fbpx
Domenica, 16 Giugno 2024

CRONACA NEWS

CATANZARO La Dda di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio di 126 imputati nell'inchiesta denominata Glicine che vede coinvolti, tra gli altri, l'ex presidente della Regione Calabria Gerardo Mario Oliverio, l'esponente Dem e già vicepresidente della giunta regionale Nicola Adamo, il leader della formazione politica crotonese "i DemoKratici" Vincenzo Sculco, l'ex consigliere regionale del Pd Sebastiano Romeo, detto Sebi, l'ex consigliere regionale Flora Sculco, figlia di Vincenzo.

 

Pubblicato in Calabria

«Oggi, 16 febbraio, è stata depositata l’ordinanza del Tribunale del riesame di Catanzaro relativa alla cosiddetta operazione Glicine nei confronti dell’ingegner, Giuseppe Germinara». Lo riferiscono i legali Nicola Rendace e Mario Germinara.

 

Pubblicato in Cronaca

CATANZARO Con l'avviso di conclusione indagini depositato oggi dalla Procura distrettuale di Catanzaro salgono a 129 le persone indagate nell'indagine denominata Glicine che a giugno dello scorso face luce su un comitato politico affaristico del quale avrebbero fatto parte ex presidenti ed assessori regionali, sindaci, ex assessori comunali, dirigenti della Regione Calabria e del Comune di Crotone. Tra i nuovi indagati ci sono anche due carabinieri.

 

Pubblicato in Cronaca

Un decreto del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, emanato quest'oggi, ufficializza le dimissioni di Flora Sculco da sua consulente per il raccordo politico-isitutzionale con il territorio di Crotone. Il governatore ha preso atto della decisione dell’ex consigliere regionale, indagata nell’inchiesta “Glicine” coordinata dalla Dda di Catanzaro. Nella stessa, inchiesta, il padre Enzo è tra i destinatari di un'ordinanza cautelare ai domicliari.

Pubblicato in Politica

"Questa mattina ho ricevuto ed accettato le dimissioni presentate dall’assessore all’Ambiente Isabella Secreto".  Lo comunica il sindaco di Crotone Vincenzo Voce.

Pubblicato in Politica

«Un diffuso sistema clientelare, al centro del quale si pone la figura di Vincenzo Sculco, soggetto da tempo implicato nelle di namiche politico affaristiche della città di Crotone e ingrado di influenzare le istituzioni e di eterodirezionare i finanziamenti verso un gruppo di potere privo di scrupoli».

Pubblicato in Cronaca