fbpx
Lunedì, 30 Gennaio 2023

POLITICA NEWS

Partito dei sindaci, Fratelli d'Italia precisa: «Noi restiamo sempre a destra»

Posted On Domenica, 22 Gennaio 2023 15:43 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Nel merito la scelta di formalizzare il movimento dei sindaci e degli amministratori, non mi stupisce più di tanto. Di fatto si dà forma ad una situazione sostanziale che è radicata nel territorio da diverso tempo. Così come non mi stupisce nemmeno il volersi porre al centro, né con la sinistra né con la destra, vista l'eterogeneita' del raggruppamento». È quanto scrive Michele De Simone, coordinatore provinciale di Fdi (Fratelli d'Italia) a Crotone.

«Anche se al momento il collocamento è molto chiaro - scrive De Simone -, altrimenti la presenza di Occhiuto a chiudere l'evento non avrebbe alcun senso. Ognuno sceglie il proprio percorso e attua la propria strategia, ci mancherebbe che non fosse così, tanto più se si è senza tessere o ruoli di partito. Ovviamente è una novità formale nel panorama politico locale, che in alcuni casi fa chiarezza in altri crea qualche criticità. E non serve specificare quali saranno le criticità di Comuni in cui sono dentro maggioranze e minoranze, anche se ciò rende trasparente qualcosa che fino a ieri non lo era. Comprendiamo, e comprenderemo, alcune dinamiche locali, che in alcuni casi superano le divisioni politiche, ma nel nostro percorso abbiamo una stella polare ben precisa che resta ed è il centrodestra classico, quello che ha vinto in Regione e che è al governo della nazione. Il nostro perimetro è quello, e quello resterà. Rappresentiamo il primo partito della coalizione di Governo, e questo ci dà la grande responsabilità di mantenere ferme le nostri posizioni, ma soprattutto di interloquire con i nostri rappresentanti nazionali per spronarli a risolvere le istanze del nostro territorio, e di farne emergere tutte le potenzialità. Fdi è un partito. Per fortuna, dico io. Purtroppo, dirà qualcun'altro. E come ogni partito ha delle regole. Regole condivisibili o meno. E siamo collocati a destra senza se e senza ma, al 2% o al 30% poco cambia. Per il territorio continueremo a fare la nostra parte, come faranno i nostri rappresentanti istituzionali in Regione e al Governo. Quegli stessi rappresentanti di partito che hanno sempre accolto Sindaci ed Amministratori senza chiedere quale tessera avessero, ma ascoltando ed intervenendo quando necessario. Il tesseramento appena concluso e il numero di amministratori che ha aderito al partito, ci ha dato un miglioramento anche qualitativo e più qualificato della nostra classe dirigente, a dimostrazione che siamo un punto di riferimento importante, e lo siamo con la nostra identità, con la nostra storia, con la nostra coerenza, con il progetto politico di Giorgia Meloni che si declina anche a livello locale».