Sei qui: HomePOLITICARandagismo, il servizio Veterinario dell'Asp di Crotone respinge le polemiche dopo la giornata di sensibilizzazione organizzata dal Comune

Randagismo, il servizio Veterinario dell'Asp di Crotone respinge le polemiche dopo la giornata di sensibilizzazione organizzata dal Comune In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Giovedì, 20 Giugno 2019 11:01

microchippatura caniIl responsabile dell'Unità operativa semplice dipartimentale "Sanità Animale" dell’Asp di Crotone, Saverio Ferraro, precisa in una nota che: «In merito a quanto apparso sulla stampa e sui social a seguito della giornata di sensibilizzazione della cittadinanza sulla lotta al randagismo, tenutasi lo scorso 2 giugno, in cui il Comune di Crotone, con l'intervento effettuato a titolo totalmente volontario e gratuito da parte del personale dell’Asp di Crotone, servizio Veterinario Area "A", ha disposto la microchippatura gratuita di cani padronali per i cittadini di Crotone, e a seguito della quale sono stati addebitati fatti gravi e non veritieri in merito all'intervento del personale Asp che ledono la figura professionale del veterinario pubblico e del personale tecnico, ci corre l'obbligo di chiarire puntualmente quanto segue: il servizio Veterinario dell’Asp di Crotone, nell'ambito della lotta al randagismo, che si esplica sia seguendo i dettami di legge sul controllo dei cani randagi presenti nel territorio di propria competenza, sia facendo continua opera di sensibilizzazione alle adozioni e contro l'abbandono dei cani presso i comuni e presso gli studenti delle scuole del territorio, ha aderito ad una richiesta del Comune di Crotone per: fornire personale tecnico per effettuare, una microchippatura gratuita e simbolica di 40 cani padronali, privilegiando principalmente le famiglie con redditi bassi tutto finalizzato alla prevenzione dell'abbandono e del randagismo. L'elenco è stato approntato da personale del Comune di Crotone per gli avanti diritto fino alla microchippatura gratuita. Il metodo utilizzato per la preparazione dell'elenco non è a conoscenza della Asp, ci risulta che non è stata rifiutata nessuna delle richieste pervenute al Comune, ma tutte sono state esperite. Il metodo di lavoro della Asp di Crotone, nei confronti sia dei volontari che dei normali cittadini in riferimento alla lotta al randagismo, è esclusivamente quello stabilito dalla legge alla quale non si può mai derogare in nessun caso. Tutto quanto premesso l'Azienda sanitaria ha dato e dà la sua totale disponibilità ad attivare un protocollo operativo di concerto on le associazioni di volontariato riconosciute a norma di legge, affinché si metta in opera un percorso che consenta in maniera, il più veloce possibile, l'adozione dei cani randagi. Tutti i cani segnalati come randagi vengono accalappiati dell'Asp, previa segnalazione del Comando Vigili del territorio, non esiste la discriminante che gli stessi debbano essere aggressivi o morsicatori. In merito alla reimmissione sul territorio dei cani dei comuni catturati e sterilizzati, (art.3, comma 2 e 12 del D.C.A.N. 67/2018) è prevista una metodica operativa, di stretta pertinenza dei Comuni, che nessun comune ad oggi, ha attivato. Nel momento in cui questo dovesse avvenire, nel totale rispetto della legge, 1'Asp si attiene così come previsto per legge. In merito al paventato trattamento non conforme dei cani nei canili privati autorizzati, gli stessi sono sotto costante controllo dei servizi Veterinari (A e C) dell'Asp affinché ci sia il rispetto preciso della normativa in merito. Episodi di difformità applicati nei canili privati non sono a conoscenza dall'Asp, se esistono è necessario che siano segnalati da parte di tutti i cittadini anche ricorrendo all'Autorità giudiziaria in toto, specie se vengono riscontrati fatti penalmente rilevanti».

 

 

Riceviamo e pubblichiamo

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio Rosso Blu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

laprov-tv

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".