Giovedì, 04 Giugno 2020

CRONACA NEWS

«Due poveri cani al centro della grande fontana della Villa comunale di Isola Capo Rizzuto, affamati e infreddoliti, sono stati salvati nel pomeriggio di lunedì 20 aprile dai volontari del Centro operativo comunale (Coc)». Lo rende noto l’amministrazione comunale di Isola Capo Rizzuto.

Pubblicato in Cronaca

cani randagiCUTRO - Una volontaria del canile di Cutro, supportata dal Movimento animalista della Calabria, ha presentato una denuncia ai carabinieri per segnalare il presunto avvelenamento di 6 cani anche se la denuncia, è scritto in una nota, riguarda solo un animale perché "delle altre 5 carcasse già non c'era traccia". "Ad appena un anno dall'orribile uccisione a bastonate di nove cuccioli - commenta la vicecoordinatrice del Movimento animalista Calabria Cristina Valeri - Cutro torna all'onore, si fa per dire, delle cronache per l'ennesimo episodio di violenza contro gli animali. Parte della responsabilità in questo terribile fatto è da ricercare nella cattiva gestione da parte delle istituzioni, ad iniziare dalla Regione, di un fenomeno drammatico come il randagismo che non viene preso in considerazione, né contenuto attraverso la sterilizzazione. Chiediamo al sindaco di Cutro che vengano presi seri provvedimenti per la tutela degli animali e degli umani: non è con il veleno che si combatte il randagismo".

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

cane carabinieri forestaleDetenevano due cani a Crotone, in un ricovero precario, non protetto dalle intemperie, senza acqua e cibo. I carabinieri forestali hanno per questo denunciato due uomini per maltrattamento di animali. Sono stati i militari della stazione carabinieri forestale a intervenire nel corso di un sopralluogo eseguito nei giorni appena trascorsi in seguito ad una segnalazione di volontari del Wwf (World wide fund). Giunti sul posto i carabinieri hanno notato due setter inglesi detenuti in un ricovero precario realizzato su un terreno non sufficientemente protetto dalle intemperie e saturo d’acqua, con una rete da letto, una rete metallica elettrosaldata e lamiere arrugginite. I militari hanno chiesto subito l’intervento del Servizio veterinario dell’Azienda sanitaria provinciale. I veterinari hanno confermato lo stato di maltrattamento, non compatibile con le condizioni di benessere animale. I cani erano stati lasciati privi di acqua e cibo. Dalla lettura dei microchip applicati agli animali, due simpatiche cagne di nome Lola e Kelly, si è risalito ai rispettivi proprietari, due uomini residenti a Crotone che sono stati deferiti all’Autorità giudiziaria per maltrattamento di animali in concorso di persona. In seguito alla richiesta dei militari i cani sono stati spostati, a cura dei rispettivi proprietari, in ricoveri idonei.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca