadre che saliranno direttamente in serie A. Le assenze mi hanno costretto a cambiare modulo. Palladino mi ha impressionato ma non sorpreso per quello che ha fatto vedere in campo. È in ogni caso un Crotone che fa paura».

 

Carpani: «Siamo un gruppo giovane e umile che dobbiamo lottare per la salvezza. Salzano: una partita perfetta contro un buon avversario. Oggi ha funzionato tutto bene nei vari reparti».

 

Tena: «Mi sto integrando nel gruppo. Da mancino mi trovo bene anche a destra. L'Ascoli ha fatto una discreta partita. Hanno ottimi attaccanti come Cacia e Petagna che conosco bene e se non hanno creati problemi a Cordaz il merito è del Crotone che ha saputo chiudere tutti gli spazi».

 

Palladino: «La prima doppietta in maglia rossoblù la dedico ai tifosi. Me la aspettavo da più giornate. Mi sono divertito tanto e sto recuperando la forma migliore. Sono un rifinitore e cerco sempre di fornire assist ai compagni».

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport
Pagina 7 di 29