Sei qui: HomePOLITICACrisi Comune, il sindaco Pugliese e' stanco della resa dei conti interna alla Prossima Crotone: starebbe pensando di dimettersi

Crisi Comune, il sindaco Pugliese e' stanco della resa dei conti interna alla Prossima Crotone: starebbe pensando di dimettersi In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Martedì, 11 Giugno 2019 12:10

ugo pugliese divanoLa notizia non ha i crismi dell’ufficialità, ma proviene da ambienti molto vicini al sindaco di Crotone: Ugo Pugliese starebbe seriamente pensando alle dimissioni. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, ma che non è stata certo una sorpresa, è stata l’ennesima seduta del consiglio comunale andata deserta in prima convocazione. Solo 13 i consiglieri che hanno risposto presente all’appello in aula di cui due di minoranza: Anna Curatola (Forza Italia) e Andrea Devona (Una sola passione Crotone). Un atto politico importante, quello della mancata presenza da parte dei consiglieri di maggioranza, visto che la seduta aveva come primo punto all’ordine del giorno le comunicazioni del sindaco sulla bonifica. Pugliese aveva chiesto partecipazione e serenità alla seduta per celebrare un passaggio “epocale” per la città di Crotone: l’approvazione dei decreti per l’avvio degli appalti per le discariche in mare. Appello, evidentemente, caduto nel vuoto, con una situazione politica di intransigenze tango nella Prossima Crotone, quanto nel Pd che non ci sta più a fare da stampella se non dietro l’ottenimento di un riconoscimento ufficiale nell’esecutivo Pugliese. Del resto, erano stati gli stessi consiglieri comunali di coalizione e opposizione a chiedere al sindaco una riformulazione della maggioranza nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Da qui, la via indicata di aprire al Pd in giunta e proseguire su quanto già in corso alla Regione e Alla Provincia di Crotone. Alternativa, questa, non di gradimento del sindaco che la scorsa settimana aveva rilasciato dichiarazioni di chiusura all’accordo. Nasce e si sostanzia in questo contesto un sentimento di sfiducia del sindaco Pugliese che avrebbe intenzione di imboccare la strada delle dimissioni come ultima spiaggia per risvegliare un senso di appartenenza nella Prossima Crotone. Il consiglio comunale tornerà a riunirsi nell’emiciclo di piazza della Resistenza questo pomeriggio alle ore 18.30 in seconda convocazione e occorreranno solo 11 “presente” alla chiamata del segretario generale per validare la seduta. Questo l’ordine del giorno:
1) Comunicazioni del Sindaco Ugo Pugliese sulla bonifica sito SIN;
2 ) Approvazione Regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale;
3) Approvazione Regolamento Comunale di Crotone sul funzionamento della Commissione Pari Opportunità;
4) Regolamento di Polizia Urbana per la civile convivenza in Città;
5) Approvazione modifiche ed integrazioni al "Regolamento per la concessione in uso degli impianti sportivi annessi alle scuole ed istituti di pertinenza comunale";
6) Presa d'atto relazione del Garante Comunale dei diritti dei detenuti;
7) Presa d'atto lavoro svolto dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Crotone (maggio 2018/maggio 2019).

 

 

 

Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".