Domenica, 12 Luglio 2020

CRONACA NEWS

marijuana santa severina2SANTA SEVERINA - I Carabinieri hanno scoperto 2,4 chilogrammi di marijuana custoditi in un casolare abbandonato. Il rinvenimento è avvenuto lunedì mattina. La sostanza, già essiccata, era ben nascosta in di un bidone da latte, all'interno di un casolare abbandonato tra gli uliveti dell'agro del comune di Santa Severina (KR), località "Budetto".

 

I Carabinieri della Compagnia di Petilia, attualmente comandata dal tenente Felice Bucalo, stanno infatti incentivando le attività di controllo del fenomeno anche nei territori che si direbbero meno battuti. L'attenzione degli investigatori è rivolta non solo ad identificare i soggetti che hanno nascosto la sostanza nel casolare, ma anche ad individuare le aree di vendita della marijuana nei paesi limitrofi.

 

 

Pubblicato in Cronaca

Gli agenti della Squadra Volanti della Questura di Crotone hanno tratto in arresto tale R.N.R., nato in Bulgaria, di 21 anni, in quanto resosi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché coltivazione di sostanza stupefacente. In particolare, intorno alle ore 22.30 di ieri, gli operatori di polizia hanno effettuato una perquisizione domiciliare all'interno dell'abitazione del cittadino bulgaro, sita in via Cutro. Nel corso della perquisizione gli agenti hanno rinvenuto 166 grammi circa di marijuana confezionata in due distinti involucri in cellophane trasparenti, nonché una piantina sempre di marijuana di piccole dimensioni contenuta in un bicchiere di plastica. (foto repertorio)

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Era ai domiciliari con l'autorizzazione a recarsi al lavoro dalle 7 alle 14, ma anziché tornare a casa come prescritto, se ne andava in giro per via Vittorio Veneto con un ciclomotore elettrico, procedendo in tutt'altra direzione rispetto la propria dimora. Per questo motivo S.G., crotonese, di 19 anni, pluripregiudicato, è stato deferito in stato di libertà all'Autorità giudiziaria poiché resosi responsabile del reato di evasione. È accaduto ieri pomeriggio nell'ambito di servizi mirati di controllo del territorio, nonché di prevenzione e repressione dei reati in genere, disposti dal questore Luigi Botte con gli agenti della Squadra Volanti della Questura di Crotone e del Reparto prevenzione crimine di Cosenza. Nella fattispecie, gli agenti, intorno alle ore 14.15 di ieri hanno sorpreso S.G., attualmente sottoposto alla detenzione domiciliare con autorizzazione a recarsi al lavoro dalle ore 7,00 alle ore 14,00, mentre percorreva a bordo di un ciclomotore elettrico via Vittorio Veneto con itinerario differente rispetto a quello prescritto per raggiungere la propria abitazione e in un orario diverso rispetto a quello imposto dall'Autorità giudiziaria. Nell'ambito dello stesso servizio, finalizzato al contrasto dell'attività di spaccio di sostanze stupefacenti, medesimo personale, nel centro storico cittadino, provvedeva a segnalare al prefetto di Crotone (ai sensi dell'art. 75 D.P.R. 309/90), in quanto consumatori di stupefacente, A.A. di 19 anni e D.D. di 33 anni entrambi di Cirò Marina, poiché, a seguito di perquisizione personale sul posto, venivano trovati in possesso, rispettivamente il primo di un involucro in cellophane con all'interno della sostanza stupefacente divisa in due incarti contenenti rispettivamente 0,7 grammi di marijuana e 1,7 grammi di hashish e il secondo di 1,4 grammi di marijuana all'interno della tasca sinistra del giubbotto indossato.

 

Pubblicato in Cronaca

mele nicola papaniceTrovato con oltre 100 grammi di marijuana mentre si trovava agli arresti domiciliari. Si tratta di Nicola Mele, di 41 anni, domiciliato nella frazione di Papanice e già arrestato nel pomeriggio dello scorso 16 settembre quando gli agenti della Mobile lo avevano beccato a innaffiare 13 piante di canapa indiana in una radura della popolosa frazione [LEGGI ARTICOLO]. Nel pomeriggio di ieri, invece, sempre il personale della squadra Mobile della Questura, si è recato presso l'abitazione dell'uomo in regime di arresti domiciliari. Durante tale attività, è stato rintracciato presso l'abitazione dell'arrestato un soggetto incensurato, in compagnia di Mele. Tale circostanza ha fatto insospettire gli investigatori della Mobile, ossia che, in quel momento, potesse svolgersi una qualche attività illecita. Si è così deciso di procedere con una perquisizione locale e personale dei presenti. All'interno dell'immobile è stato così rinvenuto un involucro contenente sostanza stupefacente del tipo marijuana del peso complessivo di 10,2 grammi, due provette contenenti rispettivamente uno e sei semi di marijuana, nonché un bilancino digitale di precisione perfettamente funzionante, mentre in un borsello in possesso di Mele c'era la somma contante di 630 euro. La perquisizione locale, pertanto, è stata estesa anche all'area adiacente all'immobile in uso al Mele e, sotto il pluviale di un garage, è stato trovato dagli agenti un sacchetto in plastica per alimenti contenente sostanza stupefacente sempre del tipo marijuana del peso di 102,2 grammi. Il 41enne è stato, per tanto, tratto nuovamente in arresto e, come disposto dal pm di turno, risottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Un giovane è stato arrestato dai militari della Guardia di finanza di Crotone e da un agenti di polizia libero dal servizio per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane è stato individuato dall'unità cinofila 'Vamos' mentre era in possesso di una busta di plastica. Alla vista dei finanzieri, il giovane, dopo aver abbandonato l’involucro, si è dato repentinamente alla fuga. Un militare ha così subito recuperato il sacchetto, risultato poi contenere effettivamente 17 grammi di marijuana, mentre gli altri hanno preso a inseguirlo. Sono quindi riusciti a immobilizzarlo grazie alla collaborazione di un agente di polizia libero dal servizio, ma presente sul posto. Nel corso della perquisizione è stato trovato e sequestrato un coltello. Dopo l'udienza di convalida il giovane è stato sottoposto all'obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Un cameriere incensurato, A.P., di 46 anni, è stato arrestato dalla squadra mobile di Crotone e posto ai domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell'abitazione del quarantaseienne i poliziotti hanno scoperto una piccola serra realizzata in una stanza, chiusa con una porta in alluminio. All'interno c'era anche un sistema di irrigazione ed illuminazione artificiale. Trovate anche 19 piante di marijuana che sono state distrutte.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 14 di 15