Sei qui: HomePOLITICAReazioni e commenti al mancato riconoscimento dello stato di calamita' per le aziende crotonesi colpite dal tornado nel novembre 2018

Reazioni e commenti al mancato riconoscimento dello stato di calamita' per le aziende crotonesi colpite dal tornado nel novembre 2018 In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Venerdì, 22 Marzo 2019 17:22

tromba aria passovecchio unieuro«Pur con due parlamentari di un Movimento politico che fa parte dell'attuale compagine governativa del Paese, la nostra città, che nel novembre scorso fu colpita da una calamità naturale che mise in ginocchio diverse sue aziende situate sulla Statale 106, non è riuscita ad ottenere quanto, a pochi giorni dell'accaduto, era stato promesso, per aiutare dette aziende e i loro operai a risollevarsi dalla difficile situazione nella quale erano cadute». È la reazione del consigliere comunale Mario Galea che è anche presidente provinciale del Pd di Crotone.
«Come si ricorderà – si legge nella nota –, fu grazie all'impegno straordinario profuso dagli stessi dirigenti e dalle maestranze che si poté evitare la chiusura delle attività produttive colpite dall'inconsueto evento meteorologico e della cui sorte a suo tempo si preoccupò la nostra intera comunità, considerato l'altissimo tasso di disoccupazione che caratterizza questo territorio. La notizia che la Presidenza del Consiglio dei ministri, non avendo riconosciuto lo stato di emergenza, ha di conseguenza deciso di non erogare alcun sostegno finanziario alle aziende colpite dalla tromba d'aria, né di prevedere, in alternativa, alcuna agevolazione di carattere fiscale e contributivo ha generato una profonda delusione non solo nei diretti interessati, ma in tutta la pubblica opinione. Eppure, all'indomani del devastante evento, il ministro Barbara Lezzi aveva solennemente promesso agli imprenditori un tutt'altro comportamento da parte del Governo, garantendo agli stessi un sostegno, per consentire loro di poter proseguire tranquillamente la propria attività. Ma la verità è che, come dimostrano i fatti di questi nove mesi, il Governo Gialloverde è bravo solo a contraddire di continuo le sue promesse. Sento il dovere civile e politico, come del resto hanno già fatto le rappresentanze sindacali di categoria, di denunciare il grave atteggiamento voltagabbana e il tradimento perpetrato dalle Parlamentari Barbuto e Corrado ai danni della nostra comunità. L'auspicio più sentito è che i cittadini prendano coscienza della scarsa credibilità dei rappresentanti dell'attuale Governo, tanto arroganti e presuntuosi, quanto incompetenti e istituzionalmente inefficienti».
«È proprio il caso di parafrasare: la decisione del Governo al danno aggiunge la beffa. Ma quale emergenza nazionale?». Così Giuseppe Fiorino consigliere comunale d’opposzione. «Si e' trattato di una spiacevole - scrive Fiorino - e, purtroppo, ciclica calamità naturale certificata dagli Enti preposti e con una tempestiva richiesta del Comune e della Regione. Risulta, quindi, incomprensibile e beffarda la posizione assunta dal Governo nazionale a non riconoscere gli indennizzi di natura finanziaria e fiscale, piuttosto che contributiva, alle Imprese locali per qualche milione di €uro. Eppure, la stessa ministra Lezzi, oltre che le parlamentari Cinquestelle, hanno potuto prendere atto della tempestività con la quale le Istituzioni locali ma, soprattutto, gli imprenditori, non sono stati inermi a leccarsi le ferite ma hanno attivato le stesse maestranze per il ripristino dei luoghi e delle strutture per tornare rapidamente alla normalità. Questa città ha una tradizione solidaristica che va rispettata e preservata e alla quale hanno contribuito sempre tutte le forze politiche e sindacali a prescindere dalle differenze e dai ruoli Istituzionali. Dimostrino gli innumerevoli portavoce a Cinquestelle, oggi più numerosi di altri partiti, di sapersi non solo schierare in favore della Città ma anche di saper produrre effetti e risultati».

Riceviamo e pubblichiamo

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio Rosso Blu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".