Sei qui: HomePOLITICASergio Arena mente sapendo di mentire... il dg dell'Asp di Crotone ha formalizzato le sue dimissioni con una lettera

Sergio Arena mente sapendo di mentire... il dg dell'Asp di Crotone ha formalizzato le sue dimissioni con una lettera In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Venerdì, 19 Ottobre 2018 13:02

arena comitato marrelli hospitalSergio Arena mente sapendo di mentire. Il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Crotone ha riferito di non avere formalizzato le dimissioni dall’incarico, invece la lettera ufficiale c’è ed è datata 17/10/2018. Evidentemente il manager dopo averla sottoscritta avrà dimenticato di averlo fatto. La memoria corta è, purtroppo, una costante tra gli uomini che fanno politica e Arena non sfugge a questa logica. Si è dimesso sicuramente perché comunque andassero le cose non poteva restare alla guida dell’Asp. Non aveva e non ha i requisiti per essere inserito nell’elenco redatto a livello nazionale per individuare i manager della sanità. Uscirà di scena tra qualche settimana. Almeno per quanto riguarda questa notizia dovrebbe avere detto la verità.

 

 

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 19 Ottobre 2018 13:13
Gaetano Megna

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Sito web: www.laprovinciadicrotone.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

balestrieri gif

------------

effemme box 300x250------------

archivio storico crotone

------------

gabbiano box 300x250

 

bonus pubblicità 2018 laprovinciakr verticale 1

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXV Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".