Sei qui: HomePOLITICANaufraghi ''Seawatch'', Mediterraneo Possibile deposita anche a Crotone diffida in Prefettura per adempiere a diritti umanitari

Naufraghi ''Seawatch'', Mediterraneo Possibile deposita anche a Crotone diffida in Prefettura per adempiere a diritti umanitari In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Giovedì, 10 Gennaio 2019 09:11

pollinzi dionesalviAnche il comitato 'Mediterraneo Possibile' di Crotone ha aderito alla campagna nazionale lanciata da Andrea Maestri, della segreteria nazionale, affinché si trovasse una soluzione immediata e sicura ai naufraghi della nave Ong 'Seawatch'. È stata infatti inviata al prefetto di Crotone una diffida, a mezzo Pec, ad adempiere agli obblighi che la Costituzione e le Convenzioni Internazionali di diritto umanitario in siffatti casi impongono. Lo rende noto il portavoce di Possibile Crotone Davide Dionesalvi. «Durante questa triste vicenda – commenta in una nota –, che proprio nelle ultime ore sta volgendo al termine, Possibile ha creato una vera e propria rete umanitaria, realizzando una 'diffida collettiva' che ha toccato quasi tutte le province italiane. Presso 90 prefetture sono state depositate altrettante diffide, a dimostrazione che la disumanità di governo non è quella di una intera società ma solo una prova di forza propagandistica senza alcuna base valoriale o politica».

 

 

 

Riceviamo e pubblichiamo

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio Rosso Blu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".