Giovedì, 13 Agosto 2020

 

CRONACA NEWS

camion fiamme vigiliCamion in fiamme questa mattina durante alcune operazioni di scarico che stava effettuando in via dei Gelsomini (località Margherita) a Crotone. Tre squadre dei Vigili del Fuoco del comando di Crotone sono intervenute intorno alle ore 10.38. Arrivati sul posto la situazione si è subito presentata critica: il mezzo, già interessato dalle fiamme, si trovava vicino alcune abitazioni con un cavo della corrente elettrica tranciato dal cassone durante lo scarico e in libertà. Il cavo, urtando al mezzo, ha causato dapprima, un boato e la successiva esplosione del serbatoio, quindi ha provocato l'incendio della cabina del mezzo. Sul posto è intervenuta anche la squadra boschiva dei vigili del fuoco intervenuta per l'incendio delle sterpaglie circostanti. Presenti anche la polizia e gli operai Enel per il ripristino della rete elettrica.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

incendio camionIeri sera intorno alle 22.30, circa, una squadra dei vigili del fuoco del fuoco del comando provinciale di Crotone, è intervenuta all'interno dell'ex Montedison, zona industriale della città, dopo esser stati allertati da un passante che vedeva fiamme alte. Arrivati sul posto dei vigili del fuoco hanno constatato che il grande bagliore che si vedeva dalla statale 106 era dovuto all'incendio di un camion parcheggiato sul piazzale della fabbrica dismessa, dove sta avvenendo la bonifica, quindi si è proceduto allo spegnimento dello stesso ed alla messa in sicurezza della zona circostante. Sul posto anche i carabinieri di Crotone.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

camion bombola vigili fuocoGiornata impegnativa quella di oggi per i vigili del fuoco del Comando di Crotone. Le squadre sono state impegnate in più interventi, due dei quali delicati. Alle 13.30 entrambe le squadre sono uscite dal comando per l’incendio di un camion, in via Sergio Leone, dove all'arrivo sul posto vi era un mezzo usato per servizi di autodemolizione che, durante un lavoro di riparazione al motore si era incendiato. L'intervento del Vigili del Fuoco ha consentito lo spegnimento delle fiamme che avevano già coinvolto tutta la cabina guida e il motore, evitando il coinvolgimento di alcune bombole di gas refrigerante nelle vicinanze del mezzo. Sul posto è intervenuta anche la Polizia.
Nello stesso momento una seconda squadra è intervenuta in via Siris, dove un operaio addetto a lavori di giardinaggio con un taglia erba, aveva intaccato una bombola di gas Gpl che si trovava sotto terra, creando uno squarcio alla stessa con fuoriuscita di gas, fortunatamente senza creare la scintilla che poteva innescare uno scoppio e provocare una tragedia. La squadra Vigili del Fuoco è intervenuta per rendere la zona sicura e bonificare la bombola.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

camion confiscati ndrangheta aemiliaTrentanove camion confiscati alla 'Ndrangheta, ai Vigili del fuoco impegnati nell'emergenza terremoto che ha colpito l'Italia centrale. La consegna avverrà giovedì a Modena, nella sede del comando provinciale dei Vigili: si tratta di parte dei beni sequestrati dal tribunale di Bologna, su richiesta della Dda, nell'ambito dell'operazione 'Aemilia' contro clan attivi in Emilia-Romagna, che ha portato 150 imputati a dibattimento e a oltre 80 tra abbreviati e patteggiamenti L'Agenzia nazionale dei beni confiscati, con l'ok del tribunale, procederà alla consegna dei mezzi pesanti e di numerosi pezzi di ricambio, al Corpo nazionale dei Vigili. Si tratta di un'operazione, spiega l'Agenzia, che "conferma la rilevanza sociale del buon uso dei patrimoni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e dimostra come in virtù della sinergia e della stretta collaborazione tra tutti gli organi giurisdizionali e governativi possano raggiungersi ottimi risultati nel riutilizzo dei beni confiscati". Intanto a inizio dicembre la Dda di Bologna ha deciso di impugnare le sentenze per i due politici coinvolti nel processo. I pm Marco Mescolini, Beatrice Ronchi e il procuratore Giuseppe Amato, hanno infatti firmato l'atto di appello sia per il consigliere comunale di Fi a Reggio Emilia, Giuseppe Pagliani, assolto nell'abbreviato concluso il 22 aprile dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, sia per il proscioglimento di Giovanni Paolo Bernini, ex assessore Pdl di Parma per cui era stata dichiarata la prescrizione del reato di corruzione elettorale, in cui è stata derubricata l'accusa iniziale. Il processo aveva visto il gup Francesca Zavaglia pronunciare 58 condanne su 71 imputati, con pene fino a 15 anni. I Pm hanno proposto appello su 17 persone, alcune assolte pienamente, altre solo da parte delle accuse. Ricorso in Cassazione sarà inoltre presentato per 13 posizioni, sul riconoscimento dell'aggravante del metodo mafioso e del trasferimento fraudolento di beni.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca