Sei qui: HomePOLITICAPrimarie Pd, scaramucce nella mozione Orlando: presentato ricorso alla lista per l'assemblea nazionale di Crotone e Catanzaro

Primarie Pd, scaramucce nella mozione Orlando: presentato ricorso alla lista per l'assemblea nazionale di Crotone e Catanzaro In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Venerdì, 14 Aprile 2017 14:07

area orlando sorieroLa minoranza presenta una lista e la maggioranza presenta un ricorso per annullarla. Guerra all’arma bianca nella mozione Orlando delle province di Crotone e Catanzaro tra due anime della stessa mozione. Mentre la maggioranza (secondo quanto riferito detiene il 70% delle tessere) lavorava per presentare una lista con capolista Pino Soriero e vicecapolista Paola Curatola, la minoranza agisce in contropiede e presenta una lista con capolista Fabio Guerriero. Tutto si è consumato lo scorso lunedì, alla scadenza della presentazione delle liste dei candidati all’assemblea nazionale del Partito democratico. I coordinatori della mozione Orlando delle province di Crotone e Catanzaro, Ubaldo Schifino e Nicola Ventura, unitamente al resto del gruppo dirigente hanno lavorato per comporre la lista in stretto contatto con i dirigenti romani della mozione. Una volta raggiunta la quadratura del cerchio si sono recati con la lista da presentare presso la sede del Pd e si sono sentiti dire che la lista della mozione Orlando era stata già presentata, con capolista Fabio Guerriero. Secondo i rappresentanti della “parte lesa” dietro questa iniziativa vi sarebbe il consigliere regionale Carlo Guccione. Anche se siamo sotto le feste di Pasqua la “parte lesa” non è disponibile a porgere l’altra guancia e accettare la presentazione della lista con capolista Guerriero come un dato di fatto; ieri, infatti, i due coordinatori provinciali della mozione (Schifino e Ventura) hanno preso carta e penna e hanno presentato un ricorso avverso alla lista capeggiata da Guerriero. Il ricorso è stato indirizzato alle commissioni regionale e nazionale del Pd. Nel ricorso, articolato in tre punti, si legge che non c’e stata alcuna selezione condivisa, dai due coordinamenti provinciali, per la composizione della lista e del capolista collegata al candidato Andrea Orlando, riguardante il collegio unico delle province di Catanzaro e Crotone, con evidente e grave violazione delle norme dello Statuto sui diritti degli iscritti e delle norme del regolamento sulla trasparente rappresentanza delle mozioni; I candidati della lista del collegio interprovinciale non possono essere designati da una sola parte, del tutto minoritaria della mozione Orlando, peraltro della sola provincia di Catanzaro, con inammissibile ed illegittima esclusione dei candidati della provincia di Crotone; violazione della rappresentanza della mozione Orlando in conseguenza della presenza, nella lista collegata al candidato Orlando, del candidato n.3, Salvatore Cosentino (capolista Guerriero Fabio) notoriamente rappresentante del candidato Renzi nella commissione provinciale del congresso di Catanzaro”. Siamo solo all’inizio della campagna elettorale per le primarie...

 

 

 

 

 

 

 

Salva

Salva

Ultima modifica il Venerdì, 14 Aprile 2017 14:34
Gaetano Megna

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Sito web: www.laprovinciadicrotone.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

balestrieri gif

------------

effemme box 300x250------------

archivio storico crotone

------------

gabbiano box 300x250

 

bonus pubblicità 2018 laprovinciakr verticale 1

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXV Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".