Italian Dutch English Russian Spanish
Sei qui: HomePOLITICAPd conferma larghe intese: «Garantito il numero legale perche' il Comune ha ammesso le sue difficolta' chiedendo aiuto alla Regione»

Pd conferma larghe intese: «Garantito il numero legale perche' il Comune ha ammesso le sue difficolta' chiedendo aiuto alla Regione» In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Giovedì, 07 Dicembre 2017 13:06

consiglio comunale larghe intese«Finalmente l’Amministrazione comunale di Crotone sconfessa quanto sostenuto in passato, ammette le proprie difficoltà e chiede aiuto alla Regione Calabria». Così in una nota la federazione provinciale del Partito democratico di Crotone. «Meglio tardi – commentano i dem – che mai! Finalmente l’Amministrazione comunale di Crotone apprezza il lavoro portato avanti dal presidente Oliverio in questi anni, riconoscendogli i meriti dei successi su Aeroporto, antica Kroton e Sanità. E’ chiara ormai la richiesta di aiuto e sostegno. Non possiamo che esserne felici, soprattutto perché è stata proprio l’Amministrazione Pugliese ad alimentare scetticismi e rallentamenti sulla vicenda Aeroporto che si è risolta solo grazie alla grande intuizione del presidente Oliverio nella costituzione di Sacal quale gestore unico. La visita del presidente Oliverio, che assicurerà l’avvio dei lavori di Antica Kroton, fa stare tranquilli noi e gli abitanti di Crotone. Perché siamo certi che sarà una garanzia di aiuto nei confronti di una amministrazione quasi inesistente e impantanata nelle proprie beghe interne, che nel ricercare ogni qual volta una maggioranza, allontana la possibilità di risolvere le problematiche di Crotone e dei Crotonesi. La mancanza di maggioranza è confermata da quanto accaduto nella giornata di ieri, dove la minoranza ha garantito il numero legale permettendo lo svolgimento del consiglio comunale. Inoltre, durante questo anno e mezzo di vita amministrativa emerge in maniera chiara la mancanza di programmazione e progettazione sui grandi temi che investono la Città. L’unico interesse che vediamo presentarsi ripetutamente sembra essere la voglia di creare e cercare nuovi equilibri e scompigli, tutto volto a nascondere il grande limite politico della governabilità. Siamo certi, dunque, che il Presidente Oliverio renderà da subito operativo il Progetto Antica Kroton. Progetto che va ad unirsi agli importanti investimenti che lo stesso Presidente ha annunciato durante il suo intervento nell’Assemblea provinciale del nostro Partito, investimenti che seguiremo da vicino e che ci vedranno protagonisti con una nostra proposta di sviluppo in grado di dare una nuova visione di futuro al nostro territorio».

 

 

 

 

 

Riceviamo e pubblichiamo

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio Rosso Blu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

ROMANO 600x300 rid

 

------------

balestrieri gif

------------

effemme box 300x250------------

archivio storico crotone

------------

gabbiano box 300x250

 

  • GIULIANO CARELLA

    seguimi

  • ANTONIO CARELLA

    seguimi

  • MARINA VINCELLI

    seguimi

  • GIUSEPPE LIVADOTI

    seguimi

  • ROMANO PESAVENTO

    seguimi

  • REDAZIONE

    seguimi

  • RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

    seguimi

  • gaetano megna avatar

    GAETANO MEGNA

    seguimi

  • paolo pulvirenti avatar

    PAOLO PULVIRENTI

    seguimi

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • DA 23 ANNI SUL TERRITORIO CROTONESE

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".