Sabato, 19 Settembre 2020

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

A distanza di circa due mesi dalla seconda, storica promozione in ‘’A’’ del Crotone, il campionato riparte questa domenica con gli squali impegnati a Genova a partire delle ore 15. La redazione sportiva della ProvinciaKR ha voluto fare un regalo alla società e a tutti tifosi rossoblù ricordando, a modo nostro, quella serata indelebile, a partire dall’attesa con i risultati dai campi di Livorno e Cremona, per poi concludere con i festeggiamenti in piazza Pitagaro. Un modo per infondere la giusta carica!

Pubblicato in Sport

«Negli ultimi giorni – informa una nota del Comune di Crotone – durante il controllo del territorio personale di polizia locale ha denunciato all'Autorità giudiziaria 4 soggetti, che non hanno ottemperato a quanto disposto nelle ordinanze notificatogli». «G.L. – rende noto il comunicato – perché in zona stadio non ha ripristinato una facciata pericolante; S.B. in zona centro per non aver ripristinato un muro pericolante; M.B. in via Gioacchino da Fiore per non aver eliminato l'eternit presente in un manufatto, L.M. per non aver eliminato le parti pericolanti di uno stabile in zona centro. Inoltre, nel corso di controlli effettuati nel centro storico è stato sanzionato S.G. perché occupava il suolo pubblico con materiali da edilizia».

 

 

Pubblicato in Cronaca

«Il commissario straordinario Tiziana Costantino – si legge in una nota del Comune di Crotone –, preso atto che l'avviso pubblico emanato da Akrea è andato deserto, con delibera di Consiglio ha approvato gli schemi di concessione per l'utilizzo degli impianti sportivi PalaMilone, Palakro, Settore B e piscina olimpionica».

Pubblicato in In primo piano

Il Presidente della Provincia di Crotone, Simone Saporito, con proprio decreto presidenziale, ha richiesto alla Presidenza della Giunta Regione della Calabria di autorizzare la deroga alla procedura di dibattito pubblico consentendo all'Anas di procedere direttamente agli studi di prefattibilità tecnico-economica nonché alle successive fasi progettuali nel rispetto delle disposizioni del decreto legislativo recante misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale per accelerare la procedura di realizzazione della strada di collegamento diretto tra Simeri Crichi (CZ) e Crotone (Passovecchio), già approvata da altri 49 Amministrazioni locali. Il provvedimento, che è stato sottoscritto in data odierna viene anche trasmesso alla Provincia di Catanzaro in modo che entrambe le Amministrazioni provinciali possano all'unisono procedere verso questa direzione.

Il Centro di monitoraggio della Sicurezza Stradale della Provincia di Crotone ha svolto in favore di questa nuova arteria stradale una vasta azione di sensibilizzazione istituzionale. Dal Gennaio 2017 ad oggi sono state ottenute 50 atti deliberativi in sostegno alla proposta progettuale di collegamento stradale diretto tra Simeri Crichi (CZ) e Crotone (Passovecchio). Hanno aderito 25 consigli comunali della Provincia di Crotone, 14 consigli comunali della Provincia di Catanzaro, 10 consigli comunali della Provincia di Cosenza, i due Consigli provinciali di Catanzaro e Crotone. Queste sono le motivazioni che hanno indotto il Presidente della Provincia di Crotone, Simone Saporito a richiedere alla Presidenza della Regione Calabria di autorizzare la deroga al dibattito pubblico poiché di fatto le amministrazioni pubbliche si sono già espresse sul particolare interesse pubblico e rilevanza sociale che la strada a 4 corsie tra Simeri Crichi (CZ) e Crotone potrebbe produrre, con un’apposita delibera di consiglio comunale, la maggior parte delle quali espresse all'unanimità.

La zona centrale della Calabria deve uscire dall'isolamento in cui le politiche pubbliche degli ultimi decenni l'hanno costretta, dichiara il Presidente della Provincia di Crotone, Simone Saporito, e la soluzione immediata, per garantire la mobilità dei cittadini, il flusso delle merci e l'accessibilità turistica nell'area tra Catanzaro e Crotone, da troppo tempo colpevolmente emarginata, è stata individuata nella realizzazione di una strada a 2 carreggiate e 4 corsie con sparti traffico centrale (strada statale di categoria B) che unirebbe i due capoluoghi di provincia in 30 minuti.

Il nostro lavoro teso al sostegno di questa opera infrastrutturale consentirebbe di avere per la prima volta una strada a 4 corsie nella provincia di Crotone ma soprattutto c'ha consentito di verificare un iter procedurale istituzionale innovativo che ha bruciato le tappe che di solito necessitano per arrivare alla realizzazione di queste opere. Forti di questa esperienza siamo pronti a raccogliere nuove sfide in favore di questo territorio. La Provincia di Crotone ha dimostrato una particolare caparbietà verso questa tema che sta portando, in brevissimo tempo, risultati inimmaginabili, per questo motivo intendo ringraziare i dipendenti del Settore Mobilità, Trasporti e Sicurezza Stradale della Provincia di Crotone per il supporto che ci stanno dando per arrivare a determinare la realizzazione di questa arteria fondamentale per il nostro territorio. "Doverosi - ha dichiarato il presidente Saporito - sono i ringraziamenti all'Anas regionale, ingegnere Silvio Canalella, responsabile Area Nuove opere, e l'ingegnere Francesco Caporaso, responsabile della Struttura territoriale, per la collaborazione dimostrata attraverso la cui opera il nostro territorio avrà la possibilità di usufruire della più grande opera infrastrutturale programmata negli ultimi decenni".

 

 

Pubblicato in In primo piano

A conclusione del mio mandato, durante il quale ho avuto l'onore di servire la città di Crotone, desidero rivolgere il mio più affettuoso saluto a tutti i cittadini, alle autorità civili, militari e religiose, alle associazioni economiche e sociali, agli organi di stampa.

Pubblicato in In primo piano

«In data 16 settembre, presso la sede Uil Fpl di Crotone, si è tenuto un incontro con tre dei candidati a sindaco al comune di Crotone Enzo Voce, Danilo Arcuri e Andrea Correggia assente Manica nonostante l'invito, per discutere della problematica inerente al trasferimento del poliambulatorio di corso Messina presso la nuova sede sita in viale Nazioni Unite, che è causa di notevole fermento ed apprensione non solo per i cittadini crotonesi ma anche per i medici specialisti nonché per la totalità degli operatori sanitari, che nella struttura operano da decenni».

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 1295