fbpx
Giovedì, 18 Luglio 2024

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

michele affidato premi festival 2019Sarà presente per il nono anno consecutivo sul palco del Festival di Sanremo a rappresentare Crotone e la Calabria. Il maestro orafo Michele Affidato, presso il suo show-room in piazza Pitagora, ha presentato questa mattina in anteprima i premi che verranno consegnati nel corso della 69esima edizione del Festival della canzone italiana. Tra le opere più importanti spicca il “Premio della critica Mia Martini” che verrà assegnato nel teatro Ariston all’artista che verrà premiato appunto dalla critica. Un riconoscimento attribuito dalla stampa specializzata alla canzone e all'interprete che riscuoterà un giudizio positivo di qualità da parte di giornalisti e critici musicali. Il Premio Mia Martini consiste in una scultura formata da un leone che si poggia su una chiave di violino, con alla base una composizione di fiori. L’opera rappresenta tre elementi portanti del Festival: il leone ed i fiori come simbolo della citta ligure, mentre la chiave di violino rappresenta la musica. Ma il Maestro, come ormai da diversi anni, sarà presente anche al taglio del nastro di Casa Sanremo, l’hospitality del Festival. Alla serata inaugurale di domenica 3 febbraio, parteciperanno il patron Vincenzo Russolillo, il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, la madrina Roberta Morise, volto noto della Rai, oltre che numerose autorità, giornalisti specializzati e addetti ai lavori. Per Casa Sanremo sono stati realizzati i premi “Soundies Awards” destinati ai migliori videoclip dei Big, il “Premio Giuria degli Adolescenti” tra le novità di quest’anno che verrà attribuito da una giuria di 100 ragazzi impegnati a esprimere il proprio parere sulle canzoni in gara al Festival decretandone il loro vincitore e, ancora, i premi “Musica contro le Mafie” che verranno consegnati da Rocco Mangiardi, testimone di giustizia di Lamezia Terme. A Casa Sanremo ci sarà inoltre uno spazio dedicato al sociale, con il convegno che anche quest’anno farà l’Unicef, di cui Affidato è ambasciatore.

michele affidato premi festival 2019 ingrandimentoGrande attesa, anche per il “Gran Galà della Stampa”, ideato da Ilio Masprone, che si terrà nel Casinò di Sanremo. Un evento che vede la partecipazione di personaggi che hanno fatto la storia della musica italiana e degli addetti ai lavori che, nel corso degli anni, hanno dato il proprio contributo per far apprezzare la musica italiana in tutto il mondo. Durante la serata saranno assegnati il “Premio Numeri Uno - Città di Sanremo” ed i “Premi Dietro le Quinte”. Il Premio “Numeri Uno - Città di Sanremo”, che raffigura una Palma affiancata dal numero “1” nel quale sono stati incastonati un fiore in argento ed un topazio azzurro che simboleggiano i fiori ed il mare della città di Sanremo, quest’anno sarà assegnato ad un’artista che ha fatto la storia del Festival, vincendo ben tre edizioni: Iva Zanicchi. Negli anni scorsi il premio di Affidato è stato consegnato ad altri personaggi come Pippo Baudo, Al Bano, Tony Renis, Rita Pavone e Toto Cutugno. La giuria presieduta dalla giornalista Marinella Venegoni, ha deciso di assegnare il “Dietro le Quinte” a Tullia Brunetto (addetto stampa di molti artisti), Saturnino Celani (storico bassista di Jovanotti), Michele Torpedine (manager de Il Volo), Alfonso Signorini (Direttore di Chi) e Gianni Belfiore (80 testi por Iglesias). Durante la serata sarà consegnato anche il “Premio Mr. Blogger” che andrà a Giuseppe Candela. Altri importanti premi che da diversi anni Michele Affidato realizza sono quelli dell’Afi, “Associazione Fonografici Italiani” presieduta da Sergio Cerruti, che festeggia i 70 anni di attività. In passato sono stati tanti gli artisti premiati dall’Afi al Festival di Sanremo, quest’anno verrà assegnato un premio speciale alla Carriera a Peppino di Capri. Alla conferenza stampa, durante la quale sono state illustrate le opere dal maestro Affidato, erano presenti l’assessore alle Attività Produttive Sabrina Gentile in rappresentanza del Comune di Crotone, il Presidente della Camera di Commercio Alfio Pugliese, Giovanni Ferrarelli ed Antonio Casillo della Confcommercio e Gennaro De Rosa di Musica contro le Mafie.

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

fiorella mannoia premio afi michele affidatoC'era anche l’arte del maestro orafo Michele Affidato all’edizione 2018 dei “Wind music awards 2018”, evento che si è tenuto nei giorni scorsi presso l’Arena di Verona e al quale hanno partecipato artisti di primissimo piano in una delle cornici più suggestive per la musica italiana. Un vero e proprio spettacolo nel corso del quale, da oltre dieci anni, vengono premiati coloro che si sono distinti per le vendite dei loro album e dei singoli e per i risultati conquistati nei live. A Michele Affidato l’Afi, “Associazione Fonografici Italiani”, che riunisce e rappresenta i produttori di fonogrammi e video musicali, tutelando e promuovendo gli interessi collettivi dell’industria del settore musicale, ha commissionato un premio di straordinaria importanza. Il “Premio Speciale AFI” che raffigura il logo dell’associazione, realizzato su lastra d’argento e base in cristallo è stato consegnato a Fiorella Mannoia, artista che Michele Affidato ha avuto modo di premiare con delle sue opere già diverse volte nel corso della sua carriera. Di recente l’Afi ha rinnovato i suoi vertici, lo scorso venti marzo l'associazione ha eletto come suo Presidente il giovane Francesco Cerruti che ha già contattato il maestro Michele Affidato per coinvolgerlo in una serie di iniziative di grandissimo spessore. La collaborazione tra il Maestro e l’Afi risale ormai a diversi anni, visto che ha avuto il compito di realizzare premi per il gotha della musica italiana, non solo al Festival di Sanremo ma anche in tante altre manifestazioni. Il premio è stato assegnato a Fiorella Mannoia nel corso del Wind Music Awards 2018 e consegnato sul palco da Carlo Conti e Vanessa Incontrada; la stessa opera, inoltre, è stata messa nelle mani dell’artista nel backstage prima dell’evento da Sergio Cerruti, Marica Pellegrinelli e Federico Russo. Sul palco si sono alternati i vari Baby K, Benji & Fede, Biagio Antonacci, Coez, Cristina D’Avena, Emma, Elisa, Ermal Meta, Federica Carta, Fiorella Mannoia, Francesco Gabbani, Gianna Nannini, Il Volo, Izi, La Rua, Laura Pausini, Maneskin, Max Pezzali - Nek - Francesco Renga, Riki, Shade, Sfera Ebbasta, Thegiornalisti,Ultimo e molti altri. “Siamo ancora al fianco dei grandi della musica italiana - afferma Michele Affidato - con l’Afi ormai abbiamo instaurato un rapporto che dura da diversi anni ed è sempre un piacere realizzare i premi per un’associazione che tutela e valorizza la musica italiana, un vero patrimonio per il nostro Paese. Premiare poi Fiorella, artista dal talento infinito, mi riempie di gioia e orgoglio”. Soddisfatto anche il Presidente Cerruti: “Sono felice e grato che l’Afi abbia avuto la possibilità di tornare sul palco dei WMA 2018, ancora di più per premiare un’artista raffinata quale Fiorella Mannoia anche nella sua veste di produttrice indipendente”.

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

barca sorriso cara unicefISOLA CAPO RIZZUTO - E' stata inaugurata nel Centro di accoglienza richiedenti asilo Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto la "Barca del sorriso", il parco giochi a forma di galeone donato dall'Unicef e dal suo ambasciatore a Crotone, Michele Affidato, per tutti i bambini del Centro. L'iniziativa e' stata pensata e sostenuta sinergicamente dal prefetto di Crotone Cosima Di Stani, dall'Unicef e dal direttore del Regional Hub Vitaliano Fulciniti. "Visitando la struttura - ha spiegato il Prefetto - ho notato delle giostrine piuttosto vetuste. Da qui l'idea di fare qualcosa in piu' per questi bambini affinche' anche loro potessero riscoprire la bellezza del gioco". "Nel nostro piccolo - ha osservato Affidato - abbiamo voluto regalare un angolo di pace ai bambini di questo Centro, in ottemperanza alla mission dell'Unicef di garantire i diritti a tutti i bambini del mondo". "Il nostro obiettivo - ha spiegato il direttore del Centro, Vitaliano Fulciniti - e' quello di trasformare il 'Cara' in una casa".

 

 

Pubblicato in Attualita'

senese morandi affidato“E’ un grande onore ricevere questo premio e soprattutto mi fa piacere che la nostra amicizia continui nel tempo”. Queste sono le parole di Gianni Morandi rivolte a Michele Affidato al momento della consegna del Pitagora d’argento. L’opera è stata realizzata dal maestro orafo crotonese e consegnata prima del grande concerto che “l’eterno ragazzo” ha tenuto a Reggio Calabria. “Ormai – ha aggiunto Gianni Morandi - abbiamo un rapporto già da qualche anno, per Sanremo il maestro Affidato ha realizzato due opere importantissime, il primo anno consegnato ad Al Bano e il secondo a Patty Smith. E’ un grandissimo orafo ed è un immenso piacere ricevere questa splendida opera”. Per l’arrivo dell’eterno ragazzo a Reggio Calabria c’era il pubblico delle grandi occasioni, fans in visibilio per uno degli artisti che ha segnato gli anni più belli di milioni di italiani, attraversando almeno tre generazioni e che sta girando l’Italia con il suo tour dedicato all’album “D’amore d’autore”. L’evento che si è tenuto presso il Palacalafiore, è stato organizzato dalla Essemmemusica di Maurizio Senese con cui Michele Affidato collabora ormai da diversi anni per gli eventi più importanti che lo stesso Senese promuove in Calabria. Una serata di gioia vera, all’insegna dei successi che fanno parte a pieno titolo della storia della musica italiana. Un legame davvero speciale quello di Gianni Morandi con Michele Affidato e con l’intera Calabria. “E’ un grandissimo piacere ritrovarti – ha aggiunto Morandi rivolgendosi ad Affidato - soprattutto nella tua terra, è un po’ di giorni che sono qui e sono stato davvero bene. Sono contento anche perché ti ritrovo nella tua terra straordinaria. Tu sei di Crotone, città che conosco molto bene. Come anche la quadra, visto che aimè ha battuto in casa il mio Bologna per 3-2, meritando tra l’altro. Negli anni ’60 sono venuto per la prima volta in Calabria, avevo fatto le mie prime incisioni. E’ una regione che conosco bene, mi fa sempre piacere ritornare”. Le parole di Gianni Morandi hanno colpito particolarmente Michele Affidato che, così come ha ricordato lo stesso cantante, ha condiviso due Festival di Sanremo, ma al quale è legato anche da un sentimento di amicizia sincero. “Questa opera vuole essere il suggello per l’amicizia che ci lega, accogliere nella mia terra Gianni Morandi è stata davvero una cosa fantastica, la consegna del Pitagora d’Argento è anche un modo per ringraziarlo delle attenzioni che ha sempre rivolto nei miei confronti. Gli chiesi di accostare il mio nome alla Calabria e lui l’ha sempre fatto sul palco dell’Ariston mostrandosi estremamente disponibile”.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

affidato premi sanremo 2018Mancano ormai pochi giorni all'avvio del Festival della Canzone Italiana, che come sempre negli ultimi anni vedrà impegnato l’orafo Michele Affidato nella realizzazione di diversi premi. Opere che sono state presentate nel corso di una conferenza stampa presso lo showroom del maestro orafo. Tra le diverse creazioni realizzate per questa edizione del Festival, di assoluto rilievo il “Premio della Critica Mia Martini” sia per la sezione “Campioni” che per la sezione “Nuove Proposte”, che verrà assegnato nella serate clou. Si tratta di uno dei premi di maggior valore, istituito nel lontano 1982 che viene assegnato dalla stampa specializzata, chiamata a giudicare i brani in gara. Nel corso degli anni si è deciso di accostare il nome di “Mimì” che ha vinto il premio per ben tre volte con “E non finisce mica il cielo”, “Almeno tu nell'universo” e “La nevicata del '56”. Un premio quello realizzato da Affidato che consiste in un bassorilievo in argento e foglia oro raffigurante il simbolo di Sanremo con sopra impressi il Leone e la Palma dipinto con smalti a fuoco. Opere prestigiose che si aggiungono a quelle realizzate nelle passate edizioni, tra le tante ricordiamo lo scintillante Stivale con diamanti e pietre preziose con cui Affidato celebrò il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia e che premiò l’interpretazione di Al Bano Carrisi con il “Va’ pensiero” del “Nabucco” di Verdi, eletto dal pubblico come la canzone più amata della storia della musica italiana, opera che fu persino presentata al Quirinale all’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. E ancora i premi Cover con il suo Globo in smalti, oro e diamanti con cui fu premiata l’interpretazione di “Impressioni di Settembre” dei Marlene Kuntz in duetto con Patti Smith, e la scultura “Chiave di Violino” assegnata agli Stadio con l’interpretazione de “La Sera dei Miracoli di Lucio Dalla” e ad Ermal Meta con “Amara a Terra Mia”. Affidato inoltre ha realizzato le opere per dell'ottava edizione del “Gran Gala della Stampa” ideato da Ilio Masprone. Una serata nel corso della quale verrà consegnata la prestigiosa “Palma D’Argento” a Toto Cutugno, vincitore quest’anno del premio "Numeri Uno - Città di Sanremo". Un riconoscimento riservato a quegli artisti che hanno fatto la storia del Festival e che in passato è stato assegnato a Pippo Baudo, Al Bano Carrisi, Tony Renis e Rita Pavone. La scultura raffigura una Palma affiancata dal numero “1” nel quale sono stati incastonati un fiore in argento ed un topazio azzurro che simboleggiano i fiori ed il mare della città di Sanremo. Nella stessa serata verranno assegnati anche i “Premi Dietro le Quinte”, una scultura composta da una D e una Q stilizzate, riconoscimento per coloro che lavorano attorno al Festival della Canzone e valorizzano la musica italiana nel mondo. Il premio verrà consegnato a: Giampiero Artegiani (Perdere l’Amore); Laura Cervellione (TG 24); Sandro Ciotti (Uffici Stampa); Nicoletta Mantovani (Fondazione Pavarotti) e Cristiano Minellono (L’Italiano). Inoltre un premio speciale alla Carriera a Dino Vitola ed il Premio Mr. Blogger quest’anno assegnato a Davide Maggio. La Giuria sarà composta dalla Presidente Marinella Venegoni (La Stampa), Mario Luzzatto Fegiz (Corriere della Sera), Dario Salvatori (Rai Uno), Marco Molendini (Il Messaggero), Andrea Spinelli (Quotidiano Nazionale) e Andrea Scarpa (Donna Moderna). Presidente storico del Gala, Mario Maffucci, per oltre 20 anni capostruttura del Festival. La settimana sarà ricca di impegni e si aprirà con l'inaugurazione di Casa Sanremo, evento che Affidato condividerà con la madrina di quest'anno, Elisa Isoardi, insieme al Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, all’Assessore allo Spettacolo Marco Sarlo, al Patron di Casa Sanremo Vincenzo Russolillo. Per Casa Sanremo Affidato ha realizzato i premi “Soundies Awards” miglior videoclip per le categorie Giovani e Big ed i premi “Musica contro le Mafie Words and Awards”. Il maestro Affidato ha presentato inoltre i premi realizzati per l'Afi (Associazione Fonografici Italiani), con cui collabora già da diversi anni per la realizzazione dei riconoscimenti consegnati durante il Festival a personaggi del mondo della musica. Quest’anno tra i premiati Roby Facchinetti, Riccardo Fogli e Red Canzian. Il Maestro orafo, che di recente è stato nominato ambasciatore dell'Unicef, promuoverà anche il convegno “Per una integrazione che riguardi i diritti di tutti” al quale parteciperà anche il Presidente Nazionale Unicef Giacomo Guerrera. Presenti alla conferenza stampa, il sindaco della Città di Crotone Ugo Pugliese, il vicesindaco di Crotone Antonella Cosentino, l’Assessore al Turismo Giuseppe Frisenda, il Presidente di Confindustria Michele Lucente e Giovanni Ferrarelli ed Antonio Casillo di Confcommercio.

 

Il punto di vista.
Al Festival di Sanremo, il maestro orafo Michele Affidato rappresenterà la faccia migliore di una Crotone che è purtroppo in continuo declino. Un esempio da imitare anche in altri ambienti della società civile, quello del maestro, orafo soprattutto in ambito politico. Sul palco dell’Ariston, cambiano il direttore artistico, i presentatori, i cantanti e la giuria in occasione di una nuova edizione, ma continua è la presenza del maestro orafo crotonese Michele Affidato con le opere realizzate per premiare artisti e personaggi del prossimo festival. Opere che vengono realizzate made in Crotone, nello showroom di Piazza Pitagora. Come per gli anni precedenti, questa mattina, i premi del prossimo festival realizzati da Affidato sono stati mostrati a stampa e televisioni calabresi, accorsi in massi nello showroom su espressa volontà dello stesso maestro orafo. Ad affiancare Michele Affidato nella presentazione delle opere da lui realizzate, anche il sindaco Ugo Pugliese, l’assessore alla Cultura Antonella Cosentino, l’assessore allo Sport Giuseppe Frisenda, il presidente della Confindustria della provincia di Crotone Michele Lucente, Giovanni Ferrarelli e Antonio Casillo di Confcommercio. Tutti hanno sottolineato positivamente ciò che rappresentano nel mondo le opere di Michele Affidato. In questo senso, Michele Affidato insieme a qualche altro imprenditore, rappresentano quella luce che ancora riesce a non fare rimanere completamente al buio Crotone. Il loro impegno dove essere un esempio da imitare per altri imprenditori che al momento sono in stand-by dopo la deindustrializzazione. Ancora di più dovrà essere la politica a prendere come esempio ciò che Michele Affidato, Ambasciatore Unicef per la Calabria, rappresenta. Crotone ha tante altre eccellenze imprenditoriali in grado di elevare la qualità del territorio. Fare sinergia tra tutti, in ogni settore, sarebbe la giusta ricetta per una ripresa che non è utopistica ma realtà.

Giuseppe Livadoti

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

michele affidato inaugurazione casa sanremo 2018Mancano pochi giorni all’avvio del 68° Festival della canzone italiana che si svolgerà nella città dei fiori dal 6 al 10 febbraio prossimo, quest’anno condotto da Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pier Francesco Favino. Da diversi anni ormai ad impreziosire la kermesse canora anche le opere del maestro orafo Michele Affidato. Il lavoro del maestro inizia in realtà molti mesi prima, con una fase di preparazione vera e propria che lo vede impegnato nella realizzazione di alcune creazioni uniche nel loro genere che rimarranno per sempre negli annali della kermesse. Tra le tante opere che verranno realizzate quest'anno spicca un “Premio Speciale”, riconoscimento tra i più prestigiosi del Festival che verrà consegnato sul palco dell’Ariston e reso noto nei prossimi giorni nel corso di una conferenza stampa. Di grande importanza anche il premio “Numeri Uno-Città di Sanremo”, quest’anno assegnato a Toto Cutugno, ideato da Ilio Masprone e assegnato negli anni a personaggi simbolo del Festival tra cui Pippo Baudo, Al Bano Carrisi, Tony Renis e Rita Pavone. Di rilievo anche i premi “Dietro le Quinte”, riservati agli addetti ai lavori che hanno contribuito a rendere ancor più popolare il Festival nel mondo, quelli per il “Musica contro le Mafie Words and Awards” e i premi “Soundies Awards miglior videoclip categoria giovani e categoria big”. Il Maestro inoltre, nominato di recente ambasciatore dell'Unicef, promuoverà a Casa Sanremo anche il convegno “Per una integrazione che riguardi i diritti di tutti” al quale parteciperà anche il Presidente nazionale Unicef Giacomo Guerrera. Non mancherà il classico appuntamento con l’inaugurazione di Casa Sanremo, considerato il salotto del Festival per via delle prestigiose manifestazioni che ospita nell’arco dell’intera settimana. Anche quest’anno, cosi come in passato l’orafo Michele Affidato avrà l’onore di tagliare il nastro di Casa Sanremo insieme alla madrina Elisa Isoardi, volto noto della Rai, al patron Vincenzo Russolillo e alle autorità sanremesi. Inoltre, da anni, Michele Affidato è l’orafo ufficiale di “Area Sanremo”, l’unico concorso che porta i giovani vincitori al Festival della canzone italiana. Sarà una settimana davvero intensa e ricca di emozioni per Michele Affidato che, oltre alla propria arte, cercherà di valorizzare e rendere ancora più forte in binomio tra musica e solidarietà, portando all'attenzione di una grandissima platea i temi promossi dall'Unicef. “Quella di Sanremo - commenta Affidato - per me è una settimana faticosa ma allo stesso tempo magica. Le mie opere nel corso degli anni sono state consegnate ad artisti che rappresentano la Storia della musica italiana e ad altri che ancora continuano a scriverla. E' un onore ma allo stesso tempo un impegno importante, anche quest'anno saremo insieme ai big e questa è una soddisfazione enorme. Così come lo è quella per il convegno che organizziamo con l'Unicef e che tratterà un tema tanto delicato quanto attuale”. Tutti i premi verranno presentati il prossimo 31 gennaio presso lo showroom del maestro orafo nel corso di una conferenza stampa.

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli
Pagina 10 di 14