fbpx
Lunedì, 30 Gennaio 2023

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

salvatore codispotiVarata da Salvatore Codispoti la nuova segreteria del Partito democratico di Strongoli. «Quattro i dirigenti – informa una nota del segretario del Circolo – che entreranno a far parte dell’esecutivo cittadino: Daniela Sculco, Giovanni Serra, Lucia Apa e Simona Mancuso. Con la segreteria si compie un altro passo verso l’organizzazione di un gruppo dirigente pronto ad assumersi delle responsabilità. Emerge la necessità di una visione più forte e strategica del futuro, un richiamo a un cambio di paradigma che ponga al centro la qualità dei servizi pubblici e di gestione del bene comune. C’e un dovere morale, prima che politico, che dove portare tutti a riflettere sui veri problemi della gente. Bisogna lavorare per un partito plurale, aperto e che promuova il confronto ed il dialogo tra la gente. Un impegno che andrà necessariamente sviluppato in costante contatto con il territorio e con le realtà sociali a cui è necessario parlare, per dare un elemento di forza e coesione al lavoro che si andrà a sviluppare nei prossimi mesi e nei prossimi delicati appuntamenti elettorali ormai all’orizzonte».

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

marijuana strongoli carabinieriSTRONGOLI MARINA – I carabinieri hanno arrestato un 24enne di Strongoli (KR) per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I carabinieri, dopo aver fermato l’uomo a bordo di un'autovettura durante un controllo alla circolazione stradale, hanno proceduto alle perquisizioni personale e veicolare ed hanno rinvenuto 1,2 chilogrammi di marijuana (suddivisa in 15 involucri), tutto posto in sequestro. A intervenire sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cirò Marina, unitamente ai carabinieri del 14^ Battaglione Calabria di Vibo Valentia.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

polizia generica cofanoSvariati controlli amministrativi della Polizia alle attività commerciali e stabilimenti balneari, site nei Comuni di Melissa e Strongoli. Sono stati effettuati nella mattinata di mercoledì 17 luglio scorso, da personale della divisione Pasi - squadra amministrativa, unitamente a personale della squadra vautica, del reparto Prevenzione crimine di Cosenza e a personale dell’Asp - Sian di Crotone, nell’ambito del progetto “Hera Lacinia - contrasto alla criminalità diffusa”.
Nel corso delle attività sono state riscontrate violazioni amministrative per le quali sono state elevate sanzioni per un totale di 924 euro e, congiuntamente a personale Asp - Sian intervenuto sul posto si è proceduto al sequestro amministrativo di 27,4 chilogrammi circa di prodotti di genere alimentare (carne, pesce, verdura e pane), in quanto si riscontrava essere sprovvisti di etichettatura e di documentazione attestante la rintracciabilità.
Si è proceduto, inoltre, a segnalare al competente Ispettorato del lavoro di Crotone 2 dipendenti non regolarmente assunti. Nel corso dei predetti controlli personale della squadra nautica ha elevato 6 sanzioni per violazioni al Codice della navigazione presso due stabilimenti balneari, per un importo di 1.032,00 euro cadauno.
Infine personale sanitario del Sian ha proceduto alla chiusura di 2 locali adibiti a ristorazione e cucina, presso altrettante attività controllate, per mancanza dei requisiti minimi di carattere igienico-sanitario, oltre ad impartire prescrizioni di adeguamento e richiesta documentale a tutti gli esercizi controllati. Le attività del Progetto Hera Lacinia proseguiranno anche nelle prossime settimane a Crotone e nei Comuni del territorio provinciale.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

carabinieri posto di bloccoCIRO' MARINA - Detiene sostanza stupefacente per uso personale e si rifiuta di sottoporsi agli accertamenti tossicologici: segnalato alla Prefettura e denunciato. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cirò Marina hanno deferito alla Procura della Repubblica di Crotone un 39enne del luogo, per essersi rifiutato di sottoporsi ad accertamenti tossicologici; contestualmente è stato segnalato alla Prefettura di Crotone per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale. In particolare i carabinieri, dopo aver fermato l’uomo a bordo di autovettura durante un controllo alla circolazione stradale, a seguito della sintomatologia hanno deciso di sottoporlo agli accertamenti tossicologici, trovando il suo rifiuto. Sottoposto a perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di un involucro contenente 3 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina. La sostanza stupefacente è stata posta in sequestro.

A Strongoli, invece, un 20enne è stato trovato in possesso di sostanza stupefacente ai fini di spaccio ed è stato arrestato. In particolare, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Cirò Marina, durante un controllo alla circolazione stradale effettuato nel comune di Strongoli, hanno fermato e controllato a bordo dell’autovettura del giovane ed è stato così trovato in possesso di un involucro con all’interno 50 grammi di marijuana. La sostanza stupefacente è stata posta in sequestro. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

carabinieri paletta radiomobileSTRONGOLI – Sorpreso alla guida dell’auto mentre detiene sostanza stupefacente e si rifiuta di sottoporsi agli accertamenti tossicologici: denunciato. I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Ciro’ Marina, durante un posto di controllo effettuato nel territorio del Comune di Strongoli, hanno denunciato all’Autorità giudiziaria e segnalato a quella prefettizia un 22enne di Casabona. Il giovane, che mentre era alla guida di un’autovettura è stato trovato in possesso di una sigaretta artigianale composta da tabacco e sostanza stupefacente del tipo “hashish”, si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti tossicologici. La patente di guida è stata ritirata.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

campanile strongoli«La stabilità del campanile dell’antica chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Strongoli è a rischio e occorre intervenire al più presto». È quanto sostengono Denis Nesci, presidente nazionale Udicon e Pietro De Tursi, presidente provinciale Udicon .
«Il rischio crollo – riferiscono – è legato ai danni subiti nel pomeriggio del 12 aprile scorso, quando un fulmine colpì il campanile del Duomo provocando la lesione del pinnacolo superiore, di parte della cupola che adorna l’antica chiesa di San Pietro e Paolo di Strongoli, alle apparecchiature elettriche, all’organo e all’impianto di videosorveglianza situato all’interno del duomo. Danni ingenti, che richiedono un intervento immediato sottolineano Nesci e De Tursi poiché si tratta di un bene storico che va preservato. Inoltre, sottolineano Nesci e De Tursi, è vietato sostare nella zona, attualmente transennata. Occorre, sostengono Nesci e de Tursi, richiamare l’attenzione degli enti preposti, sollecitare interventi immediati poiché la situazione potrebbe aggravarsi con l’avvento di nuove perturbazioni. Non vogliamo creare allarmismi, concludono Denis Nesci e Pietro De Tursi un attento intervento di manutenzione sarebbe di gran lunga meno costoso perché prevenire costa meno che curare».

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 10 di 20