fbpx
Lunedì, 17 Giugno 2024

CRONACA NEWS

ISOLA CAPO RIZZUTO Dieci giochi elettronici abusivi sono stati sequestrati dalla Polizia in un bar di Isola Capo Rizzuto. Personale della Divisione polizia amministrativa della Questura di Crotone, con il supporto del Reparto prevenzione crimine di Cosenza, ha effettuato una serie di controlli amministrativi in alcuni esercizi commerciali di Isola di Capo Rizzuto per verificare l'osservanza di norme e regolamenti nello svolgimento delle attività. 

Pubblicato in Cronaca

ISOLA DI CAPO RIZZUTO È entrato nel bar è ha fatto fuoco ai videopoker dove aveva giocato fino a poco prima per farsi restituire una somma a credito. Nella serata del 15 ottobre scorso, i carabinieri della Tenenza di Isola di Capo Rizzuto hanno così arrestato per “minaccia aggravata dall’uso delle armi”, “porto di arma clandestina”, “tentata estorsione” e “danneggiamento aggravato” un 37enne, originario e residente nel centro isolitano.



Attraverso le immagini del circuito interno al locale, i militari hanno appurato che l'uomo, nel precedente pomeriggio, dopo essersi recato in un bar del paese per giocare ai “videopoker” e aver tentato invano di farsi restituire una somma esigua di denaro rimasta a credito in uno dei “totem”, ma a seguito del diniego oppostogli dalla barista, l'uomo l’ha dapprima minacciata per poi far rientro, a breve distanza temporale, ed esplodere diversi colpi d’arma da fuoco sugli apparecchi ludici. Il 37enne è fuggito poi a piedi attraverso le strade limitrofe.
I militari sono quindi immediatamente giunti sul posto poiché contattati dal titolare del bar. Sul luogo sono stati subito ritrovati sul pavimento 2 bossoli calibro 7.65. Il 37enne è stato identificato grazie all’escussione delle persone presenti e alla visione delle immagini delle telecamere del sistema di videosorveglianza del pubblico esercizio che lo avevano ritratto chiaramente mentre “apriva il fuoco”. L'uomo è stato poi rintracciato nella sua abitazione e trovato in possesso, all’interno della sua autovettura, di ulteriori 3 colpi del medesimo calibro.
La pistola è stata ritrovata dopo che i carabinieri hanno effettuato una ricognizione nell’area prospiciente alla sua dimora. L'arma è stata rinvenuta in un terreno agricolo adiacente: si tratta di una pistola semiautomatica “Beretta” del citato calibro, con la matricola abrasa, accompagnata da altri 7 proiettili e uno bossolo. Sul luogo sono stati rinvenuti anche gli indumenti, risultati essere quelli indossati durante la commissione dei reati.
L'arma rinvenuta è stata posta sotto sequestro e sulla stessa saranno effettuati gli esami dattiloscopici e le apposite perizie.
Il 37enne, invece, condotto in caserma per il prosieguo degli accertamenti di rito, è stato arrestato in ragione degli elementi di prova acquisiti e associato alla Casa circondariale di Crotone, in attesa dell’udienza di convalida, che si terrà nei prossimi giorni.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

ISOLA CAPO RIZZUTO – Ancora 6 sequestri di congegni elettronici da parte della Polizia di Stato: si tratta del terzo provvedimento in tal senso dall'inizio dell'anno nella cittadina.

Pubblicato in Cronaca

ISOLA CAPO RIZZUTO - Sequestrati 34 congegni elettronici considerati illegali. È accaduto nell’ambito dei servizi di controllo amministrativo finalizzati all’individuazione di attività illecite, effettuati nel corso della settimana da personale della locale Divisione Pasi - Squadra amministrativa, unitamente a personale dell’Agenzia dogane e Monopoli, nonché personale tecnico della ditta Sogei Spa.

Pubblicato in Cronaca

ISOLA CAPO RIZZUTO - La Squadra Amministrativa della locale Divisione Pasi, unitamente al personale del Reparto prevenzione crimine di Siderno, durante un controllo a un bar del luogo, ha scorto una porta che, dopo essere stata aperta, consentiva l'accesso a una sala contigua allo stesso bar.

Pubblicato in Cronaca

La Polizia Amministrativa sanziona un esercizio commerciale e sequestra un apparecchio da gioco.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2