Sei qui: HomePOLITICAL'EDITORIALE│Cosa potra' accadere dopo le dimissioni dell'assessore De Luca? Nuovi scenari avanzano nella politica crotonese

L'EDITORIALE│Cosa potra' accadere dopo le dimissioni dell'assessore De Luca? Nuovi scenari avanzano nella politica crotonese In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Sabato, 02 Febbraio 2019 13:35

giunta sculcoCi vorranno alcuni mesi per comprendere le ragioni delle dimissioni di Rori De Luca da assessore al Comune di Crotone. Si capirà se hanno fondamento le notizie che parlano di De Luca impegnato a cercare un posto da candidato al consiglio regionale della Calabria. Queste notizie arrivano da ambienti regionali di centrodestra che stanno lavorando alla composizione delle liste. Un qualche valore queste voci potrebbero averlo perché De Luca ha lasciato il posto nella giunta di Ugo Pugliese, ma non ha detto una sola sillaba sulla sua futura attività politica. Se avesse deciso di abbandonare la politica l’avrebbe detto. Questo vuol dire che intende ancora impegnarsi nelle istituzioni, ma non con la coalizione della “Prossima Crotone” e con Enzo Sculco. Quello che De Luca vuole fare “da grande” Lo capiremo quando si aprirà ufficialmente la partita delle candidature. Sicuramente anche Sculco si sarà chiesto quali sono gli obiettivi di De Luca, considerato che da mesi non era benevolo con l’assessore dimissionario. Dopo la luna di miele iniziale il “reuccio” ha incominciato ad esprimere perplessità sulle capacità amministrative di De Luca. Perplessità che sono aumentate di volume quando il “fighetto” De Luca ha iniziato ad incontrare autorevoli rappresentanti della Lega. Il “reuccio” è diventato ruvido e “il fighetto” lo ha mandato a quel paese, scegliendo il momento più opportuno: quando è iniziata la discussione su come rilanciare l’attività amministrativa. Così De Luca ha potuto giustificare la sua scelta sostenendo di non condividere più l’impostazione del “reuccio” su come amministrare il bene pubblico. Il “fighetto” ha imparato presto i giochi della politica e della comunicazione. E’ sveglio ed è per questo che Sculco l’aveva scelto. Ma Sculco, nonostante stia perdendo qualche colpo, resta sempre un volpone. Lo dimostra il fatto che, per evitare speculazioni, ha chiesto a Pugliese di rescindere immediatamente il cordone ombelicale con “il fighetto” e chiudere definitivamente la partita. Con un comunicato Pugliese ha informato De Luca che non gli correrà dietro per incoraggiarlo a tornare sui suoi passi: grazie per quello che hai fatto e si va avanti. L’uscita di scena dell’assessore fortemente voluto da Sculco e Pugliese pone il problema della successione. Non è una questione che potrà essere risolta subito. Se la politica ha ancora regole da rispettare, Pugliese e Sculco devono ragionare su come andare avanti con l’amministrazione. Sculco, poi, ha la necessità di allargare il cerchio delle alleanze perché in autunno si vota per il rinnovo del consiglio regionale della Calabria. Deve trovare voti per la luce dei suoi occhi, che è la figlia Flora. Ci sono due questioni importanti su cui si deve chiudere il cerchio. La soluzione alle due questioni può essere trovata con l’alleanza con il Partito democratico. Il Pd potrebbe fornire i numeri per garantire la gestione del consiglio comunale e i voti per rieleggere Flora. Ecco perché non si potrebbe andare subito alla nomina del nuovo assessore. Ma, lo dicevo prima, Sculco sta perdendo qualche colpo e, poi, in politica tutto è possibile. Diamo per scontato che la logica prevalga sulla follia. Pugliese e Sculco a questo punto devono tentare un accordo con il Pd. Anche con quello locale che ha deciso di mettersi di traverso. Il nuovo corso del Pd locale dice che tutto quello che si sta mettendo in campo ha l’obiettivo di indebolire Pugliese e la “Prossima Crotone”. Ma quanto conta quella parte del Pd? A questa domanda non so rispondere. Se Sculco e Pugliese riescono a trovare l’accordo l’assessore all’Urbanistica non sarà l’unica novità della Giunta. Nel nuovo esecutivo ci saranno persone che fanno riferimento al Pd. Questa è la logica, che alcune volte fa a pugni con la politica.

 

 

 

Ultima modifica il Sabato, 02 Febbraio 2019 14:23
Gaetano Megna

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Sito web: www.laprovinciadicrotone.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".