Mercoledì, 23 Settembre 2020

CRONACA NEWS

piante marijuana carabinieri isola3ISOLA DI CAPO RIZZUTO – Arrestate due persone beccate dai carabinieri a irrigare una piantagione di marijuana. A intervenire sono stati i carabinieri della locale Tenenza nell’ambito di un apposito servizio disposto dalla Compagnia di Crotone e finalizzato al contrasto della produzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti. I militare hanno così tratto in arresto in flagranza di reato un 43enne ed un 33enne, entrambi del luogo, sorpresi ad irrigare e curare 7 piante di “marijuana” dell’altezza di 2,5 metri. Inoltre, la successiva perquisizione personale e domiciliare ha permesso di rinvenire altra modica quantità di marijuana.
Sono finiti in manette anche un 30enne e un 28enne, entrambi di Crotone, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I due giovani, fermati e controllati a bordo dell’autovettura in uso, sono stati trovati in possesso di un involucro con all’interno 1 chilogrammo di marijuana. La sostanza stupefacente è stata posta in sequestro. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni, in regime di arresti domiciliari, come disposto dal Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Crotone.

Pubblicato in Cronaca

marijuana guardia finanzaI Baschi verdi del gruppo di Crotone hanno arrestato due uomini intenti a confezionare 13,2 chilogrammi di marijuana. Si tratta di S.A. di anni 42 e M.G. di anni 37, entrambi crotonesi, arrestati in flagranza di reato per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti. I fermati e, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, tradotti presso la Casa circondariale di Crotone. Sono stati i finanzieri del comparto Antiterrorismo pronto impiego, agli ordini del capitano Michele Filomena, che hanno avviato da giorni una mirata attività info-investigativa per contrastare i traffici illeciti di sostanze stupefacenti, monitorando, in particolare, la Strada statale ionica 106. È stato proprio nel corso di questi servizi che i militari hanno individuato un casolare abbandonato a Isola di capo Rizzuto dal quale proveniva il forte odore che caratterizza la cannabis indica. Informata la Procura della Repubblica pitagorica sono state intraprese immediate attività di polizia giudiziaria, dirette dal sostituto procuratore Alessandro Rho con l’ausilio di telecamere. Le indagini svolte hanno così permesso di riprendere due soggetti entrare all’interno dell’abitazione monitorata. Fulmineo è quindi scattato il blitz delle Fiamme gialle che, giunte sul posto, hanno colto i malviventi nell’atto di confezionare una ingente quantità di marijuana già essiccata, successivamente quantificata in oltre 13 chilogrammi. Con l’ausilio delle unità cinofile sono state effettuate perquisizioni presso i domicili dei due soggetti nel corso delle quali sono stati rinvenuti un bilancino di precisione ed una busta con dei ritagli circolari ritenuti strumenti per la pesatura ed il confezionamento dello stupefacente da spacciare e per tale motivo sottoposti a sequestro probatorio unitamente alla marijuana ritrovata nel casolare. Altissima rimane l’attenzione della Guardia di Finanza pitagorica nello specifico settore del contrasto ai traffici illeciti che, dall’inizio dell’anno, ha portato le Fiamme gialle del gruppo a sequestrare circa 25 chilogrammi di sostanze stupefacenti tra hashish, cocaina e marijuana e ad assicurare alla giustizia 4 responsabili.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

marijuana carabinieri isola2ISOLA CAPO RIZZUTO - I carabinieri della locale Tenenza, durante un apposito servizio finalizzato al contrasto della produzione di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un 43enne del luogo sorpreso a irrigare una piantagione composta da 63 piante di “marijuana” dell’altezza di 2 metri e 20 centimetri circa, e 79 piante dello stesso stupefacente dell’altezza media di 80 centimetri. L’uomo si è avvalso di un impianto irriguo appositamente predisposto e regolato da timer computerizzato, costituito da tubi in gomma a gocciolamento collegati ad una vasca per la raccolta dell’acqua. Le piante e l’intero impianto sono state sequestrate.

 

 

Pubblicato in Cronaca

marijuana bilancino carabinieriI carabinieri della Tenenza Isola di Capo Rizzuto hanno arrestato un 21enne di Cutro, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In particolare i carabinieri, durante un servizio finalizzato alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti svolto nel comune di Cutro, hanno eseguito una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del giovane, rinvenendo nella sua disponibilità 19 dosi di marijuana e materiale per la pesatura ed il confezionamento (foto). Terminate le formalità di rito, su disposizione del pubblico ministero di turno della Procura di Crotone, l’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida
A Cirò Marina, invece, i carabinieri del Norm (Nucleo operativo e Radiomobile) della locale Compagnia, sempre durante un servizio finalizzato alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno deferito in stato di libertà un 48enne del luogo. Anche in questo caso, i militari, a seguito di perquisizione eseguita all’interno di un’attività commerciale di vendita di frutta, estesa all’autovettura del titolare, hanno rinvenuto 28 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” e materiale atto alla pesatura. Il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

carabinieri coltello pistola fucile marijuanaISOLA CAPO RIZZUTO – Litiga con il nipote, lo minaccia con un coltello e una pistola: individuato ed arrestato dai carabinieri, che rinvengono poi nella sua disponibilità armi e droga. I carabinieri della Tenenza di Isola di Capo Rizzuto sono intervenuti in via fiume Adda, a seguito di una richiesta di intervento che segnalava una persona armata che stava litigando con un giovane. Giunti immediatamente sul posto, i militari hanno trovato ad attenderli il solo 20enne, vittima di gravissime minacce e percosse poste in essere dallo zio 47enne, entrambi del luogo. Appresi i particolari della lite, e in particolare che l’aggressore fosse armato di coltello e pistola, i carabinieri della locale Tenenza si sono messi subito sulle tracce del reo, individuandolo per strada. L’immediata perquisizione personale ha datoa esito negativo. I militari hanno esteso all’abitazione del 47enne la perquisizione e hanno così rinvenuto il coltello. Poco dopo, però, notando l’uomo nuovamente per strada, i carabinieri hanno decidso di procedere a un ulteriore controllo, sottoponendolo a perquisizione personale: sotto la cintola dei pantaloni gli hamnno così rinvenuto una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, completa di due caricatori con 12 cartucce, pronta all’uso. L’arrestato, espletate le formalità di rito, su disposizione del pm di turno della Procura della Repubblica di Crotone, è stato tradotto presso la locale Casa circondariale. I carabinieri, però, hanno proseguito l’attività investigativa nei confronti del 47enne, eseguendo un’ulteriore e più approfondita perquisizione presso il domicilio dell’arrestato e hanno rinvenuto, all’interno di un’intercapedine del muro della sala da pranzo, un fucile sovrapposto calibro 12 marca Franchi, con matricola abrasa, 34 cartucce stesso calibro, e circa un chilogrammo di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

questura volanteLa Polizia di Stato ha arrestato un 28enne crotonese per detenzione ai fini di spaccio di marijuana. È accaduto nella mattinata di ieri (12 aprile), quando personale dipendente ha tratto in arresto M. A., crotonese, classe 1991, perché colto in flagranza. Il personale operante, dopo essersi recato presso l’abitazione del giovane in esecuzione a un decreto di perquisizione disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Novara, finalizzata alla ricerca di materiale riconducibile al reato di truffa on line, per il quale il soggetto risulta indagato, ha rinvenuto sul balcone della camera da letto una borsa della spesa con all’interno tre involucri contenenti un totale di grammi 973 di sostanza stupefacente del tipo marijuana, opportunamente sequestrata. Dopo le formalità di rito, l’arrestato, su disposizione dell’Autorità giudiziaria competente, tempestivamente informata, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa del giudizio per direttissima. Sono in atto ulteriori accertamenti a cura della locale Squadra Mobile.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 6 di 16