Lunedì, 06 Luglio 2020

CRONACA NEWS

rifiuti edili margheritajpgI carabinieri forestali hanno bloccato un autocarro che trasportava illegalmente rifiuti derivanti da una ristrutturazione edilizia in un’area periferica della città di Crotone. Dagli accertamenti ancora in corso di svolgimento è emerso che i lavori non erano stati autorizzati dall’ufficio tecnico comunale preposto. Due persone sono state deferite all’Autorità giudiziaria. I militari hanno notato un autocarro lungo la strada statale 106 che trasportava materiale proveniente dalla demolizione di opere edili. Dai controlli subito eseguiti è emerso che l’autocarro era privo di autorizzazione per il trasporto delle macerie, classificate rifiuti speciali, soggette a procedure di smaltimento specifiche. Sono risaliti, inoltre, al cantiere di provenienza dei rifiuti: una villetta in corso di ristrutturazione nella località Margherita del capoluogo. I lavori in corso d’esecuzione, peraltro, erano privi dell’atto di assenso richiesto dalle norme vigenti. Il conducente dell’autocarro e il proprietario della villetta da cui provenivano i rifiuti di demolizione sono stati deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone, in concorso, per gestione illecita di rifiuti speciali come previsto dalle norme in materia ambientale. Sono in corso ulteriori accertamenti volti a chiarire compiutamente le responsabilità.
È il secondo caso di smaltimento illecito di rifiuti derivanti dall’attività edilizia che i carabinieri forestali scoprono negli ultimi giorni a Crotone. Ciò conferma l’ipotesi che il comportamento sia piuttosto diffuso, come supposto dagli investigatori. I rifiuti sarebbero stati verosimilmente abbandonati ai margini di qualche strada, magari con il pretesto di migliorane il fondo per agevolare la transitabilità. Tale condotta non è consentita dalle norme vigenti.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

cane carabinieri forestaleDetenevano due cani a Crotone, in un ricovero precario, non protetto dalle intemperie, senza acqua e cibo. I carabinieri forestali hanno per questo denunciato due uomini per maltrattamento di animali. Sono stati i militari della stazione carabinieri forestale a intervenire nel corso di un sopralluogo eseguito nei giorni appena trascorsi in seguito ad una segnalazione di volontari del Wwf (World wide fund). Giunti sul posto i carabinieri hanno notato due setter inglesi detenuti in un ricovero precario realizzato su un terreno non sufficientemente protetto dalle intemperie e saturo d’acqua, con una rete da letto, una rete metallica elettrosaldata e lamiere arrugginite. I militari hanno chiesto subito l’intervento del Servizio veterinario dell’Azienda sanitaria provinciale. I veterinari hanno confermato lo stato di maltrattamento, non compatibile con le condizioni di benessere animale. I cani erano stati lasciati privi di acqua e cibo. Dalla lettura dei microchip applicati agli animali, due simpatiche cagne di nome Lola e Kelly, si è risalito ai rispettivi proprietari, due uomini residenti a Crotone che sono stati deferiti all’Autorità giudiziaria per maltrattamento di animali in concorso di persona. In seguito alla richiesta dei militari i cani sono stati spostati, a cura dei rispettivi proprietari, in ricoveri idonei.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

fucile carabinieri forestaliPETILIA POLICASTRO - E' stato sorpreso a praticare attivita' venatoria all'interno del Parco nazionale della Sila. Un cacciatore di Petilia Policastro e' stato denunciato dai Carabinieri Forestale per attivita' venatoria di frodo e introduzione di armi all'interno di un'area protetta. L'uomo e' stato sorpreso e bloccato dai militari, nel giorno dell'Epifania, in localita' Menta di Petilia Policastro, area ricadente in "Zona 1" del Parco nazionale della Sila. I Carabinieri Forestale gli hanno sequestrato il fucile privo di riduttore, una radio ricetrasmittente e del munizionamento. Dal controllo successivo e' emerso che l'uomo e' risultato titolare di un porto d'armi scaduto da poco e per questo denunciato anche per porto abusivo d'armi.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca