Giovedì, 13 Agosto 2020

 

CRONACA NEWS

carabinieri marijuana scarrigliaOperazione antidroga dei Carabinieri di Crotone nel popolare quartiere Fondo Gesu’ nel fine settimana appena trascorso, con l’arresto di un 40enne pregiudicato per reati specifici. Da alcune settimane i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, al comando del maresciallo ordinario Madaro avevano notato un insolito via-vai di ragazzi, soprattutto in orari serali, nei pressi di un palazzina popolare del quartiere Gesù. Dopo un lavoro di analisi, si era appurato che nella stessa vivesse un soggetto su cui già gravava una condanna per spaccio di sostanza stupefacenti: da qui la decisione di effettuare una perquisizione domiciliare d’iniziativa per accertare le cose. L’attività è iniziata verso l’ora di cena di venerdì 24 febbraio, bussando alla porta del sospettato, il quale forse pensando all’ennesimo cliente in cerca di una dose, apriva la porta direttamente senza neanche chiedere chi ci fosse dall’altra parte della stessa. Sconcerto, disorientamento e tremori: così Massimo Scarriglia, del 1977, ha accolto in casa i militari del Nucleo Radiomobile i quali, insieme ai colleghi della locale Stazione e del Nucleo Operativo, hanno iniziavano le attività di perquisizione. Scarriglia, ha ammesso da subito di detenere della sostanza stupefacente per mero uso personale e ha così consegnato spontaneamente una busta detenuta in un mobile in salotto con alcune dosi di hascisc, negando di avere altro. Peccato che lo stesso continuasse a manifestare un evidentissimo stato di agitazione: basti pensare che nel giro di 30 secondi lo Scarriglia aveva modo di stappare ben 3 birre e assaggiarle senza consumarle. Stato confusionale forse, sintomo di qualcos’altro da nascondere sicuramente. In cucina è stato infatti rinvenuto un bilancino di precisione e soprattutto, una volta iniziata la perquisizione della camera da letto matrimoniale, sono state rinvenute proprio sotto il letto, due buste con all’interno abbondante sostanza stupefacente: 500 grammi di marijuana e 200 grammi di hashish. Per l’uomo sono scattate quindi le manette, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giorno successivo il giudice al termine dell’udienza di convalida ha disposto per il 40enne gli arresti domiciliari. In queste ore i militari stanno inoltre segnalando ai servizi sociali del Comune di Crotone la situazione inerente la famiglia dell’arrestato, in considerazione del ritrovamento dell’ingente quantità di droga, nell’abitazione ove vivono anche 3 bambini piccoli, al fine di una idonea valutazione di competenza sulle condizioni di vita e di crescita dei minori.

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca

Denunciato un ventinovenne cirotano trovato in possesso varie dosi di marijuana. È accaduto nella serata di ieri. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Cirò Marina gli hanno contestato la detenzione ai fini di spaccio. Il giovane è risultato essere pregiudicato con precedenti per reati di droga. L’operazione è giunta al termine di un’attività investigativa che coinvolgeva, oltre al denunciato, svariati assuntori di sostanze stupefacenti ed altri soggetti già segnalati per reati legati al mondo degli stupefacenti. Da quanto emerso dalle indagini, l’abitazione del giovane, situata nelle immediate vicinanze della centralissima via Roma a Cirò Marina, era utilizzata dai varia avventori quale punto di riferimento per lo spaccio di stupefacenti. Notato il movimento di vari individui e riscontrata l’identità delle persone che frequentavano l’abitazione i Carabinieri, hanno proceduto quindi a predisporre un apposito servizio al fine di confermare le ipotesi investigative. Quindi nella serata di ieri, dopo aver atteso il momento più opportuno, sorprendendo così gli occupanti dell’abitazione. I Carabinieri hanno pertanto proceduto ad eseguire una perquisizione domiciliare nella quale sono state rinvenute e sequestrate una decina di dosi di “marijuana” e un bilancino di precisione. Nell’appartamento sono inoltre stati individuati altri soggetti già noti alle forze dell’ordine per il coinvolgimento in reati specifici legati alla droga. Eseguite le formalità di rito e informata l’Autorità giudiziaria di Crotone, il ventinovenne è stato quindi deferito per la detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Pubblicato in Cronaca

marijuana polizia provinciaÈ stato arrestato ieri un pluripregiudicato 56enne crotonese per furto aggravato di energia elettrica, l'uomo è inoltre indagato per il reato di produzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente. Il tutto è emerso a seguito di una perquisizione domiciliare presso l'abitazione dell'uomo. L'attività di Polizia giudiziaria ha portato alla scoperta, in un appartamento di proprietà, ma non nella disponibilità dell'ente Provincia di Crotone, in fase di ristrutturazione e attiguo a quello abitato dal G. S., le cui porte d'ingresso erano assicurate con dei lucchetti, al rinvenimento di una serra artificiale, con relativo impianto di illuminazione e ventilazione, composta da 9 piantine di marijuana dell'altezza di circa 70 centimetri.

furto energia genericoÈ stato poi accertato, anche con l'ausilio di personale tecnico-verificatore dell'Enel che il descritto impianto assumeva la necessaria energia elettrica da un contatore Enel manomesso, sito nel secondo dei due appartamenti in ristrutturazione. Ulteriori verifiche hanno permesso di accertare che l'arrestato, di fatto, occupava anche tale immobile con proprie masserizie e che dallo stesso fuoriusciva un cavo elettrico che alimentava l'appartamento occupato, mediante un allaccio abusivo e diretto alla rete Enel. Pertanto, G. S. è stato tratto in arresto in flagranza di reato. Il soggetto è stato rimesso immediatamente in libertà fa sapere il legale di Gerace Salvatore e risponderà dei reati contestati a pide libero.

 

 

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca

marijuana3Un arresto per droga a carico di T.M. di 22 anni incensurato. Nella notte, militari dell'aliquota operativa Radiomibile dei carabinieri di Crotone hanno rinvenuto nell'abitazione e in un locale nella disponibilità dell'arrestato due piantine e quasi 200 grammi di marijuana suddivise in diverse dosi e un bilancino di precisione. Nella tarda mattinata di oggi il 22enne è stato condotto in tribunale davanti al giudice Edoardo D'Ambrosio per la convalida dell'arresto e il giudizio direttissimo. Interrogato, il giovane ha ammesso la proprietà dello stupefacente. All'esito della relazione degli operanti e dell'interrogatorio dell'arrestato, il giudice, pur convalidando l'arresto, non ha applicato nei confronti di T.M. la misura degli arresti domiciliari richiesti dalla procura, ma ha disposto solo l'obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. Il processo riprenderà il prossimo 21 febbraio. L'arrestato era assistito oggi dall'avvocato Fabrizio Salviati.

(Foto: Repertorio)

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca

marijuana poliziaUn giovane di 20 anni, G.G., e' stato arrestato a Crotone dagli agenti della squadra volanti della Questura. Il ragazzo e' stato trovato in possesso di 16 grammi circa di marijuana e di 170 euro in banconote di piccolo taglio. Sospettando che fosse uno spacciatore, il ventenne e' stato fermato dagli agenti in via Reggio, nei pressi del mercato rionale. Dopo un tentativo di fuga e' stato bloccato, perquisito e arrestato in seguito al rinvenimento della droga. In casa aveva altri 27,5 grammi della stessa sostanza stupefacente. Espletate le formalita' di rito, il giovane e' stato sottoposto ai domiciliari. (AGI)

Pubblicato in Cronaca

droga carabinieri fondo gesuPerquisizioni dei Carabinieri nel quartiere di Fondo Gesù a Crotone: i carabinieri hanno così scoperto nascondigli per la droga. Nella mattinata odierna i militari della Compagnia di Crotone hanno eseguito numerose perquisizioni nel quartiere popolare alla periferia nord della città. Nello specifico, sono stati perquisiti e ispezionati locali, abitazioni di pregiudicati e numerose case e cantine abbandonate. L’attività ha visto impiegato 20 militari che hanno setacciato anche diverse zone pubbliche quali giardinetti, piante allocate sulle strade e cassette di derivazione delle società elettriche o telefoniche. Proprio in alcune di queste nicchie sono state rinvenute numerose dosi di cocaina e vari bilancini. Nascoste invece tra le tubature del gas sui marciapiedi pubblici sono state rinvenute alcune dosi di marijuana. Le dosi, una quarantina circa per un controvalore di circa un migliaio di euro, sono state evidentemente poste in luoghi non privati, di facile accesso per poterle quindi spacciare in qualsiasi ora del giorno; al contrario in caso di rinvenimento da parte delle Forze dell’Ordine, non si sarebbe corso il rischio di essere arrestati. Un espediente questo, che rischia di connotare ancor più negativamente il quartiere, già con gravi problemi di degrado urbano e connotato da particolari criticità sociali. In tutto sono state ispezionate 21 cassette di derivazione poste negli androni condominiali o posti sulla strada.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 11 di 15