Stampa questa pagina

Flora Sculco (Cir) apre alla Cgil: «Ok Reddito di cittadinanza, ma urge un Piano territoriale per il lavoro» In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Giovedì, 22 Novembre 2018 18:46

flora sculco Commissione«D’accordo con la Cgil, rilanciamo il Patto per Crotone». Lo sostiene in una nota la consigliera regionale di Cir, Flora Sculco. «Non ho avuto l’opportunità – commenta la consigliera – di partecipare all’interessante conferenza stampa degli amici della Cgil, organizzata lunedì scorso, nella quale sono stati trattati essenzialmente due temi. Uno è quello del Reddito di cittadinanza, sul quale è stata espressa una posizione che non può, per quanto mi riguarda, che essere condivisibile: la misura è necessaria, tenendo conto della eccezionalità dei livelli di povertà e di crisi sociale e occupazionale, e penso anche io che questo provvedimento vada raccordato ad opportunità lavorative e non trasformarsi unicamente in un mero intervento assistenziale. Ho trovato particolarmente interessante il secondo tema, che ha riguardato l’urgente necessità di dare vita, velocemente, ad un vero e proprio “Piano territoriale per il lavoro”, utilizzando a questi fini tutte le cospicue risorse contenute nel “Patto per la Calabria”. Parliamo di alcuni miliardi di euro ancora non utilizzati. Molte di queste risorse, tra l’altro, sono dedicate al risanamento ambientale, ad interventi di manutenzione straordinaria del territorio e di sistemazione idrogeologica. Dio solo sa quanto questa azione sia indispensabile per la nostra Calabria, anche alla luce degli ultimi turbolenti fenomeni meteorologici che tanto allarme e tanta preoccupazione suscitano in tutti noi. Non sarebbe in alcun modo perdonabile che le risorse contenute nel patto non vengano utilizzate e rese disponibili solo per mancanza di determinazione politico istituzionale o peggio a causa di una ottusa incrostazione burocratica che troppe volte fa da ostacolo ai bisogni della Calabria e dei calabresi. Le risorse del Patto per la Calabria prevedono interventi anche in altri settori e per tanti altri obiettivi che possono concorrere ad un risultato occupazionale e dare un impulso concreto alle politiche di sviluppo e di crescita delle nostre comunità. Vorrei ricordare che questa impostazione, rilanciata dai dirigenti della Cgil, riprende a piene mani il “Patto per Crotone”, un patto di sviluppo che coinvolge il capoluogo e tutto il suo sistema territoriale, che abbiamo elaborato, condiviso e sottoscritto con le istituzioni locali, le organizzazioni sociali e tutte le rappresentanze di interessi presenti nella nostra provincia. In quella circostanza, non solo abbiamo saputo fare “alleanza” ma abbiamo messo in campo un vero e proprio gioco di squadra. Proprio da quell’impegno sono nate opportunità ed investimenti che oggi sono finalmente a disposizione della città di Crotone e sono pronti per essere cantierati, e sortire così gli effetti positivi sul piano economico, sociale ed occupazionale. Mi riferisco, ad esempio, all’Antica Kroton, un progetto di 61.700.000, al completamento del “Piano Versace”, agli interventi per la bonifica, ai 17 milioni di euro previsti dall’Agenda Urbana”. In questo contesto vanno anche inseriti gli investimenti per l’ammodernamento della SS 106, quelli per la depurazione che hanno riguardato molti Comuni della provincia e l’elettrificazione della linea ferroviaria. Questi risultati sono il frutto diretto di quella spinta posta alla base del Patto per Crotone, anche se, siamo consapevoli, che non sono ancora sufficienti. Per tutto questo, ho trovato di particolare interesse la proposta formulata dalla Cgil per riprendere un lavoro comune, che è l’unico e solo che può generare, realmente, risultati positivi, tanto attesi e auspicati, in una fase che, com’è stato giustamente sottolineato, si presenta caratterizzata, in modo particolare, da un grumo di sofferenza sociale che ha raggiunto livelli inaccettabili per chicchessia. Sono totalmente d’accordo, disponibile e pronta a condividere e partecipare a quella “cabina di regia” richiesta dalla Cgil che deve necessariamente coinvolgere le rappresentanze istituzionali, sociali ed economiche del nostro territorio».

 

 

 

 

 

 

Riceviamo e pubblichiamo

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio Rosso Blu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultimi da Riceviamo e pubblichiamo

Articoli correlati (da tag)