Sabato, 11 Luglio 2020

CRONACA NEWS

«Nell’ambito di servizi – informa una nota – finalizzati al contrasto della vendita illegale di fuochi pirotecnici e di materiale d’artificio pericoloso e vietato, personale della Polizia locale di Crotone coordinata dal comandante Antonio Cogliandro ha eseguito numerose ispezioni a carico degli esercenti la vendita di fuochi d’artificio, tradizionalmente ubicati su corso Mazzini, via Claudio Crea e Silvio Carpino».

Pubblicato in Cronaca

fuochi pirotecniciTra il vano merci del proprio furgone e il baule di un’altra autovettura parcheggiati sotto casa aveva nascosto sei quintali di fuochi d’artificio stipati assieme a bombole del gas. Ecco perché nella mattinata di ieri (12 giugno), nell’ambito di servizi straordinari di controllo, personale della Squadra mobile congiuntamente a quello del nucleo regionale Artificieri Catanzaro ha tratto in arresto G. N., ucraina, di 45 anni, residente a Crotone, indagata per l’ipotesi di reato di detenzione illegale di armi o parti di esse, munizioni, esplosivi e/o aggressivi chimici, ricettazione e omessa denuncia di materie esplodenti.

fuochi pirotecnici2Nello specifico, erano le ore 12.45 quando gli operatori, a seguito di perquisizione hanno rinvenuto numerosi manufatti esplosivi, classificati nella categoria F2 (fuochi d’artificio che presentano un basso rischio potenziale e un basso livello di rumorosità e che sono destinati a essere usati al di fuori di edifici in spazi confinati), del peso complessivo pari a 6 quintali, con contenuto esplosivo netto pari a 74 chilogrammi. Gli esplosivi erano stipati all’interno di un furgone e un’autovettura unitamente ad alcune bombole di gas, nelle vicinanze di un bombolone di gpl condominiale, costituendo un gravissimo pericolo per l’arrestata ed i residenti della zona.

In ragione di ciò, gli specialisti artificieri intervenuti hanno provveduto a mettere in sicurezza i veicoli, con il materiale in essi contenuto, nonché l’abitazione della cittadina ucraina, dove era stato rinvenuto altro materiale esplosivo. Gli agenti hanno quindi tratto in arresto la cittadina ucraina che, ultimati gli adempimenti di rito, è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, così come disposto dal pm di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone, tempestivamente informato.

 

 

Pubblicato in Cronaca

questura volanteViaggiavano sulla statale 106, all’altezza di Rocca di Neto, con dentro al cofano posteriore 60 chilogrammi di materiale esplosivo pirotecnico con potenziale elevato, trasportandolo in maniera illegale e senza alcuna cautela.
È accaduto nella mattinata del 3 aprile 2019, nell’ambito di mirati servizi straordinari, personale della Squadra Mobile, unitamente a quello del Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Settentrionale” di Cosenza. Sono così stati tratti in arresto P. G., di 67 anni, P. M. di 27 anni e B. F., di 27 anni, indagati per il reato di detenzione di arma clandestina, porto abusivo di armi, inosservanza relativa alle modalità per il trasporto di armi ed esplosivi, inosservanza obbligo tenuta registro operazioni giornaliere, ricettazione in concorso.
Nello specifico, lungo la S.S. 106 nei pressi di Rocca di Neto (KR), gli operatori, nel controllare l’autovettura a bordo della quale viaggiavano i tre soggetti, constatavano all’interno del cofano posteriore la presenza di materiale esplosivo di genere pirotecnico con potenziale verosimilmente elevato, trasportato in maniera illegale e senza alcuna cautela. La verifica, effettuata da parte di personale specializzato, ha fatto emergere la presenza di prodotti esplosivi, del peso totale lordo di 60 chilogrammi.
Gli agenti hanno pertanto proceduto a trarre in arresto i tre individui che sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari, presso le proprie abitazioni.
Nella stessa mattinata, personale di questa Squadra Mobile, congiuntamente a quello del Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Settentrionale” di Cosenza, ha deferito in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti, il crotonese S. G., di 23 anni, in quanto, a seguito di perquisizione locale presso l’abitazione, è stato rinvenuto un bilancino di precisione intriso di sostanza stupefacente del tipo cocaina e marijuana, nonché 52 semi di cannabis.
Infine, nel pomeriggio della stessa giornata, S. S., di 40 anni e T. G., di 43 anni, entrambi crotonesi, sono stati tratti in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in quanto, lungo la Statale 106 nei pressi del bivio di Cutro, a seguito di controllo dell’autovettura a bordo della quale viaggiavano i due soggetti, è stato rinvenuto, nascosto sotto il sedile del conducente, un involucro di cellophane termosaldato contenente 19,3 grammi di cocaina. I due sono stati tratti in arresto e sottoposti al regime degli arresti domiciliari, presso le proprie abitazioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Un uomo di 57 anni e' stato denunciato dalla Polizia a Crotone, con l'accusa di detenzione abusiva di materiale esplodente. Nella sua abitazione gli agenti hanno scoperto e sottoposto a sequestro un quantitativo di artifici pirotecnici appartenenti alla categoria F2 per un peso lordo di 79 chilogrammi.

Pubblicato in Cronaca