Sei qui: HomeCRONACAVestito da prete ha posizionato una bara davanti all'ingresso dell'aeroporto di Crotone: l'ultima protesta eclatante di Nando Amoruso

Vestito da prete ha posizionato una bara davanti all'ingresso dell'aeroporto di Crotone: l'ultima protesta eclatante di Nando Amoruso In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Venerdì, 23 Febbraio 2018 13:50

amoruso bara aeroporto entrata

(Foto: Massimo Carlozzo)

Vestito da prete ha posizionato una bara davanti all'ingresso dell'aeroporto di Crotone sulla cui vetrata aveva affisso manifesti mortuari. Protagonista Nando Amoruso, presidente del comitato Viabilita', infrastrutture, trasporti ed ambiente, che in questo modo ha voluto celebrare il funerale dell'aeroporto di Crotone, formalmente riaperto nel mese di dicembre ma sul quale non e' attivo alcun collegamento. Secondo Amoruso, infatti, sullo scalo aeroportuale crotonese al di la' delle promesse e' ormai stata messa una pietra tombale. Il presidente del comitato Vita non e' nuovo a proteste di questo genere attuate per protesta contro il mancato ammodernamento della strada statale 106 e delle ferrovie.

 

 

 

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 23 Febbraio 2018 14:11
Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

balestrieri gif

------------

effemme box 300x250------------

archivio storico crotone

------------

gabbiano box 300x250

 

bonus pubblicità 2018 laprovinciakr verticale 1

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXV Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".