fbpx
Lunedì, 15 Aprile 2024

POLITICA NEWS

Gli ordini professionali e l’Amministrazione comunale: «Sempre più convinti che linea del confronto porterà a risultati positivi»

Posted On Venerdì, 27 Luglio 2018 19:08 Scritto da

ordini professionali amministrazione comunaleProseguono gli incontri tra gli ordini professionali e l’Amministrazione comunale. «Siamo sempre più convinti che la linea del confronto con l’Amministrazione comunale di Crotone porterà a dei risultati positivi per lo sviluppo del nostro territorio». Così hanno commentato i rappresentanti degli ordini professionali a margine dell’incontro dello scorso 25 luglio hanno con gli assessori Leo Pedace e Salvatore De Luca. Alla riunione, che si è tenuta all’interno della Casa comunale, hanno partecipato, con le proprie delegazioni, il presidente dell’Ordine degli Architetti Danilo Arcuri, il presidente dell’Ordine degli Ingegneri Antonio Grilletta e la presidente del Collegio dei Geometri Annamaria Oppido. A coadiuvare gli assessori comunali c’erano il dirigente Giuseppe Germinare e il funzionario Antonio Ciccopiedi. «La discussione – informa una nota – ha messo in evidenza diversi aspetti, a partire innanzitutto dalla necessità di raggiungere “un’intesa istituzionale” tra l'Amministrazione ed i professionisti allo scopo di avviare un dialogo aperto e costruttivo sulle tematiche che riguardano lo sviluppo economico della città capoluogo, anche attraverso collaborazioni volte a chiarire la corretta applicazione delle procedure in tema di urbanistica e lavori pubblici. Rispetto agli anni passati, il confronto potrebbe costituire l’inversione della strana tendenza degli Enti a non includere gli Ordini professionali nelle strategie decisionali che hanno come finalità il progetto della qualità della vita delle comunità locali. Tante sono le iniziative che possono rendere da subito fattiva la collaborazione tra ordini professionale e il Comune di Crotone, come ad esempio la “prima giornata nazionale della prevenzione sismica” in programma il 30 settembre 2018, iniziativa dall’elevato valore sociale che, attraverso la divulgazione di una maggiore consapevolezza da parte dei cittadini della pratica della prevenzione sismica, ha l’obiettivo di migliorare le condizioni generali di sicurezza del patrimonio immobiliare del nostro Paese. Le deleghe in possesso degli assessori Pedace e De Luca rivestono grande importanza per lo sviluppo della città: sono così importanti da rappresentare i cardini fondamentali per la “Città del futuro” in termini di servizi, sostenibilità, vivibilità e sicurezza. Su questi temi occorre, pertanto, aprire da subito una discussione sulla ricognizione e riqualificazione del patrimonio comunale per la messa a sistema dello stesso attraverso l’utilizzo di Bandi Comunitari e Regionali, sui futuri e vetusti impianti sportivi come, ad esempio, la costruzione del nuovo stadio o l’ex Piscina Coni o, ancora, sulla riqualificazione degli spazi urbani ed il riuso del patrimonio edilizio esistente con consumo zero di suolo per una città più bella, verde e vivibile. Il tutto, ovviamente, senza perdere di vista i “grandi temi” come PSC, Porto, Piano Spiagge, Bonifica, Antica Kroton, che riteniamo andrebbero affrontanti collegialmente anche con gli altri assessorati del Comune. "Si cresce solo attraverso il confronto" hanno ribadito i professionisti e quindi gli architetti, gli ingegneri e i geometri crotonesi sono pronti a dare il proprio contributo, determinante, fattivo e svincolato dalle comuni logiche politiche, per il bene della città dei cittadini. “Confermiamo la disponibilità ad incontrare periodicamente i rappresentanti dei vari ordini professionali, per affrontare, analizzare e approfondire criticità e problematiche e proporre soluzioni condivise, utili a superare ostacoli che da anni hanno frenato lo sviluppo di Crotone” questo il commento degli assessori Pedace e De Luca. “E’ con grande soddisfazione, quindi, che accogliamo le posizioni espresse dall’assessore ai Lavori pubblici e dall’assessore all’Urbanistica al tavolo con gli Ordini professionali degli Architetti, Ingegneri e Geometri di Crotone”, conclude la nota».